Toro, appuntamento con la storia

Toro, appuntamento con la storia

Verso Torino – Brommapojkarna / Il pubblico granata torna a respirare l’aria delle competizioni europee in una partita che può regalare qualche spunto interessante

di Roberto Maccario

Dodici anni dopo l’ultima volta, al Delle Alpi contro il Villareal, il Toro torna a giocare in Europa sul proprio terreno di gioco, e il suo pubblico sarà pronto a sostenerlo come nelle grandi occasioni. La sfida di domani sera alle 20:30 all’Olimpico contro gli svedesi del Brommapojkarna non è propriamente un appuntamento di quelli imperdibili, per via della modesta caratura dell’avversario e della qualificazione già ipotecata nella gara d’andata, tuttavia si tratterà di un evento storico, a cui il popolo granata non vuole mancare.

Dopo anni e anni bui, anni di cocenti delusioni e umiliazioni in cui si riempiva uno stadio al massimo per festeggiare una promozione o per spingere una squadra traballante verso una miracolosa salvezza, domani si tornerà a respirare l’aria delle competizioni internazionali, e non è cosa da poco se si considera da dove erano partiti Ventura e il suo Toro tre estati fa.

Già questo vale il prezzo del biglietto, ma attenzione comunque a reputare il risultato in cassaforte, perché nel calcio la parola ”impossibile” non esiste e il Bromma tenterà di onorare l’impegno e di mettere in atto un improbabile ribaltone. Le scelte del Mister sembrano essere ancora top secret, ma è probabile che venga messo in atto il turn over, un’occasione per i nuovi e per chi ha giocato fin qui meno di mettersi in mostra e una fonte di curiosità per i tifosi che accorreranno numerosi allo stadio nonostante il periodo di piene vacanze estive.

Il Torino dunque ritorna in Europa davanti al proprio pubblico, cercando di coronare questa festa vincendo e convincendo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy