Serbia-Austria 0-2, sconfitta per Lukic: il centrocampista colpisce il palo

Serbia-Austria 0-2, sconfitta per Lukic: il centrocampista colpisce il palo

Nazionali / Il giocatore granata prende il legno, ma la selezione serba naufraga contro gli austriaci

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

La Nazionale serba ha giocato questa sera, inaugurando la competizione degli Europei Under 21. A partecipare a questo match c’è stato anche Sasa Lukic, centrocampista del Torino che è partito anche titolare. La gara, però, non  stata molto positiva per i serbi, che hanno colto una sconfitta per ben 2-0 contro l’Austria, perdendo così la possibilità di fare tre punti e portarsi avanti nel girone.

Serbia v Romania - UEFA Nations League C

ESPULSIONE – La partita per la Nazionale serba non è cominciata nel migliore dei modi, con un pressing molto alto, e con il primo gol austriaco che è arrivato al 38′ per mano di Hannes Wolf, che ha sostanzialmente indirizzato la partita. Nel secondo tempo, poi, al 75′ Jovanovic è stato espulso, e la gara è stata ancora più in salita per i sarbi, tanto che tre minuti dopo è anche arrivato il secondo gol dell’Austria con la rete di Sascha Horvath.

PALO! – Da sottolineare c’è la prestazione di Sasa Lukic, che ha cercato di rendersi utile alla squadra, ma poi non riuscito a fare la differenza. In più, è stato molto sfortunato, perché al 94′ è anche andato vicino a segnare anche il gol dell’1-2, ma ha colpito il palo. Una partita in cui la Serbia non è stata fortunata ma non è riuscita neanche ad imporsi e ad imporre il suo gioco. Il prossimo match non sarà molto più semplice, perché i serbi devono affrontare la Germania per rimanere aggrappati alla possibilità di passare il girone.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. commercial_9666663 - 1 mese fa

    Ma chi ha scritto questo articolo? Un ragazzino di 12 anni? In questo caso complimenti, per essere in prima media hai della stoffa… Se ne hai più di 16 ti prego: cambia mestiere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy