Sampdoria-Torino 1-0, il film della partita: “The rain man”

Sampdoria-Torino 1-0, il film della partita: “The rain man”

Film / La pellicola del 1988, diretto da Barry Levinson ed interpretato da Tom Cruise e Dustin Hoffman, a rappresentare la partita tra Sampdoria e Torino a Marassi

di Redazione Toro News

PIOGGIA

GENOA, ITALY – SEPTEMBER 22: Emila Audero UC Sampdoria goalkeeper during the Serie A match between UC Sampdoria and Torino FC at Stadio Luigi Ferraris on September 22, 2019 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Sampdoria-Torino comincia sotto il diluvio di Genova. Pioggia torrenziale a Marassi, che accompagna le due squadre per tutto il corso della partita. Sampdoria e Torino partono così con qualche difficoltà: poche emozioni, gambe imballate e terreno pesante che rende complicato la costruzione di azioni pericolose.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fede Granata - 3 mesi fa

    Anche secondo me ( per quel poco che ne so)ci vorrà un mesetto per rimetterci in sesto. Tra i preliminari EL, del’unione ore come è andata..I ritiri delle varie nazionali..Ci manca preparazione.Anche il perdere le partite non aiuta mentalmente. Anche il criticabilissimo atteggiamento di NKoulou non ha giovato allo spogliatoio. ..E poi errori del nostro allenatore. Senza coraggio. Se aspettiamo che tutti hanno 90 min di gioco nelle gambe. Allora tanti giocheranno nel 2021.. Comunque anche io molto nervosa e arrabbiata con tutti ma non ancora getto la spugna e perdo speranze. Col Milan ci dobbiamo raddrizzare velocemente. Ieri si son visti quelli che possono star fuori. Baselli non lo critico ha fatto il suo per quel che poteva per me voto sufficente. Speriamo che Mazzarri capisca bene i suoi errori e cosa deve fare x recuperare tutta la squadra FORZA TORO! !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 3 mesi fa

    Mah, faccio alcune considerazioni. Abbiamo sei punti, ora ci saranno Milan, Parma e Napoli. Nella condizione in cui siamo non mi aspetto più di due punti, se va bene. Quindi otto punti dopo sette giornate. Lasciando perdere le medie, penso che troppi punti lasciati per strada saranno difficili da recuperare. Dopo ci saranno udinese e Cagliari, quest ultima secondo me sarà una sorpresa del campionato, una squadra da nono o decimo posto da affrontare a casa loro. Ecco, credo che se per allora non cominceremo a correre e a giocare a calcio potremmo dire addio a qualsiasi ambizione europea, e anzi dovremo fare attenzione a non trovarci come la fiorentina lo scorso anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Karmagranata - 3 mesi fa

    Sarà un mese terribile il prossimo. La squadra è a terra mentalmente e, purtroppo, fisicamente (la frettolosa preparazione per l’El presenta il conto..?). Non possiamo pretendere di più anche con riferimento ai nuovi arrivati, soprattutto Verdi, perché rischiamo di riempire di pressione e responsabilità, giocatori che hanno bisogno di tutt’altro ambiente, rispetto a quello attuale, per inserirsi al meglio. Bisogna avere pazienza e tenere la barra dritta. Il Toro tornerà ad essere la buona squadra vista per ampi tratti l’anno scorso. Per il rinnovo del mister, credo che non ci saranno problemi,anzi è proprio in questo momento che Cairo lancia dei segnali di distensione (Ventura docet…). Mi si dirà che il Toro non ha un bel gioco? Certamente non siamo spettacolari ma occhi ai paragoni con i maestri che insegnano calcio a Firenze, Genoa, Roma biancoazzurra, la Milano milanista e persino la parte strisciata di Torino. Qui fino a ieri si parlava di crisi e di qualche grave campanello d’allarme (vero Montella?). Pretendere di esonerare un allenatore ogni due partite perse è una mossa intelligente solo ai fini occupazionali. Nel giro di qualche anno non avremmo più disoccupati. Questo momentaccio passerà, per adesso che si vinca o che si perda, Sempre e Solo Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Il problema è la durata del momentaccio… Da noi durano di più i momentacci di quelli buoni. E infatti non raggiungiamo mai alcun risultato di rilievo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leoj - 3 mesi fa

    L’unica autentica corrispondenza è tra il protagonista del film e il nostro allenatore.
    Al protagonista va però riconosciuto un certo talento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. torotranquillo - 3 mesi fa

    Pdnso a quegli esaltati che urlavano ergastolo, tortura o esilio al reprobo ‘N Koulou. Se hai una squadra il cui punto di forza è la difesa e il perno della difesa viene a mancare o lo schieri ugualmente (dopo scuse, pentimenti e Canossa varie) o ne compri un altro (anche perché avevi promesso mari e monti e poi non lo hai fatto o non ci sei riuscito).
    1) ‘N Koulou in difesa subito
    2) mai più Zaza in attacco. Lo schema deve essere Belotti con due ali come Iago (che ci manca) e Verdi che sappiano anche fare goal o inventare un passaggio cosa che manca da due anni e nessuno ha rimediato
    3) Laxalt pesa 20 chili e non serve a niente. Abbiamo già Berenguer come giocatore inutile
    4) Meitè è l0unico grande e grosso in mezzo e questa è un altra colpa di Bava-Cairo-Mazzarri però se gioca così deve andare in panca. Speriamo in un ritorno di Lukic che coi Wolves gioco un match eccezionale
    5) il 4° posto dell’anno scorso va dimenticato anche perché frutto di coincidenze irripetibili e di vittorie sempre stentate anche contro il Chievo. Quest’anno si sono tutte rafforzate: Juve, Napoli e Inter inarrivabili. Roma idem. Poi tutte migliorate se pensiamo alla campagna acquisti della Fiorentina per esempio.
    6) Il prossimo anno invece di fare i nomi che vi suggeriscono i procuratori comprate gente come Falco del Lecce o Caputo del Sassuolo che abbiano qualità e fame e
    7) Potevamo avere 12 punti. Hanno fatto i bambini con ‘N Koulou, schierano sempre quel bullo di Zaza (da vedere l’inutilità del fallo sul sampdoriano che rinvia), hanno fatto una pessima campagna acquisti. Potevamo per una volta goderci dall’alto la Juve, ma si sa che per questa presidenza i sogni dei tifosi sono spazzatura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 3 mesi fa

      Ieri la Samp ha fatto gol al 60 minuto, tempo ne avevamo per recuperare, non è solo un problema di difesa. La squadra è ferma, non tiriamo da fuori, insomma è un periodo negativo. Vediamo con il Milan chi avrà più voglia di vincere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. suoladicane - 3 mesi fa

      il mister si ostina su alcune scelte incomprensibili
      tipo di nuovo berenguer ieri, su un campo pesante; non aveva proprio nessun altro? che so parigini? che so millico? cosa aspettiamo a cambiare questo allenatore?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Simone - 3 mesi fa

    Non un commento sulla prestazione.
    Grande giornalismo, complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Dario61 - 3 mesi fa

    Mah.. questa analisi già la sappiamo tutti vorrei che la redazione facesse un articolo su come e perché abbiamo fatto due squallide prestazioni e incomciare a criticare chi sono gli artefici di questo che per me nn sono i giocatori i quali fanno quello che possono secondo le loro capacità…vedrete che giovedì faremo anche resuscitare i rossoneri se si continua a ostinarsi a mettere certi giocatori in campo…la cosa più grottesca sono le parole del presidente tempo fa .. DIFFICILE MIGLIORARE LA SQUADRA PIÙ DI COSÌ… Ma ho capito migliorarla per un settimo/ottavo posto sicuramente!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Silenzio assordante della redazione.
      Si sono tutti stretti attorno al datore di lavoro sperando questa giornata venga dimenticata in fretta…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy