Vesovic, a San Siro fai vedere le tue qualità

Verso Inter-Torino / Mentre i tifosi si interrogano se schierare Moretti sia la scelta giusta, Marko Vesovic è in pole per un posto da titolare a San Siro

di Federico Lanza, @LanzaFederico

La sfida di domani a San Siro è delicata sotto molti punti di vista. Il Torino di Giampiero Ventura si avvicina alla sfida con le idee poco chiare e con una formazione da rivoluzionare. Le recenti battute d’arresto contro Bologna, Juventus e Sampdoria hanno un po’ ridimensionato gli obiettivi. Certo, la salvezza è e resterà il primo ed unico, ma è innegabile che nella testa di molti stesse prendendo piede l’ipotesi di una storica partecipazione all’Europa League. Adesso il Torino è chiamato a vincere, al Meazza, per afferrare la salvezza e riprendere la marcia verso l’Europa. O almeno provarci, dal momento che le sconfitte hanno messo in luce alcune lacune che una squadra ambiziosa non dovrebbe avere. Come detto in apertura, la partita contro l’Inter è delicata, perché il Toro si avvicina all’appuntamento di Milano in piena emergenza. Complici le squalifiche di Glik e Maksimovic, il reparto difensivo – già orfano di Pasquale e Masiello – sarà costretto a fare gli straordinari per sopperire alle assenze. Se Matteo Darmian e Guillermo Rodriguez (che ritorna a giocare dopo due mesi e mezzo) sono sicuri di un posto dal primo minuto, chi occuperà il terzo ruolo disponibile è, al momento, una vera incognita. Nelle ultime ore ha preso piede l’idea di rischiare addirittura Emiliano Moretti, appena ripresosi dall’infortunio al ginocchio sinistro. Una decisione dettata dalla necessità, ma non sembra la migliore, dal momento che le condizioni del difensore non sono ancora ottimali. E poi, perché azzardare, quando c’è in rosa il giocatore ideale? Si chiama Marko Vesovic. Tra i rinforzi chiesti da Ventura, il montenegrino è l’unico a non essere ancora sceso in campo. Di lui, si dice un gran bene ma i tifosi non hanno ancora avuto modo di confermare la fama di “giocatore di talento” che ha in patria. Se la canzone di Vecchioni ha già suonato per i tre giovani della Primavera aggregati da Ventura (Barreca, Gyasi e Aramu), anche per Vesovic potrebbe essere l’ora di  “Luci a San Siro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy