Torino: Barreto – Larrondo un attacco non all’altezza dell’Europa

Torino: Barreto – Larrondo un attacco non all’altezza dell’Europa

Europa League, RNK Split – Torino 0-0 / Spalato non è Stoccolma: i due attaccanti granata a digiuno, con Quagliarella risparmiato dall’inizio e Martinez in panchina

di Diego Fornero, @diegofornero

Se la passerella della Tele2 Arena di Stoccolma, nella gara di andata contro il Brommapojkarna, aveva potuto far sorgere qualche dubbio, grazie alla doppietta di Marcelo Larrondo e la rete di Paulo Vitor Barreto, la sfida di ieri sera a Dugopolje, nei dintorni di Spalato, ha riportato il Torino alla realtà.

SQUADRA AFFATICATA, ATTACCO FLOP – In una squadra stanca e con poche idee, ovviamente affaticata e appesantita da 45 giorni di preparazione dura, c’è un reparto che, più di ogni altro, ad oggi non convince, ed è quello offensivo. Con Alessio Cerci conservato nella naftalina, in attesa di sviluppi di calciomercato (già oggi il Milan potrebbe affondare per averlo, una volta per tutte), Giampiero Ventura, nel suo “nuovo” 3-5-2 che prevede due punte vicine le une alle altre, si è affidato ancora una volta alla coppia formata dall’argentino ex Siena e dal brasiliano ex Bari, stavolta con risultati decisamente non soddisfacenti.

QUAGLIARELLA A RIPOSO – Fabio Quagliarella, a sorpresa, si è accomodato in panchina, ma ha dimostrato, nella ventina di minuti disputata, di poter dare qualcosa in più: tutti sanno, ovviamente, che sarà il bomber di Castellammare di Stabia il “titolare” in campionato, affiancata da un qualcuno che dovrà prendere, eventualmente, il posto di Alessio Cerci (caldo il nome di Duvan Zapata del Napoli), ma la mancanza di alternative preoccupa.

E MARTINEZ? I TIFOSI GRANATA SPERANO… – Ad onor del vero, è stata positiva ieri la prova di Barreto, perlomeno in fase di manovra, mentre ha decisamente deluso Larrondo, che si è trovato, sui piedi e sulla testa, numerosi palloni che avrebbero dovuto essere capitalizzati. Giampiero Ventura, ieri sera, poi, ha addirittura preferito non giocarsi il terzo cambio, non concedendo spazio, questa volta, al venezuelano Josef Martinez, che pure aveva fatto bene al ritorno contro il Brommapojkarna, oltre a strappare applausi domenica scorso al triangolare amichevole di Mondovì. Che sia quella composta da Quagliarella e dal “Brigante Vinotinto” la coppia d’attacco che vedremo giovedì prossimo, al ritorno, tra le mura amiche dello Stadio Olimpico? Una cosa è certa: Barreto – Larrondo difficilmente pare proponibile come duo d’attacco all’altezza dell’Europa. E i tifosi granata si augurano, quando e se sarà ufficialmente partito Alessio Cerci, che l’alternativa possa rivelarsi all’altezza…  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy