Torino, le soluzioni di emergenza per Longo: Ansaldi e Berenguer adattabili a centrocampo

Torino, le soluzioni di emergenza per Longo: Ansaldi e Berenguer adattabili a centrocampo

Focus On / I due giocatori a disposizione di Longo potrebbero avere un ruolo chiave: la perdita di Baselli ha reso molto più difficile la situazione in mediana

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il calcio sta per ripartire, e il Torino deve pensare a salvarsi. Un compito che non sarà facile, perché si dovrà ricominciare a giocare dopo tre mesi di stop, con alle spalle un inizio di girone di ritorno disastroso. Il ritmo degli impegni sarà molto alto: una partita ogni tre-quattro giorni per un mese e mezzo, nel periodo dell’anno in cui le temperature sono più alte. E, come se non bastasse, i granata dovranno anche far fronte ad una situazione molto complessa a centrocampo. L’infortunio di Daniele Baselli, che potrebbe tenerlo fuori dal campo più del previsto, ha complicato la situazione a centrocampo, già di fatto non proprio rosea.

Torino, per Baselli si valuta l’operazione: cosa può accadere

EMERGENZA – Ci sarà da affrontare una situazione di emergenza vera e propria, nella quale dovrà essere bravo Moreno Longo a gestire bene le forze in mezzo al campo, puntando anche sulla formula dei cinque cambi. Le risorse sono limitate, saranno necessari gli interventi di tutti i giocatori, e potrebbero servire figure da inserire in partita per tappare i buchi a centrocampo. Non c’è dubbio che, al momento, i titolari siano Rincon e Lukic, con Meité e anche il giovane Adopo come alternative. I mediani puri sono pochi e dunque serve iniziare ad impostare altri giocatori per la zona nevralgica del campo.

Torino, l’allenamento al Fila: ancora personalizzato per Ansaldi

ANSALDI E BERENGUER – I due indiziati speciali sono Berenguer e Ansaldi, due giocatori che non nascono propriamente come centrocampisti ma che hanno dimostrato nella loro carriera molta duttilità. Entrambi, già nell’era Mazzarri, hanno ricoperto il ruolo di mezzala. Sono loro due i jolly del Toro. Questa caratteristica sarà fondamentale per Longo, che avrà la possibilità di inserire due giocatori comunque qualitativi, evitando di cambiare eventualmente modulo a causa delle assenze. Ansaldi e Berenguer si dovranno fare in quattro per il Toro, saranno un’arma imprescindibile per Longo.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ANNO1976 - 4 settimane fa

    Ammetto che dopo questa tragedia, tutto mi sembra più superficiale. Non riesco a vivere con passione questo fine campionato. Troppo pesante il momento vissuto. Speriamo di salvarci il prima possibile con i pochi mezzi a disposizione. Credo siano sufficientemente carichi. E se qualcuno sbaglia, pazienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dattero - 4 settimane fa

    altro che raschiare il barile,bucarlo proprio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pupi - 4 settimane fa

    Berenguer adattabile a centrocampo non si può sentire. O meglio, adattabile certo…..ma per far cosa? Anche io sono adattabile a centrocampo…..per fare numero!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. miele - 4 settimane fa

    Questa è una delle situazioni, non la sola, purtroppo, che spiegano meglio di ogni altra considerazione, come Cairo sia riuscito a conciare il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bacigalupo1967 - 4 settimane fa

    Comi aveva piedi buoni, certo non è mobilissimo ma i suoi 30 secondi a partita li può ancora fare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 4 settimane fa

      Carissimo coquadrupede, nonché coscritto /cotifoso, anche Vagnati é arruolabile per il centrocampo , sa fare tutto, e fa tutto lui, si dice che abbia anche preparato le mascherine a tutti, 5 paia a testa. Aveva un paio d’ore vuote prima di dormire……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. christian85 - 4 settimane fa

    Una cosa positiva Mazzarri l’ha lasciata.
    E’ merito suo infatti se Ansaldi si è trasformato in un grande centrocampista, lo stesso anche Berenguer che ha giocato sia in attacco che ala.

    Teoricamente, anche Lyanco potrebbe essere centrocampista, Mazzarri lo aveva provato in Coppa col Milan.

    Detto questo, se consideriamo per forza Ansaldi, Berenguer e Lyanco centrocampisti adattabili, più Rincon, Lukic, Meitè e De Silvestri con il supporto di Greco potremmo anche sperare di farcela.

    Coraggio ragazzi !!! Dai !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy