Toro, sulla tua difesa puoi contare

Toro, sulla tua difesa puoi contare

Torino – Napoli 0-1 / La linea a cinque di Ventura ha concesso poco alle bocche da fuoco di Benitez

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Anche dopo una sconfitta così bruciante, si deve cercare a mente fredda di ricavare indicazioni positive. In questo senso, si può affermare che c’è stata una prova nel complesso buona ieri per il Toro in fase difensiva. La linea a cinque disposta da Ventura ha funzionato confermando le impressioni delle ultime settimane: gli equilibri e gli automatismi raggiunti dietro possono far affermare che il Toro ha un reparto che ha imparato a limitare al massimo le amnesie e può fronteggiare senza timori i migliori attaccanti del campionato.

NAPOLI, POCHE OCCASIONI – Nell’arco di novanta minuti, il Toro è capitolato solo per quella contestata azione di Higuain al novantesimo. Per il resto, a giocatori formidabili come il Pipita, Mertens e Callejon la linea Maginot del Toro ha concesso nulla o quasi nel primo tempo, mentre nel secondo tempo, a parte gli ultimi dieci minuti che hanno visto un calo di tutta la squadra, c’è stato solo un tiro dal limite di Higuain: in quella che si può definire l’unica disattenzione della difesa granata, che ha permesso all’attaccante argentino di girarsi e tirare, Padelli ha però risposto presente.

SODDISFACENTI I SINGOLI – Bene i tre centrali: Bovo ha giocato finalmente una partita senza cali di concentrazione ed è anche andato vicino all’eurogol prendendo un traversa. Glik è stato il solito granitico guardiano dell’area di Padelli, mentre per Moretti c’è stata un’altra prestazione pulita e impeccabile. Ok anche i due esterni, che per motivi diversi hanno dovuto rimanere bloccati dietro dando più attenzione alla fase difensiva: Darmian perché aveva di fronte a sé un esterno di qualità come Mertens e un terzino di spinta come Ghoulam, Maksimovic perché è pur sempre uno stopper che non ha nelle sue corde la fase offensiva. Entrambi hanno comunque disputato una partita attenta e scrupolosa.

Si può dire allora che i problemi del Toro attuale non sono in difesa: semmai, a centrocampo dove continua a sentirsi la mancanza di qualità in alcuni giocatori e in attacco dove improvvisamente e inopinatamente non si riesce più a segnare. Dietro, Giampiero Ventura può stare tranquillo: il Toro ha difensori di buon livello che garantiscono affidabilità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy