Torino, Sampdoria in difficoltà: Ranieri chiede a Quagliarella di stringere i denti

Verso il match / I blucerchiati, tra assenze e sconfitte, non stanno passando un buon momento. Ma il Torino potrebbe non avere vita facile

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Sabato il Torino, adesso allenato da Moreno Longo, torna in campo e lo fa – dopo la rovinosa sconfitta contro il Lecce che ha portato alla reacissione consensuale di Mazzarri – sfidando alle 18 all’Olimpico Grande Torino la Sampdoria. Una gara tutt’altro che semplice, considerando le molte variabili in gioco. Andiamo ad analizzare il momento recente della squadra allenata da Ranieri.

PRESTAZIONI – Ultimamente il gioco della Samp non si sta distinguendo per brillantezza, ed i risultati ne stanno risentendo: i blucerchiati arrivano a Torino con un solo punto raccolto nelle ultime tre gare, nelle quali oltre al pari per 0-0 contro il Sassuolo si sono registrate le sconfitte – larghe – per 5-1 contro la Lazio e per 4-2 contro il Napoli. In generale, gli uomini di Ranieri, subentrato al posto di Di Francesco, non sono finora riusciti ad abbandonare la lotta salvezza e l’attuale 16° posto (con quattro punti di distanza sulla terzultima) fa pensare che fino alla fine per i doriani sarà un campionato di sofferenza. A tal proposito di certo non ha aiutato la sconfitta del Torino contro il Lecce. Una particolarità: la stagione fin qui disputata dai doriani ha evidenziato una marcata debolezza, vale a dire il black out su calcio piazzato: la Sampdoria è la squadra che ha subito più reti da fermo (7), se si esclude il Brescia. Una debolezza che il Toro del neo tecnico Longo potrà sfruttare a proprio vantaggio.

RECUPERI – A vantaggio dei granata, poi, la situazione infortuni vissuta dalla squadra di Genova. Dopo la gara con il Napoli, Quagliarella e Jankto hanno lamentato dei problemi fisici e sono ancora sottoposti a fisioterapia. Dalla Liguria stanno spingendo per un recupero veloce di entrambi in vista della gara contro il Toro, la cui assenza simultanea creerebbe non pochi problemi di formazione a mister Ranieri. L’attaccante comunque dovrebbe stringere i denti e giocare al fianco di Gabbiadini (colui che punì il Toro nella gara di andata). Di certo non si tratta di un giocatore come gli altri per il popolo granata, visti i suoi trascorsi al Torino. L’allenatore, inoltre, dovrà provare bene – nei pochi giorni che separano la Samp dalla gara – anche il nuovo arrivato Yoshida, in lizza per un posto da titolare già da sabato. Malgrado le assenze però c’è da attendersi una Sampdoria che scenderà in campo con un atteggiamento tosto e organizzato volto a portare a casa punti importantissimi.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Guevara2019 - 10 mesi fa

    Ah certo il Toro visto contro l’Atalanta e a Lecce pure la Samp potrebbe asfaltarci, a Genova vinsero senza troppi sforzi grazie a quel grande stratega di WM.

    Basta che giochino come contro il Milan e i 3 punti sono alla nostra portata, in aggiunta alla scossa che sta dando Longo, si può fare, si può fare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 10 mesi fa

      il valore dei nostri giocatori rispecchia il monte ingaggi..sono da 7°posto ma possono ambire al 6° se il mister li mette nei loro ruoli naturali se i tifosi tornano a fare il 12° !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 10 mesi fa

        Gli ingaggi sono un indice relativo, a questo punto della stagione e con i blackout che ci sono stati mi accontenterei di un campionato tranquillo, se arrivasse altro sarebbe un miracolo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. LeoJunior - 10 mesi fa

          Questo è verissimo. Però, se facciamo finta di non averli visti giocare quest’anno, un trio potenziale d’attacco Zaza – Gallo – Verdi non è che ce l’hanno in molti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. eurotoro - 10 mesi fa

            ..perché sirigu izzo nkoulu rincon ansaldi ce li hanno in tante?

            Mi piace Non mi piace
          2. Guevara2019 - 10 mesi fa

            Vero,un passo per volta, iniziamo a partire bene sabato dopo si vedrà.

            Mi piace Non mi piace
          3. byfolko - 10 mesi fa

            Almeno 11 squadre ce li hanno, visto che siamo squallidamente dodicesimi.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy