Toro, Lukic può tornare a Parma. Intanto la sua assenza spinge il 3-4-2-1

Toro, Lukic può tornare a Parma. Intanto la sua assenza spinge il 3-4-2-1

Focus on / Senza il serbo Mazzarri avrebbe a disposizione solo tre giocatori in mediana: può essere un’ulteriore spinta verso il passaggio al tridente?

di Alberto Giulini, @albigiulini
Torino FC v US Sassuolo - Serie A

Va verso il forfait Sasa Lukic, che potrebbe alzare bandiera bianca anche per la gara di domani sera contro il Milan. Il problema è lo stesso degli scorsi giorni: un fastidio al polpaccio ancora non assorbito. Niente di particolarmente grave, ma la gara contro i rossoneri è a fortissimo rischio. Il vero obiettivo, in tal senso, è rientrare per la gara di lunedì sera contro il Parma.

MILAN A FORTE RISCHIO – Perché anche nella giornata di ieri Lukic ha svolto terapie ed un lavoro personalizzato. Il fatto che il giocatore stia anche lavorando è sicuramente un segnale positivo in vista del rientro, ma potrebbe essere necessario ancora qualche giorno. Difficile, di conseguenza, che il serbo questo pomeriggio possa comparire nell’elenco dei convocati per la gara di domani sera contro il Milan. Ci sarebbero invece ancora quattro giorni per recuperare in vista della trasferta di lunedì a Parma, a questo punto vero obiettivo del giocatore.

Toro inciampante: tra illusioni e delusioni

SPINTA PER IL TRIDENTE – Tornando però alla gara di domani con il Milan, l’assenza di Lukic priva Mazzarri di un’importante alternativa. In mediana ci sarebbero infatti i soli Baselli, Rincon e Meité, con quest’ultimo che è tra l’altro reduce da diverse prestazioni decisamente sottotono. Questa situazione potrebbe dunque spingere il tecnico per adottare finalmente il 3-4-2-1 su cui aveva lavorato in ritiro e che si è già visto, ad esempio, all’esordio contro il Debrecen ad Alessandria. Allora toccò a Baselli e Meité in mediana con Iago Falque e Berenguer alle spalle di Belotti. La possibilità ci sarebbe, i giocatori non mancano: starà a Mazzarri decidere se cambiare modulo rispetto alle ultime uscite.

 

favorisce 3-4-2-1

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. d.e.rossi200_14333691 - 3 settimane fa

    O magari giocare cosi:

    SIRIGU

    IZZO NKOULOU BONIFAZI

    OLA AINA RINCON BASELLI LAXALT

    VERDI

    BELOTTI ZAZA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. oliberto - 3 settimane fa

    e iago che fine ha fatto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dan - 3 settimane fa

      Si è infortunato alla prima partita contro il Debrecen. Problema serio a una caviglia, fuori più di un mese. L’altra settimana ha giocato un pezzo della partita Primavera col Napoli ma si vedeva che era molto indietro. Con la Samp convocato, ormai si allena regolarmente appena avrà una condizione fisica decente immagino giocherà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dan - 3 settimane fa

    I tifosi, soprattutto quelli ridicoli da tastiera, hanno pure poca memoria. L’anno scorso proprio il Milan lo battemmo con davanti Belotti e Berenguer che tra l’altro segnarono entrambi. Cioè la stessa coppia con cui abbiamo fatto ridere col Lecce. A testimonianza che non è quasi mai questione dei giocatori tecnicamente, ma piuttosto di come approcciano la partita, se ci sono con la testa e come stanno fisicamente. A me pare che fisicamente non stiamo molto bene, probabilmente stiamo un po’ pagando gli impegni estivi come succede anche ai Wolves che in Inghilterra stanno andando peggio di noi. Comunque la squadra è costruita per il 3-4-3 altrimenti se si pensava al 3-5-2 Come modulo base non si sarebbe rimasti con soli 4 centrocampisti centrali. Mi pare palese che l’idea è di giocare con Iago e Verdi + se serve la riserva Berenguer dietro a uno tra Belotti e Zaza. La lunga assenza di Iago ha pesato, che Verdi finora abbia giocato poco non stupisce, basta vedere che in quasi tutte le squadre i nuovi arrivati a meno che non siano Messi vengono inseriti molto gradualmente
    Proprio al Milan ci sono polemiche peggio che da noi per lo scarsissimo impiego dei nuovi, per esempio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granata - 3 settimane fa

    Una volta si diceva che i calciatori devono giocare molto insieme per trovare l’ intesa e il ritmo partita. Ora si fanno e disfano moduli e uomini,non solo fra una partita e l’ altra, ma anche a partita in corso, quasi sempre col risultato di creare confusione e non risolvere nulla. Lo abbiamo visto col Torino delle ultme due partite. Perchè non insistere sulla coppia Belotti-Zaza, l’ unica che ha mostrato un potenziale offensivo decente? Raffinarne i movimenti, dare dei punti di rifrimento certi ai compagni? Perchè manca Lukic, e che centra? La verità è che Mazzarri vorrebbe sempre giocare ad una sola punta e coprirsi con il 5-4-1 (che è poi questa la vera disposizione in campo se andiamo a vedere le partite in cui una sola punta). Mi chiedo anche: perchè avere tre difensori centrali (sulle fasce ci sono De Silvestri e Ola Aina), quando gli avversari giocano al massimo con due punte? Per forza poi non c’ è spazio per inserire giocatori più propositivi e offensivi, ad esempio una formula che prevedesse Iago Falque sulla destra (a fare quello che nelle scorse stagioni riusciva meglio al Toro, la sovrapposizione Falque-De Silvestri), Zaza e Belotti di punta e un trequartista o regista che dir si voglia (peccato che in questo ruolo biosgnerebbe “adattare” Verdi, perchè di veri trequartisti non ne abbiamo più). Capisco anche la ritrosia ad adottare questo modulo, che dovrebbe contare su due cursori di centrocampo che facciamo la “vita da mediano” e il lavoro sporco, quando di cursori ce n’ è uno solo, Rincon. Ma qui torniamo alla società e, soprattutto, a Mazzari, che ha avallato una campagna acquisti non in grado di reperire tutte le pedine mancanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mario66 - 3 settimane fa

    Mi piacerebbe vedere giocare il TORO con il tridente con Verdi e Berenger (Iago quando starà bene). Mi dispiacerebbe per Zaza perché meriterebbe di giocare per impegno e valore ma proverei il tridente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Simone - 3 settimane fa

    3-4-2-1 o 3-6-1…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 3 settimane fa

      La seconda che hai detto. Sicuro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. torole - 3 settimane fa

      …Forse vorrai dire un 541 in fase difensiva

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Cerutti_Gino - 3 settimane fa

    Alla luce del forfait di Lukic ci troviamo a dover giocare con il centrocampo a 4 con Rincon-Baselli in mezzo. Meitè è parso davvero fuori condizione, mentale e fisica. Penso che WM inserirà Berenguer a questo punto. Purtroppo non abbiamo alternative concrete..

    SIRIGU
    IZZO – NKOULOU – DJIDJI (BONIFAZI?)
    DESILVESTRI – RINCON – BASELLI – LAXALT
    BERENGUER – VERDI
    GALLO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

      Hai una probabilità su cento di vedere in campo gli undici che proponi.
      Mazzarri gioca mono schema: 3-5-2, punto e basta.
      A mio parere non schiererà né Nkoulou, al massimo uno tra Berenguer e Verdi (più il primo che il secondo, se conosco un po’ il nostro allenatore diversamente flessibile) e probabilmente nemmeno Laxalt. Butteremo alle ortiche il primo tempo, come al solito, e cercherà dei pezzotti nel secpndo. Se va bene, ci aspetta uno squallido 0 a 0.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cerutti_Gino - 3 settimane fa

        Dici? Io penso che Laxalt giocherà dal 1′ invece.
        Su Nkoulou temo anche io che non verrà schierato purtroppo.
        Capitolo Berenguer: per quanto NON sia certamente un suo estimatore, allo stato attuale non ha alternative credibili. Meitè ha infatti bisogno di un po’ di panchina per schiarirsi le idee..
        Baselli e Rincon un po’ più ancorati dietro e Berenguer e Verdi a supporto del Gallo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Garnet Bull - 3 settimane fa

        Monoschema? Ma allora l’anno scorso che squadra hai visto?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14003131 - 3 settimane fa

    E lascia fuori Verdi? Boh spero entri a partita in corso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Héctor Belascoarán - 3 settimane fa

    Eh, ma Verdi non è ancora pronto, tanto deve lavorare ancora sugli schemi di Mazzarri (che sappiamo essere di un certo livello) per assimilarli ben bene, essendo arrivato tardi prima della sosta invernale è difficile utilizzarlo con continuità e profitto.
    Poi direi 352 che ci ha regalato così tanto possesso palla non si cambia.
    🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 settimane fa

      Deve battere il record mondiale di possesso palla e minor numero di tiri in porta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. tric - 3 settimane fa

    Che guaio! senza Lukic rivedremo Meité. Bisogna stare attenti perché quest’anno tutte le squadre giocano piuttosto bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy