Torino, la mossa di Mazzarri a Brescia: Laxalt mezzala è il cambio ruolo che funziona

Torino, la mossa di Mazzarri a Brescia: Laxalt mezzala è il cambio ruolo che funziona

Focus on / L’uruguaiano gioca da interno ed è decisivo per chiudere la partita. E il tecnico: “Per me è più mezzala che esterno”

di Marco De Rito, @marcoderito

Il Torino è tornato a vincere e l’ha fatto con un roboante 0-4. E per la vittoria dei granata a Brescia le mosse di Mazzarri a gara in corso sono state decisive. Dopo i due gol messi a segno nel primo tempo la squadra ha abbassato un po’ la guardia e, per cercare di aiutare la squadra a soffrire meno la reazione del Brescia, il tecnico di San Vincenzo ha deciso di far entrare prima Berenguer e poi Laxalt. Due sostituzioni che hanno cambiato in meglio la partita e così alla fine gli ospiti sono riusciti a dilagare.

CONTRO IL BRESCIA – Grazie alla sua doppietta Berenguer ha sicuramente dato un contributo fondamentale alla formazione granata, ma anche Laxalt si è reso protagonista. E lo ha fatto in un ruolo in cui a Torino non si era ancora mai visto: la sorpresa è stata quella di vederlo all’opera mezzala sinistra del centrocampo a cinque. Il suo ingresso ha permesso al Toro di avere più attenzione tattica e capacità di ripartire in velocità. Come ha dimostrato la sgroppata che ha portato al 3-0 di Berenguer: diversi metri percorsi palla al piede e assist per Berenguer.

MEZZALA – Mazzarri, nel dopopartita, ha spiegato la sua mossa a sorpresa, raccontando che per lui non è stata una sorpresa che Laxalt abbia reso positivamente da intermedio di centrocampo: “L’ho avuto quando era giovanissimo all’Inter, faceva quasi l’attaccante. E’ rapido, eclettico ed intelligente. Inoltre ho preferito lasciare Ansaldi sulla fascia perché era ammonito e non volevo rischiare che facesse falli sulle ripartenze del Brescia. Ho preferito lasciare lui a sinistra con Bremer a coprirgli le spalle. E poi sapevo che Laxalt avrebbe potuto far bene in quel ruolo“. Era l’estate del 2013 e Walter Mazzarri, neo tecnico dell’Inter, aveva a disposizione un ventenne Laxalt. In occasione di un’amichevole estiva il tecnico lo schierò proprio come mezzala. Poi la decisione fu quella di far partire l’uruguaiano in prestito al Bologna. Diversi anni dopo Mazzarri e Laxalt si sono ritrovati a Torino: le prime otto presenze sono state da esterno sinistro, il ruolo che il giocatore con le treccine ha quasi sempre ricoperto in carriera. A Brescia l’esperimento tentato ha funzionato: e chissà che non possa essere riproposto in futuro.

 

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. iugen - 10 mesi fa

    Piuttosto che rinnegare il centrocampo a 5 metterebbe pure Ujikani mezz’ala

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 10 mesi fa

    La domanda che ci si dovrebbe porre è: Laxalt, nella sua carriera, ha mai ricoperto con continuità quel ruolo?
    A me non risulta ma può darsi ricordi male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. microbios - 10 mesi fa

    Alè, un altro giocatore fuori ruolo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. abatta68 - 10 mesi fa

    Può anche essere per carità… ma ciò dimostra che se serve fare di necessità virtù vuol dire che qualcosa è mancato. Purtroppo sono decenni che continuiamo a dire sempre le stesse cose, cioè che non si riesce mai ad avere gli uomini giusti nei ruoli da coprire. Solo così si fa il salto di qualità, ovvero quello che ha fatto il cagliari e non il napoli… e meno che meno noi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Marchese del Grillo - 10 mesi fa

    L’unica cosa che non farà mai è scambiare di posizione Sirigu e Belotti! O forse no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eurotoro - 10 mesi fa

    agghiaggiande. ..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Leovigildo - 10 mesi fa

    Stiamo a vedere, comunque forse meglio lui di Meité o Lukic in quella posizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. toro - 10 mesi fa

    Questo la dice lunga di come ha le idee chiare mister mazzarri. E dire che di partite tra preliminari di EL, e campionato se ne sono giocate di partite. Aspettiamoci il modulo 9-1. Incredibile. Comunque sia alla ripresa del campionato non ci sarà più il Brescia, quindi riprenderemo con la solita solfa. Cioè SOFFRIRE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. grinta - 10 mesi fa

    Tutto un esperimento questo nuovo toro ….. tranquilli la prossima partita troveremo verdi in porta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 10 mesi fa

      Chissà magari lì 25mln li potrebbe valere…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. gianni bui - 10 mesi fa

    Mah…un altro esperimento…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy