Toro, 15 anni fa i playoff contro il Perugia: da Pinga a Sorrentino, che fine hanno fatto

Toro, 15 anni fa i playoff contro il Perugia: da Pinga a Sorrentino, che fine hanno fatto

Memorie / Il 26 giugno 2005 la finale playoff che permise al Torino di ripartire dalla B: cosa fanno oggi i giocatori che quella sera furono protagonisti

di Redazione Toro News

CENTROCAMPO

VICENZA, ITALY – SEPTEMBER 02: Federico Balzaretti looks on during the UEFA European U21 Championships Qualifier between Italy U21 and Serbia U21 at Stadio Romeo Menti on September 2, 2016 in Vicenza, Italy. (Photo by Dino Panato/Getty Images)

Passiamo poi al centrocampo. A partire da Alessandro Conticchio, oggi collaboratore tecnico del Catania. Presente diverso invece per Gaby Mudingayi, che da pochi anni ha abbandonato il calcio giocato a livelli professionistici ma spera ancora in una chance dalle categorie inferiori e lotta contro il razzismo nel calcio.

Tra chi ha detto addio al pallone c’è invece Diego De Ascentis, che dopo aver chiuso la carriera da calciatore nel 2010 con l’Atalanta è diventato un grande appassionato di CrossFit. Infine ecco Federico Balzaretti, che dopo aver annunciato nell’estate del 2015 il suo ritiro dal calcio giocato all’età di 33 anni, è entrando dapprima a far parte della dirigenza della Roma per intraprendere in seguito la carriera da opinionista televisivo su alcune delle migliori reti tv italiane (nel 2017 per Mediaset e oggi per Dazn, di cui è tra i volti di spicco insieme a Diletta Leotta).

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Héctor Belascoarán - 3 mesi fa

    Il “Conte” Marazza e quel “pingone” di Pinga 🙂

    All’epoca pensavo che Balzaretti sarebbe diventato un monumento e che Quagliarella avrebbe faticato in C.
    Per dire quanto ci capisco di persone e di calcio 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gwyd0 - 3 mesi fa

    Il capitano dello scudetto ’76 era Claudio Sala.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BogaBoga - 3 mesi fa

    Mi chiedo che fine hanno fatto i 60mila che gremivano gli spalti.
    15 anni di nulla che hanno demolito la passione della gente.
    Io c’ero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 3 mesi fa

      Stadio pieno col Modena.
      Un mucchio di gente per il Brommapojkarna in agosto, etc.

      Basta qualcosa fuori dal normale per far tornare l’entusiasmo, anche senza bisogno di incontrare Atletico Bilbao o Zenith

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gud_74 - 3 mesi fa

    Presente al delle Alpi insieme ad altri 60mila fratelli di tifo, quella sera dopo una partita orrenda festeggiammo la promozione ignari di quello che sarebbe successo di li a poco…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dr Bobetti - 3 mesi fa

    Un caldo pomeriggio d’estate, vivevo a Roma all’epoca. In casa, senza aria condizionata, a vedere e soffrire per 120 minuti in inferiorità e con un Cuore Granata grande così di chi giocò la partita.
    Ricordo la telecronaca, Altafini che disse: ” ecco Dorigo, inglese e freddo quindi, abituato a tirare i rigori…’. Palo e fine della storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 3 mesi fa

      Ciao Fratello, ti confondi con lo spareggio di Reggio Emilia 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dr Bobetti - 3 mesi fa

        Hai perfettamente ragione, ti ringrazio e mi scuso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy