Serie A, pericoli e lotta salvezza: tre considerazioni sul calendario del Toro

Serie A, pericoli e lotta salvezza: tre considerazioni sul calendario del Toro

Toro News / Cruciali le prime tre partite contro Parma, Udinese e Cagliari. Ma occhio anche al mini-ciclo di fuoco e al gran finale

di Redazione Toro News

AVVIO SPRINT

Torino, il calendario fino alla 35° giornata: il derby sarà sabato 4 luglio alle 17.15

Ora è ufficiale: la Serie A riapre i battenti. Il Torino, così come tutte le altre componenti del massimo torneo calcistico nostrano, concluderà regolarmente la stagione 2019/2020. Le date e gli orari del calendario di Serie A sono notizia di ieri (LEGGI QUI) e dunque, come da abitudine di Toro News nel day after, è giunto il momento di fare tre riflessioni riguardo agli impegni che attendono il Torino da qui alla fine della stagione.

La squadra di Longo sarà la formazione che battezzerà la ripresa della Serie A e scenderà in campo sabato 20 giugno alle ore 19.30 in casa contro il Parma nel recupero della 25° giornata. Un match già fondamentale in ottica salvezza per i granata, che contro gli emiliani apriranno un trittico di fuoco che dirà molto riguardo al futuro della stagione. Dopo il Parma, infatti, il Torino ospiterà l’Udinese (martedì 23 giugno ore 21.45) e poi sarà impegnato a Cagliari (sabato 27 giugno ore 19.30). Tre partite in sette giorni e nove punti in palio che potrebbero pesare molto in ottica salvezza.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. NEss - 2 mesi fa

    Premesso che non ho mai giocato a calcio, io credo sia inutile cercare di giocarsi tutte le partite. Bisogna essere piu’ pragmatici.

    Servono 4-5 vittorie? Si pensi solo alle partite dove le si puo’ ottenere piu’ facilmente.
    Tutti al meglio contro la Spal, tutti a riposarsi contro l’Inter.
    Ben venga riposarsi e perdere due partite se permette di essere freschi e vincerne un’altra agevolmente, relativamente parlando.

    L’unico problema in tutto questo: fare punti subito per essere al riparo da evuntuali nuove interruzioni del torneo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 2 mesi fa

      Teoricamente sono dello stesso parere. Il grosso guaio, però, e che con le cosidette “minori”, abbiamo fatto figure pietose, vedasi partite contro Lecce e Spal.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. lucapecc_908 - 2 mesi fa

    Sette punti da fare nelle prime tre partite perchè è fondamentale partire bene e all’inizio, lo ha dimostrato la Bundesliga, i valori sono appiattiti mentre poi le più forti con rosa più ampia ti schiacciano.
    Poi ci saranno ancora da fare 6-7 punti con Brescia, Genoa, Verona, Spal.
    Comunque ci giochiamo tutto subito e non ci resta che sperare.
    FVCG sempre e comunque

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 2 mesi fa

      Se perdiamo le prime 3 forse anche le prime 2 esonereranno Longo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lucapecc_908 - 2 mesi fa

        Se perdiamo le prime 3 o le prime 2 siamo già retrocessi qualunque cosa facciano…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 2 mesi fa

          Certo! Ma Cairo dovrà pur dare la colpa a qualcuno e far vedere che lui al Torino tiene… E quel qualcuno sarà Longo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. altoro - 2 mesi fa

    Personalmente ritengo l’analisi del post di Bacigalupo 1967 perfetta e quindi assolutamente condivisibile. A questo punto per il nostro amato TORO risulta oggettivo che il quadro globale dell’attuale situazione alla vigilia del rush finale estivo si preannuncia pieno di ostacoli e difficoltà, sotto l’aspetto tecnico e logistico, e quindi consegue un elevato tasso di rischio nell’ottica dell’agognata salvezza della squadra granata. In seguito alla tragica pandemia l’attuale normativa vigente prevede che l’ultimo terzo della Serie A si disputa interamente a porte chiuse, quindi la naturale conseguenza di tale provvedimento è quella che il fattore campo scompare definitivamente. A questo proposito pertanto ritengo assolutamente inutili e fine a sé stesse le osservazioni degli organi di informazione della stampa specializzata in genere nel merito delle partite interne o esterne, nel caso specifico, del nostro amato TORO, durante quest’ultimo terzo di campionato da disputare in un ambiente assolutamente surreale come sono gli stadi sostanzialmente deserti privi della presenza del pubblico pagante e non … . Il quotidiano sportivo torinese annuncia proprio nell’edizione odierna che il patron Cairo ha saldato la mensilità di Febbraio a tutti i calciatori e lo Staff del TORINO F.c. .
    Alla data odierna quindi rimangono in sospeso tre mensilità e nella trattativa in corso e condotta dal Responsabile dell’Area Tecnica Davide Vagnati pare che i calciatori granata siano disposti a rinunciare soltanto ad una delle tre mensilità corrispondenti al periodo di lunga inattività agonistica e professionale causata dalla tragica pandemia. Naturalmente è auspicabile che entro la data del 20 Giugno p.v. le parti, ossia la Società, rappresentata dal Direttore Sportivo Vagnati, e la Squadra intera possano ratificare un definitivo accordo collettivo in modo tale che gli stessi calciatori del TORO possano affrontare il Parma con la giusta e assoluta concentrazione e determinazione, quindi con la testa assolutamente priva di alibi e svuotata da eventuali dannosi condizionamenti psicologici causati appunto dalla citata trattiva economica. Pertanto alla luce di tutte le varie considerazioni del momento, fratelli granata, ritengo che si annuncia un finale di stagione assolutamente agguerrito, difficile e complicato nell’ottica dell’agognata salvezza del nostro amato TORO. Ribadisco che personalmente faccio gli scongiuri … . Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lucapecc_908 - 2 mesi fa

      Tutto giusto, ma a parte i gobbi anche le altre squadre non mi sembra abbiano raggiunto accordi con i giocatori sui pagamenti dei tre mesi senza calcio, quindi su questo punto dovremo essere più o meno tutti sulla stessa barca. Anzi, l’unica cosa che potrebbe essere a nostro vantaggio è che noi abbiamo solo due giocatori a scadenza di contratto a giugno (De Silvestri e Ansaldi) e che molto probabilmente rinnoveranno. Gli altri oltre che per il Toro dovranno giocare per se stessi sia che desiderino restare, sia che vogliano andare via. Perchè se nessuno si presenta a comprarti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bacigalupo1967 - 2 mesi fa

    La salvezza sarà durissima da raggiungere.
    Rosa ridotta all’osso grazie all’assurdo mercato di gennaio, una partita ogni 3 giorni, un allenatore praticamente esordiente in serie A, calendario oggettivamente difficile, molti calciatori soggetti a frequenti infortuni muscolari De Silvestri Lukic Ansaldi, altri sul piede di partenza come N’kolou Izzo Zaza, altri inconstanti come Aina Meite e Bremer, Verdi un ectoplasma incapace anche di tirare un solo corner decente in tutta la stagione, la questione premi non risolta, uno spogliatoio spaccato le liti Sirigu Rincon tanto per citarne una. Possiamo solo sperare nelle proprietà taumaturgiche di Vagnati, nell’apertura dei cordoni della borsa di Cairo per stimolare sti 4 smidollati a mettere la gamba e a marcare gli avversari a meno di un metro di distanza, nelle parate di san Sirigu e nelle capacità divinatorie di Bertu62 che ritiene non solo che la squadra sia uscita rafforzata dal sontuoso mercato di gennaio operato da Cairo, ma che riuscirà a fare ben più dei 13 punti necessari per salvarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 2 mesi fa

      Epitaffio anticipato, ma sacrosanto. Amen.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy