Torino-Pescara 5-3: Miha assesta il colpo definitivo all’amico Oddo

Il confronto tra allenatori / Partita già chiusa dopo 15 minuti: il Pescara non è attrezzato per la massima serie. E il tecnico abruzzese pensa concretamente alle dimissioni

di Redazione Toro News

Amici fuori dal campo, ma sul terreno di gioco – come è normale che sia – non si fanno sconti: Mihajlovic schianta Oddo in poco più di un quarto d’ora, mettendo alla berlina la difesa del Pescara, e ponendo subito la gara contro gli ultimi in classifica dalla propria parte.

Che Oddo non fosse in grandissima giornata, lo si capisce al 28′ del primo tempo, quando ammette davanti a tutta Italia di aver sbagliato qualcosa nell’assetto iniziale, sostituendo il giovanissimo Kastanos con Crescenzi, rimanendo per 60′ con solamente due cambi. Il tecnico del Pescara schiera il consueto 4-3-2-1 che lo scorso anno – in Serie B – aveva fatto benissimo, ma anche al Grande Torino – come del resto in tutto questo campionato – l’impianto tattico di Oddo collassa su se stesso: il centrocampo non recupera palloni, e l’attacco è abbandonato al suo destino, con il solo Benali a fare da vero raccordo tra i reparti. Oddo non è riuscito – salvo il riscatto finale con i tre gol siglati – ad organizzare un gioco che possa definirsi efficace contro una squadra che gioca all’attacco come il Torino, perdendo dunque il confronto con Mihjalovic.

Il tecnico granata ha messo Lukic dal 1′ per ragioni di squalifiche, e il talentino serbo non ha deluso, dimostrando personalità e buone geometrie in impostazione; l’inserimento di Gustafson, poi, è stato positivo, anche se occorre sempre considerare la caratura dell’avversario, di certo non eccellente. Unico neo nella partita di Miha, il solito calo mentale nel finale, che non può essere sempre attribuito ai soli giocatori, ma che necessariamente coinvolge anche l’allenatore. In ogni caso, un testa a testa , quello tra Mihajlovic e Oddo, vinto a mani basse dal primo, con il secondo che starebbe addirittura riflettendo sulle dimissioni…

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bertu62 - 4 anni fa

    Bah….Oramai personalmente certi titoli mi fanno sorridere….. “MIHAJLOVIC schianta ODDO”…..”Riscatto finale con i 3 gol siglati…”…..
    Diciamo che chi ha visto la partita ha notato:
    Bizzarri “imbarazzante” tanto quanto lo è stato il nostro Ajeti, autore di 2 gol (di cui 1, molto bello, nella nostra porta…) + responsabilità condivisa con Lollo su quelli di Benali, che non credo segnerà mai più una doppietta in Italia.. Detto questo, era una partita che noi dovevamo vincere, e lo abbiamo fatto, dovevamo far segnare un po’ di gente, e così è andata, dovevamo vedere all’opera qualche giovane fin’ora rimasto in panca, e li abbiamo visti…. In classifica poco o niente è cambiato, le altre hanno vinto ma almeno abbiamo tenuto le distanze…..Saranno le prossime le partite che diranno realmente qualcosa, nel bene e/o nel male….Speriamo NEL BENE!!!
    FVCG!
    SEMPRE!
    E COMUNQUE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vecio - 4 anni fa

      ciao Bertu…
      ieri ero allo stadio…il finale è stato da incubo…
      bisognava fare 3 punti e li abbiamo fatti…questo è ciò che conta.

      non so tu, ma io firmerei per 2 punti nelle prox 2 gare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bertu62 - 4 anni fa

        Ciao!! 🙂
        Sono d’accordo con Te, fare punti è quello che più interessava sia per la classifica che per il morale, soprattutto dopo Empoli…..e posso solo immaginarmi il tuo stato d’animo! Certo che davanti ad un monitor (streaming…) è un’altra cosa che viverla allo stadio! Ad ogni modo, per quanto riguarda il morale, essere andati sul 3 a 0 dopo 16′, vedere come Lukic abbia tenuto il centrocampo e come Sinisa ha gestito i cambi con quello che c’era in panca, sia stato positivo….Un po meno la coppia CRIC e CROC là dietro, ma ALMENO le cappelle stavolta non hanno fatto danni! 🙂 ….
        Sulle prox due gare, Roma e Viola ENTRAMBE fuori casa, tendenzialmente direi anch’io come te che 2 punticini potrebbero anche andarmi bene però….Però dai, una vittoria vale 3! Ne basterebbe beccare 1 ed al limite anche perdere l’altra, che sarebbero già PIU’ di 2, no? 🙂 … Però sai che succederebbe? Metti che si vinca con la Roma (magari Iago e Ljajic come “ex”, un classico no?) e/o il Gallo….Eppoi, chi li sente i fratelli e le sorelle granata se dopo NON SI VINCESSE anche a Firenze? Eheheheheheh 🙂 !! Ma io CI METTEREI LA FIRMA!!!
        Ciao Fratello!!!
        FVCG!!
        SEMPRE!
        E COMUNQUE!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy