Toro, Primavera: il 3-4-3 dà sicurezza. A Natale un terzino sotto l’albero

Toro, Primavera: il 3-4-3 dà sicurezza. A Natale un terzino sotto l’albero

Il punto / Il tecnico nel post partita di ieri si è detto soddisfatto per la buona prestazione dei suoi contro l’Udinese

di Nicolò Muggianu

Il match casalingo della Primavera del Toro di ieri ha regalato tanti buoni spunti di riflessione. Il risultato finale dei ragazzi di Coppitelli contro l’Udinese è stato un 2-2 ricco di emozioni e capovolgimenti di fronte. I granata hanno mostrato un buon gioco e creato diverse occasioni: “Abbiamo giocato bene, un bel Toro. Sarei arrabbiato se avessimo giocato come contro l’Empoli, ma non è successo. Alla lunga, se giochiamo così, possiamo vincerne tante. Tante occasioni clamorose, se la rigiocassimo vinceremmo”, il commento del tecnico granata, che ha trovato ormai una precisa identità alla sua squadra.

MODULO GIUSTO – Il tecnico ha poi espresso una velata soddisfazione per aver finalmente trovato il modulo giusto in grado di esaltare i valori dei suoi ragazzi. I miglioramenti sono arrivati grazie un arrembante 3-4-3 in cui i giovani granata sono riusciti a tenere in mano il pallino del gioco dominando a lungo. “Il 3-4-3? Mi sembra che stiamo facendo molto bene. In questo momento specifico non ho l’esigenza d cambiare – Ha aggiunto il mister – Se così i ragazzi si sentono più sicuri, bene, ma non credo sia il modulo a sconvolgere”.

CAPITOLO TERZINO – I ragazzi del Toro però, da inizio anno, soffrono l’assenza di un terzino destro di ruolo e il mister ha lasciato trapelare la speranza di vedersene regalato uno dalla società nella prossima sessione di mercato. Coppitelli ha poi commentato il capitolo esuberi confermando che a Gennaio qualcuno andrà via: “Mercato di gennaio? In uscita qualcosa faremo. In entrata vedremo: il terzino destro è un ruolo che non abbiamo, valuteremo, può darsi”. Poi ancora: “Il livello è alto. Se la società riterrà che si debba alzare la qualità bene, se no non c’è problema”. Il tecnico è dunque soddisfatto dei valori che ha a disposizione ma per poter puntare a qualcosa di più che un buon posizionamento in classifica a fine stagione serve intervenire sul mercato, con la consueta lungimiranza e attenzione cui il Responsabile del Settore Giovanile, Massimo Bava, ha ormai abituato.

Nel match di ieri, poi si è rivisto Avelar. Il terzino brasiliano ha confermato di non essere ancora pronto al 100% ma, nonostante tutto, ha mostrato buone cose. “Avelar non aveva i 90′ e ci siamo gestiti così. Nonostante non si alleni da tanto con la prima squadrala sua condizione è già invidiabile”. Ottime notizie anche per la prima squadra che, ancora priva del lungodegente Molinaro, vede sempre più vicino il ritorno del brasiliano dopo un calvario durato più di un anno e mezzo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy