Torino: Baselli e Zaza verso il completo ritorno e De Silvestri non preoccupa

Torino: Baselli e Zaza verso il completo ritorno e De Silvestri non preoccupa

Infermeria / L’obiettivo è avere in gruppo i tre giocatori entro la settimana

di Marco De Rito, @marcoderito
Baselli

Ecco gli ultimi aggiornamenti sugli acciaccati di casa Toro, tutti giocatori che Moreno Longo spera di aver disponibili il prima possibile, come ha rimarcato nel post-partita di Torino-Sampdoria. Daniele Baselli e Simone Zaza sono rientrati parzialmente in gruppo svolgendo buona parte dell’allenamento di quest’oggi al Filadelfia, con focus sulla parte atletica. Il centrocampista ha quasi smaltito l’infortunio ad un polpaccio rimediato a gennaio, mentre l’attaccante è quasi recuperato dal problema ai flessori della coscia destra che lo tiene ai box da inizio 2020. L’obiettivo è quello che siano entrambi pienamente disponibili entro pochi giorni e il fatto che la prossima sfida sia solo lunedì prossimo aiuta.

Anche per Lorenzo De Silvestri l’obiettivo è il medesimo. L’esterno ha accusato una lieve distorsione alla caviglia destra nella partita contro la Sampdoria, ma non preoccupano le sue condizioni. Oggi ha svolto una seduta personalizzata e non si è visto sul prato del Filadelfia, ma non si tratta di un infortunio grave. Infine come anticipato, nessun problema per Nicolas Nkoulou e Lyanco. I due hanno subito due lievi contusioni dopo lo sconfitta di sabato e oggi si sono allenati regolarmente. Possibile dunque che Longo possa avere tutti i giocatori disponibili per la trasferta in casa del Milan.

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pikoz - 2 settimane fa

    Per Bertu62
    Grazie, è sempre piacevole poter leggere una risposta articolata che esprime un pensiero logico.
    Mi trovi totalmente d’accordo sul fatto che la media tra Sinisa e WM sarebbe una la cosa migliore (anche a me piaceva la spregiudicatezza del Serbo, anche se non condivido le ultime esternazioni politiche)
    Ero tra quelli, come te, contento perché la squadra era rimasta intatta anche se speravo in un miglioramento della rosa ad inizio mercato..
    Anche solo un paio di scommesse a centrocampo, anche giovani e/o sconosciuti, ma l’avrei preferito all’immobilismo e all’attesa della fine telenovela Verdi…
    Avrei sperato in un nuovo Benny Carbone, ma è un sogno e con Mazzarri ci aggiungerei impossibile..
    Quello che mi fa rabbia è l’atteggiamento tenuto dall’ex mister,il modo di porsi verso noi tifosi e la ricerca di scuse (nn motivazioni) sempre esterne al suo operato.
    Mettiamoci pure che un allenatore resta sempre e comunque un dipendente per quanto privilegiato, ma tentare di coprire le malefatte di Cairo se non avvallato anche da lui, lo trovo da persona di poco spessore.
    Qualcuno potrebbe anche trovare in questo comportamento valori totalmente diversi e positivi, io no. Uno che guadagna 2 milioni all’anno può permettersi di andare contro alla proprietà perché nn vive il pericolo di non poter mangiare o pagare le bollette.. quindi per me è colpevole dei mali della squadra quanto Cairo.
    Non assolvo totalmente i ragazzi che scendono in campo, molte responsabilità sono anche loro, ma tengo bene a mente che la maggior parte ha l’età dei miei figli o dei loro amici..circa vent’anni…come dicevo in un altro commento, i senatori (o quelli che indichiamo come tali) hanno 30anni..se dovessero calarsi nel mondo reale, alcuni sarebbero “bambini” gli altri forse si affaccerebbero oggi al mondo del lavoro…
    Questo per dire che noi nutriamo aspettative, mettiamo sulle loro spalle la responsabilità di rappresentare non solo i nostri colori, ma e soprattutto i nostri valori..e granata come sei, non ho bisogno di dire altro..solo chi è granata può comprendere, come sono sicuro hai fatto tu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leggendagranata - 2 settimane fa

    Questa è una squadra di medio valore, con poche alternative valide. E’ la realtà e bisogna prenderne atto. Altrimenti ci si risveglia dai sogni con le ossa rotte (cosa che sta accadendo) Purtroppo Mazzarri si era incaponito contro Ljajic, Soriano, Zaza e in ultimo Iago Falque (per non parlare della cessioni di Bonifazi e Laxalt). Bisognava adattare la tattica alla loro presenza (in caso di Ljajic e Soriano naturalmente di uno dei due) e non fare viceversa. Si tratta di giocatori di buon livello, la loro assenza incide sulla qualità del gioco. Secondo me, il problema è ora cambiare modulo, per inserire in attacco la coppia Belotti/Zaza,passando al 4-4-2 e modificando il tipo di manovra, che deve prevedere un gioco anche per vie centrali e non solo sulle fasce, dove il rientro di Ansaldi è grasso che cola (senza lui, come si è visto, sono guai). Ma ci vuole qualcuno che sappia imbeccare le punte e la mancanza di giocatori come LJajic, Soriano e Iago Falque è pesante. C’ è Baselli che se sfodera un po’ di personalità e si assume qualche responsabilità può essere quel punto di riferimento fra le linee che ci manca. Fra l’ altro ricordo che sapeva anche tirare dal limite. Insomma, torniamo alle cose logiche e semplici, non pretendiamo la luna (questo ci passa il convento) e non pretendiamo subito fuochi d’ artificio dalla coppia Belotti/Zaza. Sappiamo che Zaza a volte sbaglia per voglia di strafare, ma è potente, rapido e con Belotti ha anche fornito qualche buona prestazione (ricordo ad esempio la partita col Milan). Longo dia una sua impronta nuova al gioco, è stato preso per quello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Athletic - 2 settimane fa

    Il rientro in gruppo di Baselli e Zaza secondo me è importante, adesso abbiamo qualche soluzione in più. A questo punto della stagione continuare col tridente non so quanto possa essere redditizio. quando c’erano Ljajic e il miglior Iago che davano palle a Belotti poteva avere un senso, ma adesso abbiamo un buon Berenguer, che comunque può valere la metà di Ljajic e un Verdi che non vale nemmeno un decimo di Iago e quindi è quasi come giocare con un uomo in meno. Forse è meglio mettere Zaza in attacco assieme a Belotti, trovando il modo per farli coesistere e aggiungere un centrocampista in più, in questo modo anche la difesa che quest’anno prendere imbarcate a ripetizione, avrebbe un filtro maggiore dal centrocampo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mirafiori64 - 2 settimane fa

    che piaccia o no baselli è il nostro miglior centrocampista e questa misura la qualità del ns centrocampo. Insiema a rincon forma la coppia piu affidabile a centrocampo. La sua mancanza si è sentita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DARIOGRANATA - 2 settimane fa

      d’accordo per Baselli, non per Rincon, il fallo ingenuo che ha portato al pareggio della Samp non é perdonabile ad un giocatore della sua esperienza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Pikoz - 2 settimane fa

    Ciao Bertu62, a parer mio, e sono uno di quelli che ammette l’antipatia verso Mazzarri a prescindere (così sono chiaro) il problema di fondo è che già lo scorso anno abbiamo rischiato molto in fase difensiva ma c’era (a volte capita) una sana dose di “amalgama” e molti giocatori sono risultati nel complesso, migliori del loro standard abituale, questo secondo me ha spinto Mazzarri, convinto dell’ eventuale naturale crescita del gruppo a giocare ancora più coperto, tralasciando la fase offensiva pensando che tanto qualche ripartenza o contropiede l’avremmo azzeccato trovando praterie nelle quali fare scorazzare il Gallo…
    Peccato che ci sia stata un’involuzione dei singoli, vuoi, per motivi diversi, sia di campo che extra campo, per cui non si è più neanche riusciti a ricreare quellea fase difensiva che tanto aveva coperto la mancanza di gioco..
    Le mie sono tutte supposizioni e non ho prova di nulla di ciò che dico, è solo una mia idea.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 settimane fa

      🙂 … Ti fa onore riconoscere l’antipatia, credimi! Non sai quanti non lo dicono né lo ammettono ma poi, a conti fatti…
      Cmq onestà per onestà anch’io Ti devo dire che non amo particolarmente Mazzarri ed il Suo modo di fare calcio, preferisco (e preferivo..) quello di Sinisa che ricorda parecchio il buon vecchio Zeman:” vincere facendo 1 gol più degli avversari, anche se loro ne fanno 6!”… Ecco, a conti fatti bisognerebbe trovare la giusta via di mezzo, non trovi???
      La situazione però è questa: Mazzarri e Cairo hanno deciso/scelto (vedi Tu..) di tenere in piedi “la baracca” dell’anno prima ed io, ma credo di non essere stato l’unico, ero MOLTO MOLTO soddisfatto perché credevo che diversi giocatori sarebbero andati via (Tipo Sirigu, tipo Belotti, tipo lo stesso N’Koulou, ma anche altri se vuoi, tutta gente che aveva fatto bene ed aveva “mercato”..) ma il vederli restare mi aveva fatto ben sperare! Però sai una cosa? Non sono mica stati i soli a tenere tutti! Il Napoli, ad esempio, ha fatto lo stesso, tenendo tutti “i big” (da Insigne a Mertens, da Koulibali a Callejon…) e la Lazio uguale (Milinkovic, Luis Alberto, ecc…ecc….) quindi sai, in fondo non boccio “a prescindere” la scelta, anche perché quanti si sarebbero (giustamente) inc**zati per un N’Koulou ceduto a Luglio? No, come detto in altri post sono convinto che ci sia stato “qualcosa” a livello di spogliatoio che non è stato gestito bene, non so da CHI, ma sicuramente con “la storiaccia” di Petrachi abbiamo perso parecchio, soprattutto in “serenità/compattezza” fra giocatori!
      L’involuzione, come giustamente dici Tu, può anche starci MA NON a livello degli elementari: stop sbagliati, controlli-palla che neanche fra i dilettanti, passaggi di 2 metri fuori misura: queste sono cose che vanno OLTRE l’involuzione, e che guarda caso negli allenamenti non vengono fatti! Mazzarri può essere stato “mancante” a livello “comunicativo”, come nel caso dell’aver citato Chiellini come “esempio” da seguire, ma nella sostanza non era certamente uno stupido! SE si fosse reso conto che alcuni giocatori non avevano intenzione di giocare al pallone (perché DI QUESTO si tratta) allora li avrebbe messi fuori (come ha fatto nel caso di Parigini, tante tante parole, TROPPE, e pochissima sostanza….) però purtroppo (per Lui E PER NOI!) questi “gentiluomini” in allenamento ci danno dentro, salvo poi “spomparsi” in partita…
      Guarda, Ti dirò di più: la sostituzione di Mazzarri (ha rescisso il contratto, non è stato ESONERATO, quindi non prende un Cent di €uro e questo, per me, significa che anche Lui è rimasto “male” per questa cosa…) è arrivata perché ha capito che c’erano appunto dei “gentiluomini” che hanno voluto questa situazione, ed il fatto che sia arrivato Moreno Longo sono convinto che porti INNANZITUTTO zero alibi/scuse: non conosce nessuno, non deve niente a nessuno e non guarderà in faccia nessuno, dopodiché saranno in parecchi a finire in panca se non in tribuna di qui alla fine del campionato, nomi o non nomi, bravura o meno: ci sono dei giovani che “promettono bene”, e perso per perso stai a vedere che li farà giocare!
      FV♥G! SEMPRE!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14287754 - 2 settimane fa

    buono dai tutti inisieme per fare sti benedetti 13 punti forza ragazzi forza Moreno!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 2 settimane fa

    Faccio una riflessione ad alta voce:
    sono sempre stato piuttosto critico (per usare un eufemismo) neo confronti di Baselli, tuttavia le ultime vicende (della squadra) mi stanno portando a ricredermi, cosa peraltro che ho già dovuto fare nei confronti di molti altri, Izzo e Meitè su tutti (N’Koulou lo consideravo già “perso” l’estate scorsa, ed il Suo “reintegro” in squadra credo sia stato motivo di “disappunto” per diversi giocatori, come il Gallo tanto per dirne uno; che invece hanno sempre dato il 110% senza MAI fare né casini né tantomeno atteggiarsi a “primedonne” per inseguire 4 spiccioli in più…): Baselli fino a quando ha giocato ha sempre dato una sorta di “quadratura” al reparto difensivo facendo da collante con la mediana, un po’ di come un regista arretrato, che giocava davanti alla difesa ma dietro alla linea mediana…
    Di sicuro, e torno a ripeterlo, Mazzarri ha avuto le Sue colpe ma bisogna riconosce che ha anche avuto “sfiga” nel momento in cui gli sono venuti a mancare: Lyanco (infortunio in Nazionale) quando magari poteva entrare al posto di N’Koulou (infatti l’anno scorso al Bologna nella stessa posizione ha giocato un girone di ritorno eccellente…), Iago (scomparso addirittura durante i preliminari di EL e mai più tornato disponibile, tanto è vero che manco adesso al Genoa sta giocando..) e Baselli appunto….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 2 settimane fa

      sono daccordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kieft - 2 settimane fa

        Ciao bertu, Mazzarri non mi stava sulle balle fino quando non è arrivato al toro …63 punti quindi conti anche i tre regalati dalla Lazio in gita l’ultima di campionato ….facciamo 60 …..io con Mazzarri ho visto giocare bene solo una partita con la Samp a Genova per il resto nessun gioco ….punti si ma gioco no ….Mihajlović contro le piccole in casa ho visto delle belle partite con belle azioni e tanti goal ma anche brutte batoste …..ventura è quello che ho preferito grazie a cerci e immobile probabilmente ma anche a Bilbao senza cerci e immobile ….le mie critiche sono per il non gioco espresso dal mister toscano ….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SemperFidelis - 2 settimane fa

          Per onestà intellettuale se si toglie i 3 punti per la gita a roma vanno aggiunti una decina per torti aritrali veramente scandalosi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Kieft - 2 settimane fa

      Baselli è sempre stato il nostro miglior centrocampista, tecnicamente il migliore, capace di fare più ruoli e il più bravo a calciare , il più sfruttato da tutti gli allenatori, …..Lyanco a Bologna giocava a 4 ….Mazzarri è stato tutto fuorché sfortunato …ha vinto tante di quelle partite senza meritare …..mi viene in mente contro il Frosinone di Longo o quest.’anno contro l’Atalanta…poi arrivato ha piazzato Ljiaic in panca per poi dopo 6 settimane doversi ricredere ….infine l’ha fatto vendere per prendere Verdi dopo 12 mesi ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bertu62 - 2 settimane fa

        Certo, questo è un modo di vedere le cose, tuttavia non riesco a capire fino in fondo i ragionamenti che fanno la maggior parte dei tifosi, come nel Tuo caso @kieft (ma non sei il solo, tranquillo che non ce l’ho con Te in particolare, dico a Te perché mi hai offerto l’assist 🙂 …): quando fa comodo si tirano fuori i numeri (partite perse, pareggiate, Km percorsi, ecc…ecc….) quando invece non conviene (per le proprie argomentazioni, Ndr..) allora non vengono citati oppure vengono “sminuiti” come nel caso delle vittorie (frutto di “fortuna”, che in questo caso va bene citare ma nel caso della “sfortuna” invece non c’è, non esiste!!!): Mazzarri SENZA Ljajic ha fatto si o no 63punti? Sinisa con Ljajic, Iago al TOP e Belotti capocannoniere quanti ne ha fatti? Dai su! Cerchiamo di essere obiettivi! Oppure di dica, chiaro e tondo: Mazzarri mi sta sulle balle, e qualsiasi cosa abbia fatto non mi interessa! Così se non altro è un parlare chiaro, totalmente prevenuto ma chiaro!
        Eppoi dai, ancora sta storia di Ljajic: il Serbo non andava bene già a Sinisa per quanto indisponente era, tanto è vero che è finito in tribuna (manco in panchina) più di una volta, figurati un po’ se con Mazzarri avrebbe accettato di farsi il K**o a tornare in mediana (come ha fatto e come continua a fare Belotti, ad esempio) oppure a pressare e/o fare interdizione sugli avversari! Manco Niang lo faceva, ed infatti sono stati ceduti entrambi…
        Spesso facciamo (tutti, mi ci metto anch’io…) l’errore di vedere come un giocatore (magari che avevamo e che poi è stato ceduto) potrebbe adesso servire, ma non teniamo conto DI COME il Mister vuole giocare: Mazzarri voleva alcuni giocatori che facessero diversi ruoli, terzini che facessero anche le mezz’ali, trequartisti che giocassero sia costruendo, impostando le azioni che interrompessero l’iniziativa degli avversari pressando alto e recuperando palloni con gli esterni a proporsi larghi per fare cross al centro oppure dando ai centrocampisti che dovevano arrivare “a rimorchio”, cose che sono riusciti a fare nel girone di ritorno l’anno scorso e all’inizio di quest’anno (preliminari compresi…)… Poi qualcosa c’è rotto, all’interno della squadra: cosa, non lo so, però parliamoci chiaro: quelli dell’anno scorso, quelli ha in tutto il campionato hanno preso solo 37 gol, quest’anno NON POSSONO essere diventati IMPROVVISAMENTE brocchi da prenderne 42finora! E qui mio caro Mazzarri C’ENTRA UN TUBO! Non sono i Suoi “schemi”, i Suoi “moduli” (che a detta di molti, TROPPI, erano solo PULLMAN davanti alla porta e basta…), qui mio caro C’E’ DEL MARCIO, ed è nei giocatori!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Pikoz - 2 settimane fa

          Ciao Bertu62, a parer mio, e sono uno di quelli che ammette l’antipatia verso Mazzarri a prescindere (così sono chiaro) il problema di fondo è che già lo scorso anno abbiamo rischiato molto in fase difensiva ma c’era (a volte capita) una sana dose di “amalgama” e molti giocatori sono risultati nel complesso, migliori del loro standard abituale, questo secondo me ha spinto Mazzarri, convinto dell’ eventuale naturale crescita del gruppo a giocare ancora più coperto, tralasciando la fase offensiva pensando che tanto qualche ripartenza o contropiede l’avremmo azzeccato trovando praterie nelle quali fare scorazzare il Gallo…
          Peccato che ci sia stata un’involuzione dei singoli, vuoi, per motivi diversi, sia di campo che extra campo, per cui non si è più neanche riusciti a ricreare quellea fase difensiva che tanto aveva coperto la mancanza di gioco..
          Le mie sono tutte supposizioni e non ho prova di nulla di ciò che dico, è solo una mia idea.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. spelli_446 - 2 settimane fa

          Un allenatore che vale i soldi che prende adatta il gioco, la tattica, alle caratteristiche dei giocatori che ha per ottenere il massimo rendimento e non viceversa Un levriero non tirerà mai una slitta, ma se lo fai correre non lo prende nessuno..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bertu62 - 2 settimane fa

            Hummmm…Belle parole le Tue, ma mi sembrano più “retorica” che altro… Vorresti dire quindi che se un allenatore che guadagna 12Milioni di €uro ad esempio, mettiamo un Antonio Conte tanto per fare nome e cognome, ad uno così non servirebbero giocatori “nuovi”? Allora perché Marotta ha preso Lukaku, Lautaro Martinez, Eriksen (adesso) e a dato via tutti gli altri? Se Conte fosse talmente bravo (bravo da 12MILIONI/€..) allora dovrebbe “adattare” il Suo gioco ai giocatori che si ritrova SENZA andarne a chiedere altri dal mercato né andando a cederne alcuni, no?
            La verità caro amico è che OGNI OGNI OGNI allenatore fà il gioco che PUO’, sono molto pochi quelli che RIESCO perché o giocatori che vorrebbero non riescono ad averli! Vedi Sarri ai Gobbi? Vorrebbe fare il gioco che faceva al Napoli, ma non può! Idem Ancelotti prima e Gattuso adesso,oppure Longo e prima ancora Mazzarri…

            Mi piace Non mi piace
    3. Bela Bartok - 2 settimane fa

      La riflessione mi pare corretta anche se non riesco a vedere Lyanco al centro di una difesa a tre. Comunque sarebbe tornato utile averlo disponibile e sul fatto che Baselli sia molto importante per gli equilibri della squadra ormai non c’è dubbio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. FORZA TORO - 2 settimane fa

    spero di sbagliarmi,ma i nostri problemi più gravi credo non siano dovuti se non in parte agli assenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy