Torino a Stoccolma, ma con uno chef italiano

Torino a Stoccolma, ma con uno chef italiano

Verso Brommapojkarna-Torino / In Europa League, la cucina affidata ad un tifosissimo del Toro: Domenico Massasso

di Redazione Toro News

Gravad Lax, Lachs Wrap, Zimtschnecke, Köttbullar, Bakelse: specialità svedesi che lasciamo tranquillamente mangiare agli appassionati di IKEA e dei suoi comodini a basso costo. Molto meglio uno spaghetto, oppure il classico salume nostrano accompagnato da un bel pezzo di parmigiano.

L’esordio in Europa League del Torino si avvicina, l’intera preparazione è stata effettuata nei dettagli e nulla è stato lasciato al caso. Nemmeno in cucina, dove i granata hanno preferito affidarsi ad uno chef tutto italiano: Domenico Massasso. D’altronde, perché fidarsi – per quanto possano essere gustose certe ricette scandinave – della cucina locale, quando si ha la fortuna di avere in casa un cuoco professionista e granata?

Domenico, titolare del noto ristorante granata ”Ischia Ponte”, realizza così un sogno inaspettato: cucinare per la sua squadra del cuore e deliziare i palati dei suoi beniamini. 

Ovviamente, con prodotti nostrani, controllati e genuini…

Il prode Domenico per arrivare a Stoccolma si è sobbarcato un lungo viaggio in pulmino ma per il Toro si fa questo e altro! Da oltre 20 anni tifoso granata ha sempre tifato  dalla Curva più bella d’Europa la “Maratona”. Vent’anni or sono mai avrebbe immaginato di essere lo Chef granata e per di più cucinare per il Toro in un paese nordico come la Svezia. Una bella storia granata!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy