Torino, senza tifosi addio al fattore campo. Anche se nel 2019/2020…

Torino, senza tifosi addio al fattore campo. Anche se nel 2019/2020…

Toro News / Dopo i fischi del periodo pre-lockdown, il Torino tornerà in campo senza il suo “dodicesimo uomo in campo”. I granata ne risentiranno?

di Redazione Toro News
GettyImages-1135227942-min

La Serie A è pronta a riaprire i battenti e lo farà – almeno per il momento – a porte chiuse. Niente tifosi all’interno degli stadi dunque, con relativo azzeramento del “fattore campo” che da sempre dà un piccolo vantaggio alle squadre che giocano in casa. Analizzando i numeri macinati dal Torino nel corso della stagione 2019/2020 però, verrebbe da chiedersi se questa defezione sarà un vantaggio o uno svantaggio per la squadra allenata da Moreno Longo.

Torino e lotta salvezza: solo l’Udinese ha così pochi giocatori a disposizione

IN CASA – I granata, infatti, quest’anno hanno vinto soltanto 4 delle 12 partite giocate all’Olimpico-Grande Torino. Una percentuale di successo molto bassa – il 33% -, specie se confrontata al 63% dello scorso campionato (12 vittorie in 19 partite). Tante quest’anno anche le sconfitte interne: 6, a fronte delle 5 registrate nel 2018/2019. Numeri che sono lo specchio di una stagione che è stata ben al di sotto delle aspettative di inizio anno e che sarebbe potuta andare persino peggio se non fosse stato per Salvatore Sirigu: autore di molti interventi decisivi nei quattro successi in terni del Torino di quest’anno (contro Sassuolo, Milan, Fiorentina e Bologna).

POLEMICHE – Come, dunque, la squadra di Moreno Longo reagirà alla novità delle porte chiuse? Riuscirà a far meglio di quanto fatto fino ad oggi o ne risentirà? Soltanto il campo potrà rispondere a questi quesiti. Intanto però c’è da considerare un dato oggettivo: anche con i propri tifosi allo stadio, Belotti e compagni non sono riusciti ad ottenere un ruolino di marcia sufficiente. Anzi, con il passare delle giornate, il malumore dell’ambiente granata è cresciuto fino a deflagrare in una contestazione che ha rappresentato un alibi per alcuni giocatori. Alibi che, con la ripresa a porte chiuse, gli stessi giocatori non avranno più. E senza gli occhi critici dei tifosi addosso, la vittoria o la sconfitta sarà soltanto una questione tra i granata e i loro avversari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy