Toro, Belotti l’ultimo a mollare: c’è il suo zampino su tutte le rimonte granata

Focus on / Il “Gallo” è tornato ad essere decisivo con Nicola: dopo l’assist a Benevento, sono stati suoi i gol della riscossa contro Fiorentina e Atalanta. E il rinnovo…

di Nicolò Muggianu

Altro giro e altra rimonta per il Torino che, oltre alla capacità di rimettere in piedi i risultati, dall’arrivo in panchina di Davide Nicola ha ritrovato anche un super Andrea Belotti. Il “Gallo” in realtà non se n’era mai andato, ma aveva soltanto subito una piccola flessione di rendimento in zona realizzativa con sette gare consecutive senza gol prima di Torino-Fiorentina. Con l’approdo del tecnico ex Genoa e Crotone però, il capitano granata non solo è tornato a segnare ma anche a trascinare la squadra verso risultati ottenuti anche grazie al suo carattere e alla sua capacità di trascinare la squadra.

BERGAMO, ITALY – FEBRUARY 06: Federico Bonzzoli of Torino FC celebrates with team mate Andrea Belotti after scoring their side’s third goal during the Serie A match between Atalanta BC and Torino FC at Gewiss Stadium on February 06, 2021 in Bergamo, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

I NUMERI – I numeri d’altronde non mentono mai e Belotti fino a questo momento ha messo a segno 11 gol e 6 assist in 20 partite stagionali. Il “Gallo”, in altre parole, ha partecipato attivamente al 53% delle reti segnate fino a questo momento dal Torino in campionato (32): sintomo di come il numero 9 granata sia sempre più il leader by doing di questo gruppo. Un giocatore che, nonostante il 3-0 iniziale del Gewiss Stadium, ha continuato ad incitare i compagni riuscendo a procurarsi l’episodio perfetto per riaprire il risultato. Il resto l’ha fatto l’entusiasmo dei suoi compagni che hanno seguito lui, Nicola e Rincon (i primi a credere alla rimonta, anche sul 3-0) fino all’incredibile 3-3 finale.

BERGAMO, ITALY – FEBRUARY 06: Federico Bonzzoli of Torino FC celebrates with team mate Andrea Belotti after scoring their side’s third goal during the Serie A match between Atalanta BC and Torino FC at Gewiss Stadium on February 06, 2021 in Bergamo, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

RINNOVO – Sullo sfondo, oltre alle vicende di campo, tiene banco la questione relativa al suo rinnovo di contratto, con Vagnati che nel pre partita di Atalanta-Torino ha ribadito come la societàfarà di tutto per andare incontro alle necessità del suo capitano“. Chiaramente molto dipenderà anche dalle sorti di questa stagione. Anche per questo motivo nelle ultime settimane la trattativa tra la società di Via dell’Arcivescovado e l’entourage del giocatore è stato messa momentaneamente in pausa proprio da quest’ultimo: il Torino è pronto a fare uno sforzo sforando in maniera importante rispetto all’attuale “tetto ingaggi”, ma la priorità di Belotti – al momento – è quella di concentrarsi sul campo per provare a trascinare i suoi compagni fuori dalla zona rossa.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. altoro - 3 settimane fa

    L’attuale tetto del monte ingaggi della Società TORINO F.c. è fissato a due milioni, percepito dai due big della Nazionale ossia il grande Capitano “Gallo” Belotti, autentica anima che incorpora perfettamente lo spirito e il carattere del Vecchio Cuore Granata, e il portiere Sirigu.
    Tale tetto è assolutamente allineato con il fatturato della Società granata, la quale ha annunciato esplicitamente di essere disposta ad alzarlo ulteriormente in modo tale da gratificare il nostro grande Capitano a continuare a indossare con grande onore e esemplare dedizione alla causa ancora per altre stagioni la fascia che fu dei grandi del passato, cito, Capitan Valentino Mazzola del “Grande Torino”, il compianto Giorgio Ferrini e “il Poeta del Gol” Claudio Sala del 7° Scudetto datato Maggio 1976. Al TORO oramai da sei stagioni il “Gallo” Belotti è in assoluto il Numero Uno, indiscusso leader del gruppo, riconosciuto dall’intero ambiente del mondo Toro, eventualmente in altre squadre rischierebbe anche l’anonimato della panchina … . Naturalmente al momento la trattativa relativa all’eventuale rinnovo di un contratto in scadenza nel Giugno 2022 risulta congelata essendo assolutamente imprescindibile la condizione della salvezza del Vecchio Cuore Granata. Forza “Gallo” rimani al TORO per l’intera carriera e guida il TORO a obiettivi migliori di quello in corso, naturalmente con la necessaria programmazione e competenza operativa della Società granata che ahimè è assolutamente carente da troppo tempo, vero patron Cairo, Direttore Sportivo Vagnati e Direttore Generale Comi ? … . Tuttavia, ribadisco, da troppo tempo questa è una ferita assolutamente aperta e profondamente lacerante che è alla base dell’attuale deprimente situazione in classifica di una squadra, a questo proposito invito tutti i fratelli granata del forum a considerare sempre questo aspetto finanziario della gestione societaria dell’editore alessandrino, che percepisce l’ottavo monte ingaggi della Serie A e questo dato oggettivo documenta che Urbano Cairo non è tirchio, semplicemente è assolutamente incompetente in materia calcistica, come d’altronde i suoi sopracitati fidi e stretti collaboratori. Amen. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mestregranata - 3 settimane fa

    Non lo so se avete visto ieri sera in tarda serata la Rai col suo presentatore righetti e lo scemo di collovati accusare il Gallo su quell’episodio al limite dell’area. Quei no eran dovuti alla paura di essere ammonito per simulazione e non per l’onestà del Gallo nel non essere stato toccato. Dal labiale se ne deduce che invece lui difende l atalantino. Bastava vedere tutta la moviola del fatto e non ridere di lui per la testata plateale al fiorentino la partita prima. Da qui si evince come il giocatore più emblematico del Toro nn ha rispetto agli occhi dei media. Collovati impara a parlare piuttosto che vomitare idiozie e parole che escono da una bocca con voce impastata da cachi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. AustraliaGranata - 3 settimane fa

    Unico, inimitabile, capitan Andreaaaaaaa Belotti! Quanto spero che resti ancora con noi e che ti facciano una squadra degna di tutto il sedere che ti fai ogni volta anche per gli altri…FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy