Toro, la lista dei 25 dopo il mercato: Verdi unico giocatore cresciuto nel club

I cambiamenti / Nessun problema per i giocatori di formazione italiana, Singo e Buongiorno gli under 22

di Alberto Giulini, @albigiulini

Chiuso ufficialmente il calciomercato, per il Toro si è delineata la lista dei 25 giocatori per il campionato di Serie A. I granata, come ogni squadra del massimo campionato, sono tenuti ad inserire almeno 8 giocatori formati in Italia (indipendentemente dalla nazione di nascita, devono essere stati tesserati per almeno tre stagioni complete tra i 15 e i 21 anni da un club italiano). Di questi, almeno 4 devono essere stati formati nel club. Non ci sono invece limiti per quanto riguarda gli “Under 22”, cioè i nati dal 1998 in avanti.

BENEVENTO, ITALY – JANUARY 22: Simone Zaza of Torino celebrates scoring the 1st Torino goal with Alessandro Buongiorno of Torino during the Serie A match between Benevento Calcio and Torino FC at Stadio Ciro Vigorito on January 22, 2021 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Andando ad analizzare nello specifico la rosa granata, si nota subito come non ci siano problemi per quanto riguarda i giocatori di formazione italiana: sono addirittura dieci, facile dunque individuarne quattro. Solo uno, invece, risponde al requisito della crescita nel club: Edera e Segre sono stati ceduti nel mercato di gennaio, è rimasto solo Verdi. Il numero ventiquattro è stato infatti di proprietà granata dal 2011, quando aveva 19 anni, rispettando i requisiti per risultare prodotto del club granata. Singo e Buongiorno, oltre a Ferigra (andrà via a giugno), potranno rientrare in questa categoria quando avranno più di 22 anni ma al momento non devono essere iscritti.

PARMA, ITALY – JANUARY 26: Rolando Mandragora of Udinese Calcio reacts during the Serie A match between Parma Calcio and Udinese Calcio at Stadio Ennio Tardini on January 26, 2020 in Parma, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Per quanto riguarda i nuovi acquisti, la situazione in rosa è molto semplice. Dopo la chiusura del calciomercato estivo il Toro aveva tutti gli slot over 22 occupati. Ad ogni acquisto doveva dunque corrispondere un’uscita. E così è stato: sono arrivati Sanabria e Mandragora, sono stati ceduti Meité e Rosati. Le uscite di Edera e Segre, come detto, hanno invece limitato il numero di giocatori cresciuti in granata.

LISTA OVER 22

  1. Sirigu
  2. Milinkovic-Savic
  3. Ujkani
  4. Bremer
  5. Lyanco
  6. Rodriguez
  7. Ansaldi
  8. Vojvoda
  9. Murru
  10. Nkoulou
  11. Lukic
  12. Gojak
  13. Linetty
  14. Rincon
  15. Bonazzoli
  16. Sanabria
  17. Mandragora

OVER 22 FORMATI IN ITALIA

  1. Izzo
  2. Baselli
  3. Belotti
  4. Zaza

OVER 22 FORMATI NEL TORO

  1. Verdi
  2. LIBERO
  3. LIBERO
  4. LIBERO

UNDER 22

  1. Singo
  2. Buongiorno
  3. Ferigra
14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. eurotoro - 4 settimane fa

    che bello leggere i nomi di Buongiorno e Singo!…mi stanno dando loro 2 si una grande soddisfazione e motivo di orgoglio!…ecco ne vorrei tutti gli anni 6/7 giovani primavera potenziali titolari in prima squadra…allora capiro’ che lavorano bene nel settore giovanile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Salentogranata - 4 settimane fa

    Io non capisco il perché uno,in questo caso Verdi si possa considerare “formato in casa” quando alla fine si è formato esclusivamente in casa Milan.. sarò io a non capire sicuramente!

    Un’altra cosa.. Sirigu, Bonazzoli, Murru non sono over 22 formati in Italia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. grulp_420 - 4 settimane fa

      Devi riempire 4 caselle….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alberto Giulini - 4 settimane fa

      Per la lista di Serie A è sufficiente che il cartellino sia di proprietà del club per tre stagioni tra i 18 ed i 21 anni d’età (anche se prestato ad altre squadre). In questo caso Verdi rientra tra i giocatori formati dal club, diverso sarebbe invece per le liste Uefa di Europa League e Champions (in campo europeo viene considerata la militanza e non la mera proprietà del cartellino).
      Sirigu, Bonazzoli e molti altri ancora sono formati in Italia, ma nella lista ne bastano quattro ed il Toro ha indicato Belotti, Baselli, Izzo e Zaza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Salentogranata - 4 settimane fa

        Grazie per le delucidazioni! Anche se continuo a considerarle regole fatte un po’ così!
        Ma ripeto grazie ancora

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 4 settimane fa

    Chi era che, quando io dissi che Verdi era un ex-Primavera, mi rispose che, per il poco che aveva militato nel Toro, non lo si poteva considerare uno dei nostri giovani?
    Siete in tanti e io non ricordo assolutamente chi fosse, ma l’interessato senz’altro ricorderà..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salentogranata - 4 settimane fa

      Ma infatti, Verdi non si può considerare un ex primavera.. è un ex primavera del Milan

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fantomen - 4 settimane fa

    Adesso che si è capito che Vagnati se fa da se fa danni se fa quello che gli chiede l’allenatore non serve a niente……vediamo quanto ci mette Cairo a cacciarlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantomen - 4 settimane fa

      Vorrei sapere gli argentini degli otto meno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabrizio75 - 4 settimane fa

    10 di formazione granata…? magari -.-

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. suoladicane - 4 settimane fa

    Leggendo list dei 25 capisci che il compito di Davide e molto più difficile di quello di Moreno lo scorso anno (indipendentemente dalla dote di punti ereditata)
    La rosa e veramente deprimente perché sono pochissimi i giocatori di qualità e con le giuste motivazioni

    SCAZZATI SIRIGU IZZO NKOULU VERDI

    SCARSI ZAZA MURRU LINETTY VOIVODA UKIKANI LUKIC

    BOLLITI RINCON RODRIGUEZ ANSALDI

    ACERBI LYANCO BREMER BUONGIORNO MILINKOVIC GOIJAK BONAZZOLI FERIGRA

    BUONI GALLO BASELLI SINGO

    I NUOVI NON LI CONOSCO MA GLI ALTRI PURTROPPO SI
    troppo poco troppo poco per mantenere la categoria se Davide riesce gli dobbiamo fare un monumento

    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 4 settimane fa

      Sicuramente non sarà una passeggiata perché il livello delle squadre che lottano per la salvezza si è alzato tantissimo rispetto a 3/4 anni fa, vedi il Crotone che pareggia con la Juve, La Rosa del Cagliari terz ultimo e pure del Parma che non è granché ma ha alcuni buoni elementi come Kucka Gervinho Cornelius e Gagliolo. Ci sarà da lottare fino all ultima giornata. Non si può più sbagliare niente, manco con L Atalanta perché temo ce la lotteremo con Spezia Benevento e Bologna che hanno però tutte 4/5/6 punti di vantaggio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Torocomesempre - 4 settimane fa

      Splendido. E sono d’accordo sul monumento a Nicola. A prescindere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Il Giaguaro - 4 settimane fa

      Io temo fortemente perché bastano poche settimane in quello spogliatoio (che non si riesce a ripulire) per trasformare un buon calciatore in uno zombie da Ventura in poi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy