Toro: occhio a Gozubuyuk, l’enfant prodige degli arbitri olandesi

Toro: occhio a Gozubuyuk, l’enfant prodige degli arbitri olandesi

Europa League / L’arbitro di Brommapojkarna – Torino ha esordito in Eredivisie all’età di 24 anni. Le statistiche lo dipingono come un fischietto piuttosto severo, specie con le squadre ospiti…

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Serdar Gozubuyuk è senza dubbio un notevole esempio di precocità. L’arbitro olandese, nato ad Haarlem il 29 ottobre 1985 (ma di chiare origini turche) ed appena designato per la partita di giovedì tra Brommapojkarna e Torino, ha infatti esordito in Eredivisie, per intendersi la Serie A olandese, all’età di 24 anni: era il 2 maggio 2010 e la partita era Heracles – ADO Den Haag, che per la cronaca finì 4-2. Da li in poi la carriera di Gozubuyuk è stata una bella ascesa: sono già 68 le partite di Eredivisie arbitrate.

Dal 2012, poi, il fischietto olandese è diventato internazionale: ha arbitrato 15 match fuori dall’Olanda, tra cui diverse gare giovanili a livello europeo e anche una gara di Qualificazioni ai Mondiali 2014, quella del 26 marzo 2013 tra Malta e Italia, finita 0-2 per gli azzurri.
Da segnalare, comunque, un dato molto interessante: su 15 match internazionali, Gozubuyuk ha fischiato 10 calci di rigore (7 a favore della squadra di casa) ed espulso 9 giocatori (di cui 6 della squadra ospite). Insomma, è un arbitro alquanto severo, che dovrà essere “maneggiato” con cautela.

Quest’estate ha esordito in Champions League, dirigendo il secondo turno preliminare tra Stromsgodset e Steaua Bucarest del 16 luglio, mentre giovedì dirigerà la quarta partita di Europa League della sua carriera.

Gozubuyuk finora non ha mai arbitrato club italiani, mentre in un precedente di Europa League ha diretto il Malmoe, in una partita finita in parità contro lo Swansea.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy