Toro e Grande Torino, insieme per chiudere l’anno al meglio

Toro e Grande Torino, insieme per chiudere l’anno al meglio

Verso il match / La squadra di Mihajlovic, forte degli ottimi risultati ottenuti tra le mura amiche, vuole chiudere il 2016 in bellezza dopo le ultime tre sconfitte

di Marco De Rito, @marcoderito

E’ arrivato il momento fatidico, oggi si chiuderà il 2016 del Torino che è stato contraddistinto dal cambiamento della guida tecnica in estate dopo cinque stagioni di Giampiero Ventura. Mihajlovic ha preso in mano i granata e, tra le altre cose, abbiamo assistito anche all’esplosione di Andrea Belotti che è l’italiano che ha segnato di più in questo anno solare. L’entusiasmo dei tifosi si è riacceso dopo una stagione piuttosto anonima soprattutto grazie a questi due fattori ed adesso bisogna cercare di chiudere il 2016 nei migliori dei modi per disputare un grande 2017 che si potrebbe contraddistinguere per il ritorno in Europa del club piemontese.

La partita contro il Genoa, infatti, assume un importante significato. Benassi e compagni arrivano da tre sconfitte pesanti: la prima proprio in Liguria contro la Sampdoria e l’ultima contro il Napoli dove si è assistito ad una bruttissima partita da parte dei granata, forse la più brutta della stagione con un primo tempo da incubo. In mezzo c’è la partita persa contro la Juve, che forse è quella che pesa di più in casa Toro, sperando di non ripetere il trend dello scorso anno che dopo l’eliminazione nel derby in Coppa Italia la squadra è entrata in crisi e non ha reso più al top. Miha sta tentando di rivivacizzare la squadra, perché a vittoria in casa sarebbe importante soprattutto per il morale, si andrebbe in vacanza con la testa più sgombra.

Da quando il club di Cairo è in Serie A, l’ultima partita dell’anno si è sempre giocata in casa ed ha quasi sempre avuto esito positivo. L’unica volta che non è successo è stata proprio la scorsa stagione dove Glik e compagni hanno perso contro l’Udinese per 0-1. Andando indietro con il tempo si ricordano i tre punti conquistati proprio contro il Genoa nella stagione 2014-15 e poi, nei due anni precedenti, le due vittorie contro il Chievo. La formazione piemontese deve cercare di cancellare il risultato negativo ottenuto contro l’Udinese e riprendere il trend che aveva prima della scorsa stagione anche per confermare che davanti al proprio pubblico il Toro è difficile da battere: prima della sconfitta al derby della Mole la squadra di Mihajlovic non hanno mai perso al “Grande Torino” ed hanno pareggiato solo in due occasioni contro Empoli e Lazio. Un trend positivo da incoraggiare e mantenere: anche per questo, il club granata ha pensato a promozioni particolari per i biglietti per assistere al match di questa sera, con sconti importanti per donne e Under 16 (qui i dettagli). 

Per non scendere troppo in basso in classifica e continuare nella corsa per l’Europa il Torino deve ritornare Toro, giocando con la stessa cattiveria ed agonismo che lo avevano contraddistinto prima del match contro la Samdporia in maniera da scacciare ogni fantasma in vista dell’anno che sta per arrivare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy