Torino, il calo di risultati ha condizionato anche il numero di spettatori. Ora la riscossa con il Carpi

Destini legati / La risposta dell’ambiente: dai 21 mila di inizio campionato ai quasi 14000 contro il Chievo

di Federico Bosio, @fedebosio19

Il Torino è reduce dalla bella vittoria di Palermo e contro il Carpi cercherà di ripetersi per mettere a segno il secondo successo consecutivo e rilanciarsi definitivamente: queste partite devono rappresentare una sorta di nuova base di partenza per questa parte di campionato finale. Anche sotto l’aspetto “effetto stadio” che domenica si appresta a tornare una vera e propria bolgia granata.

La stagione dei ragazzi di Ventura tuttavia è stata più travagliata del previsto ed in particolare è stata finora caratterizzata da moltissimi alti e bassi che non hanno permesso ai granata di trovare una continuità ed una relativa stabilità. Questo andamento altalenante di prestazioni e risultati ha condizionato un altro dato decisamente importante per Glik e compagni: il numero di spettatori presenti allo stadio partita dopo partita.

Palermo-Torino
La Maratona itinerante a Palermo

L’affluenza del tifo granata all’Olimpico si è legata in maniera importante al momento della squadra ed ha vissuto una stagione “da montagne russe” seguendo esattamente i risultati ottenuti: sia chiaro, non si parla di una totale mancanza d’affetto nei confronti della squadra da parte della piazza, il cui nucleo vitale è sempre stato vicino ai granata anche nei periodi di maggiore difficoltà cercando di superarli insieme, attraverso un ambiente solido ed unito. Le statistiche però raccontano di una maggiore affluenza durante i periodi positivi e di un importante calo corrispondente ai momenti di difficoltà del Torino; i dati complessivi restano comunque positivo poiché il numero minimo di spettatori per un match di campionato si è registrato contro il Chievo con 14327 tifosi presenti allo stadio.

Torino FC v FC Internazionale Milano - Serie A
Torino-Inter, record stagionale: 25868 spettatori

Con numeri ben differenti era cominciata però la stagione del Torino: dai 20482 tifosi presenti contro la Fiorentina, ai 18686 che avevano assistito al successo sulla Sampdoria. Il record di incassi e biglietti venduti appartiene ancora al match contro l’Inter, nel quale l’Olimpico ha praticamente fatto il tutto esaurito: 25868 tickets; al secondo posto la sfida al Milan con 25477. Se ancora contro la Roma il numero di biglietti venduti è abbastanza elevato ed interessante (19781) è inevitabile notare come il calo di affluenza sia coinciso con il peggior periodo del Torino, denotando quindi tratti di sfiducia a parte della piazza: 15624 i tifosi contro l’Udinese, 14730 quelli contro l’Empoli, mentre per la sfida all’Hellas Verona i tickets venduti sono stati 15838.

Torino FC v US Citta di Palermo - Serie A corsa sotto la Maratona 2
Il Torino ha bisogno del sostegno del proprio pubblico

La missione del Torino è quindi quella di riconquistare interamente la piazza e proprio a questo proposito si è mobilitato anche il presidente Urbano Cairo, attraverso la campagna di forti sconti sui biglietti per la sfida contro il Carpi. La piazza sta già rispondendo presente e la vendita sta per ora andando a gonfie vele (leggi qui): ricucire la ferita e tornare a remare tutti dalla stessa parte, il Torino ha bisogno del calore del proprio pubblico in ogni situazione.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 5 anni fa

    se vogliamo fare un altro calcolo tipo capienza stadio/percentuale spettatori non mi sembra poi così male l’affluenza di pubblico, come qualche CRETINO voleva insinuare, visto anche i poco invitanti risultati ottenuti in casa quest’anno, certo lo stadio che abbiamo poi non è il massimo per il calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robert - 5 anni fa

    Se perdiamo in casa col Carpi è la volta buona per cacciare questo allenatore rincoglionito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy