Toro, tre punti preziosissimi

Toro, tre punti preziosissimi

L’analisi della partita a mente fredda

di Roberto Maccario

 

Per una volta il copione di questa stagione granata sembra essere cambiato: il Toro gioca meno bene del solito ma è più cinico e concreto e, grazie a tanto cuore e tanta tenacia, riesce a portare a casa tre punti preziosissimi che gli consentono di battere la Lazio e di scavalcarla in classifica.

BUONA PARTENZA- I granata partono subito bene, con il piglio giusto: ordine in difesa e grinta in attacco, fino al gol di Glik arrivato su un’imbeccata di Cerci per D’Ambrosio, messo in campo all’ultimo al posto dell’infortunato El Kaddouri.

IL RITORNO DELLA LAZIO- Un primo tempo molto tattico finisce così ma, nella ripresa, i biancocelesti di Petkovic vengono lentamente fuori creando non pochi grattacapi alla retroguardia di Ventura.

Immobile si blocca e viene sostituito da Meggiorini ma il copione non cambia.

L’ultimo brivido e di Keità, con una bella conclusione che mette paura ai granata.

A UDINE PIU’ SERENI- Il Toro riesce a portare a casa i tre punti e si appresta ad affrontare la trasferta di Udine con la testa più libera e con una posizione di classifica ora decisamente positiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy