Torino, il pagellone del 2019: Mazzarri 5, il girone di andata è deludente

Torino, il pagellone del 2019: Mazzarri 5, il girone di andata è deludente

I voti / Ecco il giudizio all’allenatore granata al termine del 2019

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Si avvicina anche per Walter Mazzarri il 2020, ed anche per il tecnico granata è tempo di bilanci di metà stagione: è lui a chiudere i nostri pagelloni di fine anno. Mazzarri, finora, è stato alla guida di un gruppo che ha faticato troppo a trovare continuità di risultati e anche di prestazioni quando siamo arrivati ormai a metà stagione: non può non risentirne il voto.

IL 2019 – La seconda parte del 2019 del tecnico granata non è stata per nulla soddisfacente: Mazzarri è stato alla guida di un gruppo che non ha espresso i valori dimostrati fino a maggio. Concedendo al tecnico il fatto che l’eliminazione dall’Europa League sia arrivata per mano di una squadra forte (probabilmente la più forte tra quelle possibili) come il Wolverhampton, resta il fatto che in campionato c’è il forte rischio di arrivare al giro di boa con meno punti rispetto all’anno scorso (sebbene, con due gare a disposizione, ci sia ancora la possibilità teorica di arrivare a 27 punti dopo 19 giornate come nel 2018-2019: ma anche quello fu un girone di andata ritenuto da molti non pienamente soddisfacente). Di sicuro le colpe del rendimento insoddisfacente del Toro non sono esclusivamente sue, ma una riflessione sul suo operato è da farsi: la squadra è rimasta quasi invariata rispetto ala scorsa stagione (perso Moretti, sono arrivati Lyanco, Bonifazi, Verdi e Laxalt) ma le sconfitte finora raccolte dal suo Torino (8), sono già più numerose di quelle subite nell’intero campionato 2018/2019 (7), e molte di queste sono arrivate contro squadre di qualità e classifica inferiore (leggasi Lecce, Sampdoria, Udinese, Spal).

RISCHI – Il Torino sinora visto non ha mantenuto le caratteristiche peculiari della scorsa stagione come la compattezza e la solidità difensiva, confermando inoltre le difficoltà ad esaltarsi in fase offensiva. Una metamorfosi negativa che ha creato una situazione di incertezza tale da veder vacillare la posizione di Mazzarri come tecnico del Toro in più di una occasione: l’allenatore toscano è inviso a buona parte dell’ambiente (in questo ha contribuito l’evitabile autogol dialettico su Giorgio Chiellini, che ha fatto infuriare oltre misura molti tifosi). Ma il presidente Urbano Cairo ha esternato sempre la massima fiducia nei confronti del tecnico, restituendo autorevolezza alla sua figura anche nei momenti più critici. Per il presidente, è Mazzarri l’uomo più indicato, per la sua esperienza, al fine di guidare la squadra fuori da un momento difficile. Così il Toro è arrivato a Natale, in attesa di scoprire cosa succederà ad inizio gennaio.

VOTO – Alla luce dei risultati sportivi del girone di andata, il voto che assegniamo al tecnico è sicuramente insufficiente: 5. Nel 2020 Walter Mazzarri dovrà ridare nuova linfa al Torino: non sarà facile, servirà nuotare controcorrente cercando di mantenere saldo il timone per dimostrare che il suo ciclo non è arrivato ai titoli di coda.

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. MV - 9 mesi fa

    Vediamo. Facciamo la media. A uno che nel girone di ritorno ha fatto record di punti (36) quanto gli vuoi dare per quei 6 mesi: 7? 8?
    E mi volete dire che questi ultimi 4 mesi valgono un 2 o un 3?
    Questa è l ultima vergogna di Toronews: articoli fatti per titillare la pancia dei tifosi più beceri.
    State diventando come Toro.it, e non è un complimento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 9 mesi fa

      Gli ultimi mesi valevano 7 e questi invece valgono 4. Quindi non sufficiente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dennislaw - 9 mesi fa

    spero non sia vero che Mazzarri è inviso ai tifosi per la frase su Chiellini che è l’unica cosa giusta che ha detto negli ultimi mesi. Faccio più intelligenti i tifosi granata. Cari amici granata , la verità è che Mazzarri è sopravvalutato nell’ingaggio e nella professionalità e lo ha dimostrato. Se l’hanno scorso lo hanno salvato la difesa più Belotti e Ljajc nel girone di ritorno, ma non ci siano qualificati a punti nè per EL e siamo stati eliminati dalla Fiore in Coppa Italia, quest’anno ha perso totalmente il bandolo. Pur avendo due attaccanti forti e in forma ( Belotti e Zaza) non li ha fatti giocare con continuità , cosa che poteva controbilanciare le incertezze difensive. Ma evidentemente i suoi schemi puntano su difesa e basta. Leggo che c’è una spiritoso che mette Zaza fra i 4 in pagella…mi sembra una quinta colonna della società , così si spiana la strada alla sua cessione. Ci diranno poi , come per Ljajic , che non voleva rimanere… dopo che Mazzarri gli avrà detto che per lui è da panchina…Auguri nonostante tutto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 9 mesi fa

    Nonostante non mi sia mai piaciuto mazzarri e nonostante sapessi che mancano un paio di centrocampisti di qualità, quest’estate credevo che la difesa sarebbe continuata ad essere un valore aggiunto e che, una volta consolidata la fase difensiva, anche grazie all’arrivo di verdi e Laxalt, sarebbe iniziato un processo di crescita della fase offensiva. Invece, soprattutto grazie a mazzarri, tra giocatori fuori ruolo, mentalità perdente, paura e formazioni senza senso ( tipo il 5-3-1-1 o cose simili) , più la voglia di andar via di certi giocatori che hanno capito che qui non avrebbero cavato un ragno dal buco, la squadra è allo sbando e i risultati scadenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

    Le ultime immagini sono quelle che si ricordano di più.. E le ultime immagini sono davvero scandenti. Naturale dare un’insufficienza piena a Mazzarri e a quasi tutta la squadra.
    I miei voti singoli del campionato in corso:
    Mazzarri, Izzo, N’Koulou, Zaza, Aina, Meite, Verdi : da settembre a oggi voto 4

    Baselli, Lukic, Rincon. De Silvestri, Bremer, DJidji , voto
    5

    Berenguer, Laxalt voto 5,5

    Ansaldi, Sirigu, Belotti voto 7

    Millico, Lyanco, Bonifazi, Iago: Senza voto. E quanto vorrei che il mister li provasse l’anno prossimo, anziché farli marcire in panchina o peggio venderli (mi riferisco a Bonifazi e Millico )

    Auguri di buon anno nuovo a tutti !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13967438 - 9 mesi fa

    Qualcuno deve essersi scordato che l’Europa, nonostante l’ottimo girone di ritorno, ce la mangiammo sul campo, e ce la assegnò solo il Tribunale di Losanna.
    La memoria obnubilata e corta delle recenti gloriose sconfitte cancella quelle passate?
    Perché l’unico fatto costante è perdere con chi è più scarso.
    Il guaio grosso deve essere che se non perdessimo quei punti finiremmo terzi o quarti, è tutto ciò non va bene: bisogna essere mediocri e pensare mediocre.
    Quindi evviva abbiamo giuocato bene 60 minuti a Verona, difficile fare meglio in quegli stessi 60 minuti: accontentista e mediocrista al tempo medesimo.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 9 mesi fa

      Che poi mi hai fatto riflettere, se vincevano la qualificazione col campo evitamo di fare la preparazione affrettata e avremmo (si spera) pianificato l’annata meglio, non solo allenamenti ma anche il mercato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Il_Principe_della_Zolla - 9 mesi fa

    Uno dei peggiori allenatori transitati al Torino. Gioco scadente, spettacolo nullo, nessuna valorizzazione dei giovani, appeal mediatico e empatia con i tifosi pari a zero. Prima se ne va, meglio è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 9 mesi fa

      Strano peró il mondo. Uno dei peggiori peró é quello che ha fatto il record di punti. Forse il mondo viaggia alla rovescia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 9 mesi fa

        I punti si fanno incontrando squadre che soprattutto nel finale di stagione possono avere motivazioni diverse.
        L’anno scorso il fattore C l’ha fatta da padrone regalandoci un girone di ritorno in cui nelle ultime 10 partite abbiamo incontrato una sola squadra che avesse reali motivazioni (l’Empoli) e ci abbiamo preso una bella scoppola.
        Il gioco era merdoso anche l’anno scorso ma bastava x portare punti a casa ma quest’anno è cambiata xké le altre si sono rinforzate noi siamo andati ALL IN su mr 25mln

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ddavide69 - 9 mesi fa

    Secondo me il 5 e ampiamente meritato, più che altro per la gestione del mercato e dei preliminari di coppa. Tutto in concomitanza con il sommo pontefice che si merita anche lui un bel 4,5 vista anche la gestione del ds

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Conta7 - 9 mesi fa

    Capisco che siamo tutti delusi da questo inizio stagione, ma dare 5 citando solo l’ultima parte di stagione non è onesto.
    Non abbiamo memoria e questo è il brutto del calcio, ma non possiamo dimenticare il girone di ritorno dello scorso anno cavolo!
    Abbiamo vissuto, Bilbao a parte, l’unico vero momento di esaltazione calcistica della nostra storia recente. ..
    Con Mazzarri in panchina!
    Ad ogni modo, Auguri di Buon Anno a tutti i granata!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mimmo75 - 9 mesi fa

    Ma complimenti…. quindi, si fa il pagellone del 2019 e si da un 5 perchè gli ultimi 4 mesi sono stati insoddisfacenti anche se si riconosce che non tutte le colpe sono del mister. Però! Notevole equilibrio nel giudizio: giudico 4 mesi e do un 5 ma minimizzo gli altri 8 (il doppio) dove la squadra ha viaggiato a ritmi da CL e per i quali, se tanto mi da tanto, Mazzarri avrebbe meritato almeno un 7. Quindi: se do 7 ai primi 8 mesi e ottengo 5 come media finale ne consegue che gli ultimi 4 mesi li giudico da 3 (siamo a 4 punti dall’Europa eh…) anche se riconosco che non tutte le colpe sono di Mazzarri. Ma per cortesia….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RossoSangueGranata - 9 mesi fa

      Fra due anni continuerai a tritarci i maroni sul “fantasmagorico” girone di ritorno del 2019 e sui ritmi da CL ?

      Oppure ti verranno anche in mente tutti i suoi record negativi attuali (falli, sconfitte stagionali, gol rimontati, ecc.), i disastri combinati in campo e furi, gli scarichi di responsabilità, le scuse variegate e variopinte dichiarate pubblicamente, la pessima gestione di giocatori e giovani del vivaio, il Fialdelfia chiuso e blindato per codardia e vergogna……e chi più ne ha più ne metta ?

      Altro che 5………….!!!!!!!!!!!!!

      Sottozero è il voto finale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 9 mesi fa

      la squadra e’ la stessa, l’allenatore lo stesso, c’e’ un petrachi in meno, una strategia di tenere tutti.

      ci sono tante variabili nel calcio, l’anno scorso il campionato e’ stato altamente anomalo, a parte la juve sempre prima, le altre erano piu’ o meno sullo stesso livello, dalla terza alla decima.
      E’ stato un campionato piu’ brutto del solito, non sono io a dirlo.
      Il gioco di mazzarri ha funzionato perche’ interdizione e goals di rapina hanno fatto bene.
      Il famoso rollino da champions league e’ finito li.
      Non credo che sia colpa della dipartita di moretti (djidji fece cmq piu’ di una dozzina di presenze), e’ tutto uguale, un verdi in piu’ un iago in meno.
      Un zaza piu’ in forma.
      Eppure?
      Eppure non si e’ cresciuti a livello societario come sono cresciute le altre squadre (guarda quelli che ci stanno davanti, cagliari e atalanta in primis)

      Non e’ colpa di Mazzarri?

      Secondo me nel calcio o hai la squadra o hai l’allenatore.

      Il ventura migliore tiro’ fuori dei campioni da rape (cerci bollito, ma soprattutto gazzi, e vives e insegno’ il calcio a glick), miha distrusse tutto e la differenza si vedeva, mettendo dentro ‘scommmesse’ fecero una figura di merda, penso ad ajeti o a carlao.
      Forse Ajeti con un allenatore buono sarebbe cresciuto.

      Il tuo favorito WM tende ad avere (come tutti) le sue convinzioni, pero’ queste ahime’ cocciano molto male con la realta’.

      Vuol far crescere Bremer e gli da fiducia infinita, e’ convinto che Zaza sia un pezzo di merda, fiducia infinita anche a Verdi, usa e getta Berenguer…

      Il gioco latita, i tiri in porta.

      L’anno scorso almeno ci salvo’ da colossali figure di merda, quest’anno manco quello.

      Va benissimo tifarlo fino alla fine dell’anno, ma speriamo che non ci sia gia’ stato un tacito rinnovo, non e’ l’allenatore giusto per questo torino.

      (ci sono poi altri ‘nei’ della sua gestione, come l’avversione per i giovani, o aver preso laxalt per lasciarlo in panchina, o le stronzate dei ‘non ha i novanta minuti’ o la rosa corta…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Ardi - 9 mesi fa

      Aveva in mano una difesa tra le più forti e che a differenza di quest’anno erano motivati, il gioco offensivo non c’è mai stato e infatti abbiamo avuto il record di pareggi. Poi nonostante le grosse lacune a centrocampo, ha avuto a disposizione la miglior squadra dell’era cairo, che non vuol dire una meraviglia, ma solamente che gli anni precedenti era peggio. Per quanto riguarda adesso abbiamo un infinita’ di record negativi, dal numero di sconfitte, al numero dei km percorsi, al numero di tiri, al numero di gol subiti ai pochi fatti ( meno sei la media inglese). Più altre statistiche indecenti, oltre alla svalutazione di praticamente tutti i giocatori, per non parlare dell’agonia che si prova guardando le partite del Toro. Poi ci sono le decine di scuse accampate veramente ridicole che identificano il personaggio. Non capisco perché, Mimmo, che sembri persona sobria ed intelligente, continui a difenderlo ad oltranza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Carlin - 9 mesi fa

    Dargli 5 è un premio. quando arrivo’, dopo aver visto come faceva giocare la squadra ho cominciato a criticare il non gioco che predicava. Umanamente lo giustifico ,ma professionalmente no. Prima va via,prima risorgeremmo. Con la sicura disapprovazione di Mimmo L’irriducibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. prawn - 9 mesi fa

    Grande punto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. giuseppelupotorin_14490180 - 9 mesi fa

    5??? Troppo! Gli do -2
    È uno scempio sto girone d’andata. Lecce, Sampdoria, udinese, spal, Lazio, Inter. Partite di merda, e sconfitte meritatissime!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy