Un Toro sempre più genoano: tanti gli ex in campo e dietro la scrivania

Un Toro sempre più genoano: tanti gli ex in campo e dietro la scrivania

Focus on / Izzo, Ansaldi, Laxalt, Rincon, Falque e nel recente passato Burdisso e Niang: ecco tutti gli ex rossoblù senza dimenticare Milanetto e Moretti

di Andrea Calderoni

Da Genova a Torino ci sono circa 180 chilometri di macchina. In tanti hanno preso questa strada nel corso degli anni, passando dalla sponda rossoblù di Genova a quella granata di Torino. Nella rosa a disposizione di Walter Mazzarri ci sono tanti ex giocatori del Grifone, ma questa non è una novità. Infatti, da alcune stagioni la costante si ripete, anche dietro la scrivania. Fa parte dello staff dell’attuale direttore sportivo granata, Massimo Bava, una bandiera del Grifone come Omar Milanetto, 168 presenze caratterizzate da 12 reti in rossoblù. Anche un altro importante dirigente del Torino ha scritto pagine significative della storia del Genoa. Si tratta di Emiliano Moretti, che quando imboccò la strada per Torino era considerato un difensore ormai a fine carriera. In realtà, sotto la Mole Moretti ha vissuto una seconda giovinezza, conquistando il cuore dei tifosi granata e anche la Nazionale azzurra.

EX GENOANI – La rosa del Torino, come detto, è imbottita di giocatori passati dallo stadio “Ferraris” di Genova. Partendo dalla difesa, incontriamo Armando Izzo. Il difensore classe 1992 di Napoli è approdato al Torino direttamente dal Genoa nell’estate 2018. Per lui ben 101 presenze in rossoblù, la prima il 24 agosto 2014 in Coppa Italia, l’ultima il 20 maggio 2018 in Serie A proprio contro il Torino. Altro ex Grifone è Cristian Ansaldi. L’argentino ha allungato il proprio viaggio da Genova a Torino facendo tappa a Milano sponda Inter. Al Genoa ha vissuto la sua prima stagione in Italia nel 2015/2016, collezionando 25 presenze e guadagnandosi la fiducia dell’Inter. Anche un altro esterno del Toro lega la propria carriera al Genoa: Diego Laxalt. Anch’egli, tra l’altro, è transitato da Milano (sponda Milan) prima di approdare a Torino. Ha vestito la casacca rossoblù 117 volte, festeggiando 8 reti e 11 assist. Nella mediana  granata c’è un certo Tomas Rincon, che ha conosciuto l’Italia grazie al Genoa nel 2014/2015. Per lui una stagione e mezzo sotto la lanterna, poi il trasferimento a Torino: mezza stagione alla Juventus, poi le ultime tre al Toro. Infine, ultimo ex è Iago Falque, uno dei più sfortunati nella stagione in corso. Per lo spagnolo un’annata soltanto al “Ferraris”, ma indimenticabile: nel 2014/2015 32 apparizioni in Serie A e 13 gol (mai così bene nella massima serie del calcio italiano).

TENDENZA CONFERMATA – Ma il Toro sempre più genoano non è storia soltanto di questa stagione. Nel recente passato, infatti, non si possono dimenticare altri ex Grifone arrivati a Torino. Su tutti il difensore Nicolas Burdisso (113 apparizioni in rossoblù, 25 in granata) e M’Baye Niang (29 presenze con 4 gol al Torino, 14 con 5 reti al Genoa). Nella squadra allenata da Tiago Motta, invece, ci sono molti meno ex granata. In realtà, al momento, ce n’è uno soltanto: Antonio Barreca. Il terzino sinistro ha vagato tra Montecarlo e Newcastle prima di raggiungere Genova. Prodotto del settore giovanile granata, ha indossato 39 volte la maglia della Prima Squadra del Torino e 52 volte quella della Primavera. Storia di ex, dunque, quella tra Genoa e Torino, ma negli ultimi anni le macchine dei calciatori hanno sfrecciato quasi sempre in un’unica direzione: dalla lanterna alla Mole, dal rossoblù al granata, dal Genoa al Toro.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. eurotoro - 6 mesi fa

    ebbe’ se qualcuno si decidesse a farli giocare come giocavano alla grande in quel genoa(343)…no eh!!! ma va fun cool te e il 3511111111

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alexku65 - 6 mesi fa

    A dimostrazione che anche un presidente mediocre ,confusionario e spesso in difficoltà economiche come Preziosi ha saputo nel tempo lasciare un segno ( nei giocatori che sono transitati in rosso blu) calcisticamente più profondo di mr fantastic seduto in presidenza del torino fc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 6 mesi fa

    Infatti siamo sempre più nelle zone genoane della classifica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Junior - 6 mesi fa

    Pensassero solo a vincere e scacciare questa crisi da serie B. Forza ragazzi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy