Torino: il cammino europeo deve essere una dimostrazione di maturità

Torino: il cammino europeo deve essere una dimostrazione di maturità

Europa League / Che l’esordio contro il Club Brugge segni definitivamente l’inizio di una stagione, con i granata protagonisti

di Redazione Toro News

Dopo più di vent’anni, l’avventura granata nella vetrina europea è finalmente alle porte. Lasciata alle spalle la deludente sconfitta di domenica, il Toro si appresta a calcare il campo del “Jan Breydel” dove circa 1500 tifosi, partiti da Torino, sosterranno la squadra in questo atteso esordio.  

Sono passati ormai più di vent’anni da quella stagione memorabile targata ’91-’92 dove la squadra guidata da mister Mondonico si piazzò al terzo posto in campionato e viaggiava per mezza Europa dando lezioni di calcio a squadre come l’AEK Atene e il Real Madrid. Come non ricordare, poi, quella sedia alzata al cielo d’Olanda e quella finale che ha fatto sognare fino all’ultimo migliaia di cuori granata.

Se analizziamo proprio quel periodo, il Torino arrivava da una promozione in serie A avvenuta solo due anni prima e un inizio di stagione praticamente identico, se non peggiore, con un pareggio a Bari e una sconfitta in casa con la Lazio.

Insomma, indipendentemente da dove si riuscirà ad arrivare, il cammino europeo diventa innanzitutto una dimostrazione di maturità che la squadra deve dare prima di tutto a sé stessa e ai suoi tifosi. L’esordio di Brugge non può essere solo una semplice partita, ma bisogna che segni definitivamente l’inizio di una stagione che il Toro vuole vivere da protagonista.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy