Toro, Giampaolo frena gli entusiasmi e chiede umiltà: “Non siamo ancora decollati”

Le parole / Il tecnico in conferenza lancia un messaggio deciso: “Dobbiamo ancora lavorare con grande umiltà sapendo che sono i risultati a muovere la classifica”

di Alberto Giulini, @albigiulini

Non lascia spazio a facili entusiasmi Marco Giampaolo, che nel presentare la gara di oggi contro il Crotone ha voluto riportare l’attenzione ad una classifica ancora brutta. “Siamo ancora in una zona paludosa, siamo con l’acqua alla gola e per questo non possiamo sbagliare” ha sottolineato il tecnico, riferendosi ad un Toro che, nonostante la vittoria di Genova, è ancora diciottesimo con appena quattro punti conquistati in sei partite.

TURIN, ITALY – OCTOBER 28: Torino FC ihead coach Marco Giampaolo looks on during the Coppa Italia match between Torino FC and US Lecce at Stadio Olimpico Grande Torino on October 28, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

PROSSIMA PARTITA – I passi avanti, specialmente sul piano del gioco, non sono mancati nelle ultime uscite. Ma Giampaolo ha sottolineato con forza l’importanza di dare continuità al successo di mercoledì contro il Genoa. “La partita più importante è sempre la prossima” il concetto ribadito a più riprese dal tecnico, che si è soffermato sulla capacità di “fotocopiare” un certo tipo di prestazione nel tempo. Vietato accontentarsi, dunque: la prima vittoria stagionale non dev’essere un punto d’arrivo ma di partenza cui dare continuità.

GENOA, ITALY – NOVEMBER 04: Marco Giampaolo head coach of Torino FC before the Serie A match between Genoa CFC and Torino FC at Stadio Luigi Ferraris on November 4, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

I RISULTATI – A chi accennava ad un decollo dopo la gara di Marassi, Giampaolo ha voluto rispondere in maniera categorica: “Non siamo decollati, dobbiamo ancora lavorare con grande umiltà sapendo che sono i risultati a muovere la classifica”. I passi avanti delle ultime settimane andranno dunque confermati, sul piano del gioco ma soprattutto del risultato. Contro il Crotone, ultimo ad un punto e con un trend negativo in trasferta, servirà dunque una vittoria che possa migliorare la classifica e permettere a Giampaolo di lavorare con maggiore serenità durante la sosta. Del resto il messaggio espresso dal tecnico è chiarissimo: “Non c’è da andare orgoglioso di niente per ora”. La strada è ancora lunga, dunque: servirà prima di tutto trovare continuità.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Messere Granata - 3 settimane fa

    Vedo che nessuno sta commentando i temi calcistici della giornata. Sembra che si dia per scontata la vittoria sul Crotone e ci si concentri sul passare “all’incasso” certo di quella con la Lazio. Non sono avvenute ancora queste ipotesi e al momento non c’è nessuna certezza che si realizzino. Spero di sbagliare, ma questo “clima” di relax mi preoccupa molto. Grinta e coraggio, abbiamo appena iniziato!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Messere Granata - 3 settimane fa

      Sono ancora da solo e allora aggiungo. La sosta per le varie Nazionali può aver distratto i giocatori convocati, intenti a fare la valigia e a prenotare il Taxi per l’aeroporto. Fa bene Giampaolo a richiamare la concentrazione di tutti. Conosce i suoi polli e li conosciamo benissimo anche noi!!! Ocio, ocio e ocio!!! Sento puzza di bruciato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy