Sampdoria-Torino, i dubbi leciti di Miha: Gustafson ci spera

Sampdoria-Torino, i dubbi leciti di Miha: Gustafson ci spera

Verso il match / A Marassi tornano i titolari dopo il massiccio turnover in Coppa Italia, ma il centrocampista svedese ha dimostrato di poter essere un’alternativa, anche a gara in corso

di Daniele Delbene

Domenica pomeriggio il Torino affronterà la Sampdoria allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova nel match valevole per la quindicesima giornata del campionato di Serie A. La squadra di Mihajlovic arriva a questa sfida dopo aver vinto le ultime tre gare di campionato ed essersi inserito prepotentemente nella lotta per i posti che potranno valere l’accesso alle competizioni europee della prossima stagione. I blucerchiati invece si trovano in una posizione di metà classifica e nell’ultima gara di campionato ha pareggiato sul campo del Sassuolo. In settimana entrambe le compagini hanno disputato il loro incontro in Coppa Italia e il tecnico Mihajlovic nella gara contro il Pisa ha dato ampio spazio al turnover, consentendo ai giocatori meno utilizzati di mettersi in mostra, quindi nella gara di domenica dovrebbe tornare in campo la formazione titolare con un unico possibile cambio al centro della difesa.

DIFESA – Nonostante Padelli nella gara di Coppa Italia contro il Pisa si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa a difendere i pali della formazione granata tornerà l’inglese Joe Hart (Qui le sue dichiarazioni rilasciate a Sky Sport UK). L’eccellente ex De Silvestri, dopo la partita non brillantissima giocata martedì, probabilmente tornerà a sedersi in panchina con Zappacosta che si riprenderà il suo posto sull’out destro, al centro della difesa (dopo la novità del pomeriggio sulla contusione occorsa a Bovo) il dubbio è tra Rossettini e Ajeti con il centrale italiano che però pare nettamente in vantaggio sul compagno per affiancare Castan, mentre sull’out sinistro dopo aver rifiatato in Coppa ci dovrebbe essere Barreca.

CENTROCAMPO – Questo è stato il reparto dove le seconde linee – escluso l’esordiente Gustafson – hanno maggiormente deluso: quindi Benassi, Valdifiori e Baselli sono destinati a partire dall’inizio in un match molto complicato e importante per la squadra granata. Anche perchè Obi ha riportato uno stiramento alla coscia destra che lo terrà fuori per due settimane. Sicuramente, però, lo stesso Gustafson, dopo la buona prestazione offerta contro il Pisa, ha fatto capire di essere un’alternativa, e non è detto che

ATTACCO – Nella gara contro il Pisa, il tecnico Mihajlovic è stato costretto a inserire a gara in corso Belotti e Ljajic, giocatori che si sono fatti trovare pronti spaccando la partita e indirizzandola in favore del Torino, soprattutto il serbo che grazie alla sua classe è stato l’uomo in più. Nella gara di domenica i due attaccanti sopracitati dovrebbero essere affiancati da Iago Falque, mattatore della gara di sabato scorso vinta contro il Chievo Verona. Nonostante ci sia un Lucas Boyè che scalpita per poter giocatore titolare e che quando gioca dimostra avere una grinta e delle qualità notevoli, ad oggi risulta molto difficile spodestare uno tra Falque, Belotti e Ljajic dal ruolo di titolare.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. eesmi_637 - 4 anni fa

    Boyè è potenzialmente fortissimo, ha una faciltà ed eleganza nel dribbling, deve migliorare nel gioco di squadra (passare di più la palla), cosa che sta già iniziando a fare (vedi il passaggio a Belotti a Crotone) e deve iniziare a “vedere” un pò in più la porta. Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio sala 68 - 4 anni fa

    Gustafson mi ha ben impressionato con il Pisa, Boye il giorno che passerà di più la palla potrebbe diventare forte. De Silvestri è fuori forma non credo possa insidiare Zappacosta. Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy