Contestazione alla società ma supporto alla squadra: la linea scelta della Maratona

Il punto / Gli striscioni apparsi al Filadelfia e il comunicato diramato domenica sui social network tracciano una situazione ben delineata in casa Torino

di Redazione Toro News

Prosegue la rottura tra il Torino e i suoi tifosi. È stata una settimana caratterizzata da intense manifestazioni di malcontento quella che si è conclusa domenica. Prima gli striscioni apparsi nella notte tra il 19 e il 20 febbraio in alcuni dei luoghi simbolo della città (LEGGI QUI), poi quelli appesi l’altro ieri mattina sui cancelli del Filadelfia e infine il comunicato a firma della Curva Maratona apparso sui social network nel corso della stessa giornata.

Torino, striscioni al Fila: “Un’agonia che non si può accettare, Cairo te ne devi andare”

IL MESSAGGIO – Una serie di attacchi diretti alla società e in particolar modo al presidente Urbano Cairo colpevole, secondo una parte dei tifosi del Torino, di non aver attuato una pianificazione strategica all’altezza delle aspettative per questa stagione e non solo. “Una società fantasma priva di un progetto chiaro e solido – recita il messaggio firmato dalla curva Maratona apparso ieri su alcuni gruppi social di tifosi granata – i cui unici risultati rilevanti sono stati: sconfitte indecorose, “esperimenti sociali” e il Filadelfia fatiscente ed incompleto, porta la curva Maratona a contestare la suddetta. Sosterremo solo la maglia in quanto il Toro siamo noi”. Un messaggio che, presumibilmente, indica la linea che il tifo organizzato del Torino terrà da qui alla fine del campionato: sostegno alla squadra e a Moreno Longo, ma contestazione ad oltranza nei confronti della società.

FUTURO – Nonostante il malumore in città sia palpabile, c’è da sottolineare anche la posizione della dirigenza, che mai in questi mesi ha pensato all’ipotesi cessione. Un’ipotesi smentita in prima persona e in maniera decisa dal presidente Urbano Cairo, che ha risposto così a chi gli chiedeva conto riguardo le voci di una possibile cessione al gruppo Luxottica: “Non so chi abbia dato queste voci – ha detto il patron granata ai microfoni di AlaNews (LEGGI QUI) – io non le ho mai date. Sono totalmente infondate“.

72 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granataLondinese - 8 mesi fa

    Si sostiene la squadra fino alla fine perche’ altrimenti tanto vale non tifare o tifare un altra squadra.

    Pero’ la presidenza va contetata, duramente, rispettando le leggi in vigore, ma comunque duramente.

    Societa’ completamente allo sbando, se non vogliono vendere devono per lo meno sistemare l’organigramma societario inserendo profili che sappiano fare il loro mestiere.

    Non si puo’ andare avanti cosi’, tutte le squadre del Torino Calcio stanno andando male, dai 18 anni in su. Non puo’ essere un caso, non sono i giocatori o gli allenatori.

    Cairo sta trascurando alla grande il torino, meno zaza/niang/verdi piu’ gente che sappia fare il suo mestiere, un DS un direttore tecnico, un direttore generale.

    Altrimenti meglio vendere, sta uccidendo lentamente non solo la Bandiera del Toro ma anche il lavoro degli ultimi anni.

    5 anni di dolorosa lenta crescita con Ventura/Petrachi buttati nel cesso in un paio di anni …

    E’ follia pura

    In primavera vincemmo una coppa e un titolo, ora rischiamo di essere relegati

    Ma vi rendete conto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toronelcuore - 8 mesi fa

    Comunque nonostante tutto c’è ancora gente che sostiene o giustifica il pagliaccio alla presidenza. Incredibile davvero. Siete una causa persa. Non andate in India che se uno suona voi uscite dalla cesta di vimini. Pazzesco.. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pesce - 8 mesi fa

    Non voglio fomentare violenza, ma solo provare a fare una riflessione: cosa sarebbe successo se la bomba carta anziché verso l’autobus dei giocatori fosse stata tirata verso la porta d’ingresso della casa di Cairo? Sicuramente il delinquente che ha compiuto quel gesto si sarebbe dimostrato meno stupido, non avrebbe sbagliato il bersaglio della contestazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

      E meno male che non vuoi fomentare violenza….il tuo commento è ignobile, dovresti vergognarti !
      Ma siamo tutti impazziti qua ?????????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 8 mesi fa

      Ma cosa c’è da riflettere su una bomba carta?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Filadelfia - 8 mesi fa

      Siamo al delirio ormai. Ad un punto di non ritorno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Pesce - 8 mesi fa

      La bomba carta la condanno senza se e senza ma infatti ho parlato di delinquente,
      volevo semplicemente provare a capire perché contro la squadra si è arrivati ad un gesto così violento senza mai (o quasi mai) uno striscione contro i giocatori e invece contro Cairo (che è il vero responsabile) tanti striscioni e basta.
      Se mimmo75 e ponzon aveste qualche neurone in più avreste capito il senso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 8 mesi fa

        Continua a riflettere… ma come fai a dire che se avesse tirato la bomba contro Cairo si sarebbe dimostrato meno stupido? Come se chi lancia le bombe carta possa avere una seppur minima attenuante a seconda del bersaglio che sceglie. Continua a riflettere che ne hai bisogno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Pesce - 8 mesi fa

          Io continuo a riflettere e continuo a chiedermi perché contro la squadra e non contro Cairo. Non devo pensare che magari il Presidente si tiene buoni gli ultras in qualche modo (biglietti…) spingendoli a prendersela con la squadra. So che può sembrare fantascienza, ma perché escludere a priori questa ipotesi?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. rogozin - 8 mesi fa

      Lo definisci delinquente ma saresti stato soddisfatto se avesse centrato il bersaglio. Le riflessioni di un idiota. Pensa che ridere se il delinquente si fosse sbagliato e avesse centrato il pesce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tor zone - 8 mesi fa

    Gia’!
    L’esperimento sociale.
    È stato l’inizio della fine.
    Ma nessuno ha saputo nulla, in realtà. Nessuno ha spiegato nulla.
    A seguire ci fu la bomba carta.
    Tifosi?
    No, delinquenti. Che vogliono lucrare sul tifo.
    Come mai non è stato identificato questo genio della tensione?
    Come mai non se ne è parlato più?
    Nessuno ha mai notato ripercussioni sul gruppo dei calciatori da quel momento?
    E noi sul forum a dividerci con i nostri pensieri e la nostra passione per il toro.
    Tifare significa sostenere ed incoraggiare, sempre e comunque.
    Criticare anche, ma per costruire. E crescere.
    Il toro sia un’occasione di civiltà per tutti.
    La sua storia gli ha dato questa “missione”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

      Condivido tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Thor - 8 mesi fa

    Quando leggo della contestazione mi girano doppiamente le palle perché non abbiamo altri mezzi per far capire la nostra delusione e perché sembra di urlare contro un muro: sentiamo solo l’eco delle nostre contestazioni e mai, dico mai una risposta ufficiale degna. Fosse anche un NO….non c’è niente di peggio che sentirsi ignorati. Ma il mondo granata siamo anche noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pesce - 8 mesi fa

    Per motivi che non sto qui a spiegare, sono anni che ascolto tutti i giorni radio24, compresa la trasmissione sportiva “tutti convocati” dalle 14 alle 15. Ebbene posso confermare che la scorsa stagione e durante i primi mesi di questa, il buon Cairo interveniva in trasmissione almeno una volta al mese (illustrando e vantandosi della bontà delle scelte fatte, degli obiettivi raggiunti…). Adesso è da ottobre che non si fa più sentire. Ecco questo comportamento di farsi bello quando le cose vanno bene e non avere il coraggio di metterci la faccia e assumersi responsabilità quando vanno male è quello che mi fa più incazzare, è quello che fa pensare a noi tifosi che non gliene freghi niente del toro.
    Anche il milan ha preso una scoppola pesante contro l’Atalanta (sebben non in casa e non come la nostra). Ebbene tempo zero Boban e Maldini sono andati davanti alle telecamere, hanno chiesto scusa, poi hanno dato una bella strigliata ai giocatori, al mercato di gennaio hanno preso Ibra, e non hanno più fatto certe figure, hanno raddrizzato la barca e ora lottano per l’europa e la coppa Italia. Noi dopo lo 0-7 (mi fa ancora male dirlo), c’è stato Lecce, la Samp, il Milan, un mercato di gennaio a vendere tutto il possibile… ma insomma questi sono fatti, siamo ancora qui a discutere sulla capacità, la serietà, la voglia, le intenzioni di questo personaggio? Ma basta, è indifendibile e chiunque, anche in questo forum, dovesse avere una opinione diversa sarebbe solo connivente o ottusamente irrealista

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rb27 - 8 mesi fa

      Condivido in pieno e sento il dovere di aggiungere, chi ha opinione positiva riguardo personaggi simili al Toro si rechi al più presto da un buon psicoanalista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Sentenza - 8 mesi fa

    Abbiamo cominciato a contestare quando si sentiva puzza di bruciato, ora si protesta perchè della baracca è rimasta solo cenere.
    Non abbiamo protestato per la pasta scotta e la carne dura, ma solo perchè pasta e carne erano di plastica…e comunque c’è chi chiede ancora il bis.
    La redenzione la farà la Sebastopoli, per altri l’unico che dovrebbe redimersi è il Big Boss, e non ci scometterei nemmeno i vostri soldi.
    Tifosi pessimi siamo, meglio lasciare lo stadio vuoto, così evitiamo tensioni inutili per stop sbagliati. Largo ai co-tifosi: divertitevi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dattero - 8 mesi fa

    chiedo scusa a tutti ‘alla redazione,che è liberissima di cancellare il commento,ma stavolta son veramente fuori dai gangheri ed andro giu pesante con un utente.
    mimmo 75,mi hai veramente rotto,saccente,demagogico e saputello.
    niente da dire x tanti tifosi,fuori regione,anzi,massima stima e rispetto,penso solo,x esempio,alle Marche di Patrignani,ai club siculi,al Toro club Alghero,tanto x dire e a tutti quelli che dimentico,chiedo venia,ma subito penso al Toro club Roma.
    Tu non sai chi siamo,tifi Toro in realta’ virtuale,dubito tu abbia visto una sola partita live.dubito che tu abbia mai sentito,captato dal vivo l’umore della ns piazza ed il ns vivere.
    Per me sei uno che se viene a Torino si fa il museo egizio e pzzo madama,poi basta cosi.
    Non ti permettere di giudicare con la tua sciocca ed evanescente alterigia,una tifoseria che da sempre combatte,lotta e soffre con partecipazione accorata e totale per la difesa di un simbolo spesso umiliato,maltrattato e offeso.
    Tifosi che han sostenuto la societa’ nei suoi piu terribili momenti,Superga,Meroni,Ferrini,si pure Giorgio,perchè pur non giocando piu’,era fondamentale x Radice,eccome se lo era.
    Tifoseria che fa 50,60 mila persone x tornare in serie A,ma cosa ne sai,cosa ne sai,fanfarone?!!!!!
    Qua si contestava qdo si sentiva odore di bruciato,da Meroni in poi,passando x le contestazioni a Radice e Pianelli,ove purtroppo del bruciato c’era,ma Pianelli meriterebbe un discorso a parte,lungo e approfondito.
    Son 15 anni che la tifoseria appoggia,malgrado tutto,un disgustoso mistificatore,ma che ultimamente,direi finalmente ,apre gli occhi.
    Questa contestazione ultima.è solo una onesta e sacrosanta protewsta verso un pessimo allenatore verbalmente e culturalmente inadeguato,maleducato il giusto verso il pubblico,lui e le sue surreali interviste,giustamente allontanato.
    Proteste giusto,mio caro mimmo,proteste,perchè tu non hai idea di cosa sia qui una contestazione,ma neanche lontanamente,puoi immaginare.
    Gia d’altronde non sai chi siamo,ci conosci x modo dire,non vivi il ns mondo,ma ci giudichi,caro tifoso vanity fair

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 8 mesi fa

      La storia dice che avete contestato anche chi non meritava di esserlo. Continua pure a ritenerti, tu, superiore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

      Questa violenza verbale è del tutto fuori luogo; io vivo a Torino, ho giocato nel Torino per 8 anni, vado sempre allo stadio ma condivido molto di quello che scrive Mimmo. Quindi ?
      Nessuno può pretendere di avere ragione, tutti però abbiamo il dovere di fare il bene del Toro, e francamente non credo che le proteste e le violenze che ci sono state nei confronti della squadra (che pure ancora vinceva) l’abbiano aiutato, anzi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    Parole sante, ma qui pare di tifare per una squadra che negli ultimi 20 anni ha vinto trofei insegnando calcio.

    Chi non ha memoria è destinato a ripetere gli errori già fatti.

    Pochi ricordano la salvezza a 37 punti nel primo anno di A con Ventura, tutti a pregare perché GAzzi non si rompesse perché sostituirlo erano Gazzi amari.

    E Cerci che ci sembrava Garrincha.

    E come li avremmo presi 27 punti nel girone di andata….

    Avete protestato perché la pasta era scotta e la carne un po’ troppo dura….speriamo per punizione non ci tocchi di stare tutti a pane e acqua per qualche anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Conta7 - 8 mesi fa

    Come si suol dire, meglio tardi che mai.
    Anche se ormai i buoi sono scappati…
    Se questa redenzione populista ci fosse stata fin dall’inizio della stagione (e bastava solo avere un pizzico di equilibrio e di memoria nei giudizi), forse ora non staremmo a fare articoli sulle concorrenti per la salvezza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Mimmo75 - 8 mesi fa

    Sono “confusi” i migliori tifosi d’Italia (ma che dico d’Italia, d’Europa!!!). Quando la squadra vinceva veniva accolta con bombe carta e fischiata prima, durante e dopo le partite…però i migliori tifosi d’Europa (ma che dico del d’Europa, del sistema solare!!!) dicevano che la.contestazione era verso Cairo (Meite si fischiava da solo). Ora d’incanto la squadra si incita anche se continua a perdere e giocar male ah, la.coerenza!) e la contestazione è solo per caso. Finalmente direi! Lo sbaglio si è commesso prima, quando si fischiava e si bombardava anche dopo tre vittorie consecutive. Che i migiori tifosi del mondo (ma che dico del mondo, del sistema solare!!!) abbiano iniziato a vergognarsi di quanto subdoli sono stati nei confronti della squadra e di Mazzarri? Ma figuriamoci! Stanno già scaldando i motori per demolire Longo. Scommettiamo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 8 mesi fa

      Solo per Cairo…non solo per caso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. valex - 8 mesi fa

      Perché non ti ritiri a san Vincenzo a consolare il tuo amore testadighisa e ti levi dalle palle?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Filadelfia - 8 mesi fa

        Lo deciderà lui cosa fare perché nonostante qualcuno abbia invocato i pieni poteri siamo ancora in una democrazia e quindi c’è la libertà di pensiero e di parola sanciti dalla Costituzione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. valex - 8 mesi fa

          E quindi ho tutto il diritto a invitarlo a ritirarsi a san Vincenzo dal suo amore e di levarsi dagli zebedei.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Filadelfia - 8 mesi fa

            Ah l’educazione, questa sconosciuta.

            Mi piace Non mi piace
        2. clauss - 8 mesi fa

          si ma lui ne abusa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

      Scommetto con te !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

        Scusami Mimmo, nel senso che condivido quello che dici

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Bischero - 8 mesi fa

      Meité non é da fischiare Mimmo? Ti sembra che l approccio mentale in primis e fisico che ci mette sia giusto? Non succede nulla di diverso al Torino tifoseria di quello succede in tutte le altre piazze italiane. Se l idea dei capi popolo delle curva é questa direi che é corretta. Sempre se é questa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 8 mesi fa

        Bischero Meite NON era da fischiare. Non si fischia chi è in difficoltà. Si fischia chi non si impegna. E comunque a partita finita. Io la vedo così. Detto questo, via Mazzarri la contestazione si è placata (e meno male, meglio tardi che mai). Ma allora, per coerenza, chi diceva (compreso te), in risposta a Belotti e Sirigu, che non si contestava la squadra ma la presidenza, oggi dovrebbe ammettere di aver sbagliato, in buona o malafede poco importa. E se si contestava la presidenza vorrei capire perchè allo stadio non vengono più giù i fischi come allora, anche se Cairo è sempre li a ridersela dopo averci gettato in pasto i poveri Longo e Asta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 8 mesi fa

          Ho citato meité proprio perché non si impegna. L ho anche scritto. Basta guardarlo in faccia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Toro Nel Cuore - 8 mesi fa

      @scusami mimmo 75 ma le tue argomentazioni non si possono leggere , accetto la liberta’ d’opinione ma sei completamente fuori da ogni logica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 8 mesi fa

        Non leggerle, non mi offendo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toro Nel Cuore - 8 mesi fa

          Senza offesa mimmo75 : leggo tutti e mi faccio una idea personale senza insultare nessuno , ma dopo 50 anni di Toro leggere i tuoi commenti mi fa rabbrividire , negare l’evidenza ti fa arrampicare sugli spechhi. Non so a che pro dici ste cose!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Toronelcuore - 8 mesi fa

      Scusa. Meitè non va fischiato ma direttamente preso a calci in culo. Con tutti i giocatori da nominare hai citato il peggiore per atteggiamento e impegno (tecnicamente è scarso e non si può fare nulla. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

        Non mi sembra affatto che il problema di Meitè sia l’impegno; a me sembra caratterialmente debole, quindi andrebbe aiutato, non fischiato (almeno finchè gioca per noi)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. OttavoNano - 8 mesi fa

          Se fossimo una onlus di psicologi lo capirei ma, TEORICAMENTE, dovremmo essere una squadra di calcio.

          Inoltre il suo carattere debole non gli impedisce certo di incassare mensilmente il suo stipendio, malgrado gli errori commessi in campo e lo scarsissimo impegno profuso allorquando gioca.

          Se la cosa fosse stata saltuaria, nessuno gli negherebbe un aiuto, ma poichè, costntemente, fa delle pessime figure in campo, allora i provvedimenti da prendere devono essere differenti.
          E qui mi sovviene il fatto che, tutto questo “carattere debole” ha un colpevole solo, vale a dire l’ex allenatore il quale, evidentemente, non ha saputo dare gli stimoli e la sicurezza necessarie al Ragazzo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

            Non sono d’accordo; l’anno scorso Meitè ha fatto moto bene, per gli addetti ai lavori è stata una delle rivelazioni del campionato. Ancora non è chiaro cosa sia successo quest’anno a lui e ad altri (vedi Izzo, Aina ecc…).
            I fischi non hanno mai aiutato nessuno, ma proprio nessuno.
            Non capire questo è grave.
            Pertanto, fin tanto che giocherà per la mia squadra io tiferò per Meitè

            Mi piace Non mi piace
  12. GranaSiempre - 8 mesi fa

    I demeriti della società sono evidenti, ma resto convinto che se questa presa di posizione a difesa della squadra ci fosse stata fin dall’inizio – infischiandocene di Cairo e soci – saremmo stati nelle condizioni di ripetere il campionato dello scorso anno.
    Resta il rammarico di non aver avuto l’entusiasmo della scorsa stagione, o meglio, di non aver fatto nulla per trasmettere fiducia e un pizzico di serenità ad ambiente e squadra. Anzi, anzi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi2 - 8 mesi fa

      O forse non c’è entusiasmo tra i giocatori, perché a giugno hanno creduto alle parole di cairo che iniziò dicendo di prendere cinque rinforzi di qualità, e magari, tra un allenamento e l’altro, a riposare nelle loro auto, hanno riflettuto che con questa società bugiarda e senza ambizioni, non sarebbero andati da nessuna parte. Oltre a questo la depressione mazzariana, per gioco e mentalità e la botta finale di essersi trovati ulteriormente indeboliti, dopo il mercato di gennaio. Poi, problemi, ci saranno altre cause a noi sconosciute, tra società e giocatori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. FuriaGRANATA - 8 mesi fa

    FVCG
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

    PERCHE’ NESSUNO COMMENTA QUESTA NOTIZIA RIPORTATA SU “LA STAMPA” DI OGGI ?

    Al Robaldo si scaldano i motori: la cittadella del Toro prende forma
    Si stanno intensificando i sopralluoghi delle aziende interessate alla ricostruzione del centro sportivo giovanile granata

    TORINO. Quattro anni d’attesa si stanno per trasformare in realtà. È tutto pronto per l’avvio dei lavori di ristrutturazione del centro sportivo Robaldo che il Torino si è aggiudicato in concessione per trent’anni con lo scopo di riunire sotto lo stesso tetto le sue giovanili, da tempo sparpagliate in diversi campi della città e dell’hinterland.

    Un progetto ambizioso da parte del club di Urbano Cairo che ha messo in preventivo oltre 4 milioni di euro per rifare ex novo i cinque terreni da gioco con spogliatoi annessi, più un fabbricato ad uso associativo e ristorativo, una palestra, due grossi depositi e una cantina, che occupano in totale una superficie di oltre 45mila metri quadrati. Sarà un imponente lavoro di riqualificazione della zona, incastrata in strada Castello di Mirafiori tra i comuni di Torino e Nichelino, atteso anche dalla popolazione che in quell’area, da quando il Nizza Millefonti se ne è andato causa fallimento, ha visto proliferare immondizia – naturalmente gettata abusivamente – e richiamare disperati a caccia di un posto dove dormire.

    La “terra di nessuno” presto tornerà nella legalità, ci vorrà un anno abbondante per la chiusura del cantiere ormai prossimo all’apertura dopo un lungo – troppo – iter di avvicinamento che si è scontrato con la giungla burocratica dei permessi – il tempo dei 150 giorni per ottenere il via libera, previa domanda, a costruire sul suolo pubblico è ormai scaduto –, ma anche con qualche imprevisto (fisiologico, a dirla tutta) raccolto per strada, come la questione viabilità e quella relativa al terreno limitrofo dato in concessione dal Comune ai contadini.

    Gli indizi che portano alla prima pietra della ricostruzione si traducono nella grande attesa che si respira nel Toro, ma anche nei movimenti registrati nell’ultima settimana proprio al Robaldo dopo mesi, anzi anni di calma piatta. Continui sopralluoghi di addetti ai lavori e di rappresentanti delle società che gestiscono luce e gas costituiscono tracce oggettive. Il prossimo passo sarà informare la ditta vicina di casa, la Icos, che è stata coinvolta fin dall’inizio in quanto parte direttamente interessata.

    Poi, la macchina potrà partire. Il primo, tangibile, passo sarà rivolto in due direzioni. Mentre si demoliranno le strutture ormai fatiscenti di ciò che resta del centro sportivo, inizieranno i lavori di urbanistica per adeguare l’area adiacente al Robaldo, già previsti dal Comune. Ciò implicherà l’ampliamento della rotonda posta proprio all’ingresso del centro e le strade di ingresso e uscita, ora troppo piccole, per garantire anche ai grossi mezzi – i pullman delle squadre in occasione dei tornei – manovre in completa sicurezza. Poi comincerà a scorgersi la nuova “Coverciano granata”: non più solo un sogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 8 mesi fa

      il vecchietto che va a guardare i cantieri…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

        Ma perchè un insulto personale in replica ad un fatto oggettivo ? E’ questa la tua forza ? Saresti tu quindi la persona che dovrebbe tracciare la strada che il Toro dovrebbe percorrere.

        La verità è che sei una persona senza argomenti, vai bene per lamentarti, per protestare, per insultare, non per costruire.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. fabrizio - 8 mesi fa

          non e’ un insulto. Se lo hai preso come tale mi dispiace.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

            Ti qualifichi per quello che scrivi, ed ora tutti quindi sanno che persona sei

            Mi piace Non mi piace
      2. torole - 8 mesi fa

        @fabrizio, é sempre colpa degli altri vero? Ti fai conoscere da tempo per quello che sei

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. fabrizio - 8 mesi fa

          ah mi conosci? non direi. non conosco yes man

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

            Sei il re degli yesman, ti accodi alla protesta, ma non conoscendone le motivazioni e non avendo pertanto argomentazioni, ti aggrappi agli insulti.
            Diventa uomo, ragazzo !

            Mi piace Non mi piace
          2. fabrizio - 8 mesi fa

            se leggessi i post passati, vedresti che ho iniziato a critcare il tuo idolo, nonche’ finanziatore (non c’e’ altra spiegazione a cotale testardaggine ad ignorare i FATTI) molti anni fa… ancora prima che il tuo nome comparisse sul forum…

            Mi piace Non mi piace
        2. fabrizio - 8 mesi fa

          slurp. Alle poste servirebbe la vostra super lingua per incollare francobolli…. sareste efficientissimi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. OttavoNano - 8 mesi fa

      Sarò molto inparziale nella risposta, anche se, per dovere di cronaca, articoli come questo, con possibili inizi lavori, progetti approvati e quant’altro, negli anni scorsi se ne sono letti parecchi.

      Benissimo, vediamo se, dalle parole, si passerà ai fatti, ma se dovesse essere l’ennesima presa per i fondelli, stile progetto sportivo o altre cretinate sentite e risentite per 15 anni e mai portate a termine, allora la presa per i fondelli sarebbe completa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. CUORE GRANATA 44 - 8 mesi fa

      Caro Ponzon non mi considero un “distruttore” tuttavia concedimi il “beneficio del dubbio”:troppe volte..e quindi finchè non vedrò!Aggiungo due brevi considerazioni 1 Questa improvvisa accellerata sul Robaldo a mio avviso è da correlare al ns. “momento critico”: “un bunbum da ciucè?Se anche così fosse il mio giudizio negativo su Cairo non muterebbe.Rilevo piuttosto la stagione disastrosa dell’intero settore giovanile costretto finora a “muoversi”in un contesto strutturale vergognoso.Certo se poi aggiungiamo anche i ridicoli investimenti fatti quest’anno…2Non dimentichiamo che trattasi di area da anni in abbandono..come mai? Tanti i problemi da risolvere in materia di bonifica ambientale e mai nessuno si era preso “la briga di affrontarli” Solo Cairo attratto da una apparente convenienza economica ha creduto di concludere un buon affare”ritenendosi il più furbo della compagnia.Vedremo come il tutto proseguirà in termini di tempo e costi.Un fraterno abbraccio granata!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

        Sei troppo prevenuto nei confronti di Cairo per poter giudicare; chi ha a che fare quotidianamente con pubblica amministrazione, urbanistica ecc… ti potrà confermare che i tempi sono questi; Cairo ha molte colpe, inutile e sbagliato difenderlo su quelle, ma perchè non riconoscere la bontà del Robaldo e ringraziarlo ? Chi prima di lui aveva fatto questo per il Toro ? Chi prima di lui ci aveva portato in EL, chi prima di lui ci ha fatto fare 63 punti in campionato ?

        Insomma, cerchiamo di essere obiettivi, state linciando innanzitutto un essere umano che, con tutte le colpe che può avere, si è dato un gran da fare per il Toro e quindi in definitiva per noi.

        Cairo poteva fare meglio ? Forse si ma sicuramente poteva fare molto peggio, seguendo le orme di tutti i suoi predecessori pre-Rossi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. CUORE GRANATA 44 - 8 mesi fa

          Caro Ponzon non vorrei apparire “un pedante con la coda di paglia” tuttavia essere considerato “prevenuto” nei confronti di Cairo..Tralascio il suo excursus non certo brillante in 15 anni di Presidenza e mi sono limitato alla questione Robaldo.Che l’area non suscitasse alcun interesse lo conferma lo stesso atteggiamento del Comune che per anni l’ha lasciata in abbandono senza alcun progetto di recupero e sui tempi biblici..beh.. forse non sono dispiaciuti nemmeno a Cairo.In ultimo vorrei rammentare che nessun Presidente ha potuto disporre delle risorse usufruite dal Pres.,risorse non di tasca propria come verosimilmente bene o male hanno fatto i suoi predecessori.Detto questo pur non condividendola rispetto la Tua opinione.Buona serata!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

            Apprezzo l’educazione della risposta. Alla prossima

            Mi piace Non mi piace
  15. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    La squadra si contesta quando ha 15 punti sulla terzultima, si capisce…se il.coronavirus colpisce anche i cervelli i primi casi in Italia si sono verificati tra ottobre e gennaio tra i tifosi del Torino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 8 mesi fa

      Non parlare sempre di te stesso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Francesco67 - 8 mesi fa

      Che ricordo io sono 5 punti dalla terzultima

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. OttavoNano - 8 mesi fa

      I soliti insulti e provocazioni gratuiti che ti caratterizzano ormai inogni tuo post.

      Ovviamente sei andato a scomodare una emergenza mondiale per cogliere l’occasione di insultare i tifosi granata.

      Sei veramente un essere spregevole.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Filadelfia - 8 mesi fa

    Lasciate che la squadra raggiunga la SALVEZZA che è la priorità ASSOLUTA e poi si potrà contestare la società. C’è bisogno di tranquillità. Di danni con bombe carta etc ne avete già fatti troppi. Ora basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. OldBull - 8 mesi fa

    Basterebbero le ritirate “strategiche” di cairo per dimostrare la malafede del presiniente. Il nostro eroe è sempre in primo piano quando le cose vanno bene e sparisce dai radar quando vanno male, tipico comportamento da fifone e falso. Eppure è (sarebbe) facile capire che una conferenza stampa, un incontro coi rappresentanti dei club insomma parlare ai tifosi servirebbe come unica medicina per calmare le acque, eppure il nostro eroe che è (dovrebbe) essere un esperto di comunicazione stranamente, non comunica… Perchè? Forse perchè l’etichetta da esperto comunicatore non è proprio adatta a chi sui suoi giorenali si occupa quasi esclusivamente di gossip? Beh certo! Basta guardare Toro Chanel… Cairo scappa quando ci sarebbe da restare e c’è quando in realtà non servirebbe, è un capitano che potrebbe insegnare molto al mitico Schettino… Oggi più che mai conta solo la squadra che deve essere sostenuta einsieme a Longo, contestare i giocatori servirebbe a poco tanto quello valgono e non possono certo migliorare adesso. Semmai dovesse mancare l’impegno allora si, ma solo in quel caso. Invece finalmente, tolta una parte di irriducibili, la massa ha capito che cairo è il male e che deve essere estirpato, è già un grosso passo avanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. fabrizio - 8 mesi fa

    a proposito. “La dirigenza”, ovvero 4 gatti e’ scomparsa dai radar…. comi, bava (mai pervenuto, se non su un articolo della stampa…) etc…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. fabrizio - 8 mesi fa

    come deve essere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torole - 8 mesi fa

      Si ma si poteva fare anche prima un comunicato del genere invece di andare a buttare bombe carta al pullman dei giocatori e fischiarli in campo nonché insultarli attraverso il web, poi la colpa é sempre degli altri che non fanno bene le cose. La colpa é di cairo e anche nostra in parte, bisogna sostenere e incitare i giocatori o spronarli a dare di piú al filadelfia, cmq bene aver rimediato con questo comunicato. Meglio tardi che mai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. upi_14280152 - 8 mesi fa

        SBAGLIATISSIMO! TIFOSI FASULLI E INCOMPETENTI DA PORTE CHIUSE AL FILADELFIA E ALLO STADIO FINO A FINE STAGIONE!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

          ma piantala

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. upi_14280152 - 8 mesi fa

            stai zitto! taci! che è meglio!

            Mi piace Non mi piace
      2. Ardi2 - 8 mesi fa

        Quelli che hanno buttato le bombe carta sono delinquenti, ma sono lo 0,00001 percento dei tifosi, quindi generalizzare in questo modo non è onesto intellettualmente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

          Vero, però non dissociarsi da quei delinquenti equivale appoggiarli

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy