Sampdoria-Torino: trasferta amara a Marassi

Sampdoria-Torino: trasferta amara a Marassi

Sampdoria – Torino 2-0, commento fine partita / I granata cadono sotto i colpi di Gabbiadini e Okaka

di Manolo Chirico, @ManoloChirico

Termina la sfida a Marassi e il Toro puó solo rendere merito ad un avversario compatto, potente e piú concentrato. La Samp porta a casa tre punti, dimostrando di essere un’ottima squadra, quando gioca tra le mura amiche. Se nel primo tempo i granata erano partiti in sordina, nella ripresa le premesse sembravano diverse. Invece…
Ad ogni modo nelle prime fasi di gioco i granata appaiono decisamente piú concentrati e propositivi. Subito un’incursione di Quagliarella spaventa i blucerchiati, ma il buon cross dell’attaccante non viene capitalizzato dal collega di reparto Larrondo.
Fa il suo ingresso Darmian, al posto di Molinaro, e sulla sinistra la Samp è costretta ad arretrare. Il gioiellino granata aiuta in suoi nei raddoppi e mantiene alta la pressione in fase di non possesso.
Fa il suo ingresso anche Amauri che rileva uno spento e spaesato Larrondo, e la gara s’accende. Il ritmo aumenta per entrambe le.squadre e uno scatenato Soriano costringe Vives al fallo: ammonizione e punzione sulla quale Gabbiadini fa tremare la traversa.
Il Toro si lascia intimorire e continua ad attaccare, senza peró trovare lo spunto finale in avanti, laddove la squadra manca di qualità e precisione.
A differenza del primo tempo, peró, ci sono forza fisica e piena intesa tra le punte, con Quagliarella e Amauri che occupano meglio gli spazi. Intorno al 25′ arriva anche lo spunto adatto ai moviolisti: Quagliarella viene atterrato in area, ma Mazzoleni fa segno di continuare. Un episodio da rivedere piú volte a rallentatore.
Arriva quindi il momento di Martinez che prende il posto dell’attaccante partenopeo.
E proprio quando il Torino si prepara all’assalto finale, ecco che Okaka mette in campo tutta la sua potenza, trascinando i suoi verso il raddoppio. Un gol pesante che arriva in un momento chiave del match. La punta scuola Roma porta a spasso tutta la difesa granata, entra in area e batte Padelli con un preciso diagonale rasoterra sul secondo palo.
Poca corsa, poco gioco di squadra. Nonostante le premesse sembravano diverse, nella ripresa i granata non riescono a reagire. Prima trasferta di campionato, prima sconfitta stagionale e un solo punto in classifica. Da domani la testa va all’Europa League, con il Club Brugge nel mirino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy