”Zavorre” in partenza

Chi ha già il biglietto d’aereo in mano, chi le valigie pronte ma non conosce la destinazione, chi i vestiti ordinatamente ripiegati in attesa di sapere se dovrà partire; perché, se dovrà farlo, dovrà farlo rapidamente, visto che i ritiri delle varie squadre stanno per iniziare. E chi invece per ora non ha nessuno che lo voglia, e si trovi per di più nella condizione che, a casa, vorrebbero…

di Redazione Toro News

Chi ha già il biglietto d’aereo in mano, chi le valigie pronte ma non conosce la destinazione, chi i vestiti ordinatamente ripiegati in attesa di sapere se dovrà partire; perché, se dovrà farlo, dovrà farlo rapidamente, visto che i ritiri delle varie squadre stanno per iniziare. E chi invece per ora non ha nessuno che lo voglia, e si trovi per di più nella condizione che, a casa, vorrebbero che se ne andasse il prima possibile.
Insomma, facciamo il punto sulle cessioni; le “zavorre” definite tali da Petrachi, e qualche giocatore rimasto in organico fino a Giugno ma che non rientra più nei piani tecnici, con -accanto ad ogni nome- la probabililtà in percentuale di lasciare il Torino.

Diana 99%  Il laterale bresciano è l’unico ad avere un estimatore sicuro: si tratta del Bellinzona, la squadra elvetica in cui ha militato negli ultimi mesi. Loro lo vogliono, lui accetta l’offerta di rimanere in Svizzera, l’accordo tra i club c’é; cosa manca? Qualche soldino di ingaggio. Il giocatore, infatti, vuole più soldi di quelli che gli sono stati offerti; ma il passaggio si farà, questione di giorni

Bottone 99%  Manca pressoché solo l’ufficialità per il passaggio al Frosinone del rosso mediano (insieme a Colombo). La formula sarà quella della comproprietà, dunque resterà un legame tra il frutto del vivaio granata e la società in cui è cresciuto

Colombo 95%  Del doppio trasferimento, TN ha dato anticipazione assoluta una settimana fa; ma se per Bottone si è già chiuso, per il terzino bisogna definire la formula di cessione, visto che il Torino vorrebbe privarsene a titolo definitivo. E’ un’altra trattativa destinata comunque a chiudersi positivamente

Loviso 65%  Si tenta di spingere il regista a Vicenza. O meglio, si tenta di convincere la società biancorossa ad acquistarlo, magari nell’ambito dell’operazione che dovrebbe portare Di Cesare in granata; per ora, in Veneto non sono entusiasti. Ma dovrebbe essere il prossimo a partire

Di Michele 51%  Chiariamolo subito: l’ex-capitano non giocherà in granata, la percentuale su questo è del 100%. Ad oggi, però, non si registrano trattative importanti, se non un interesse del Lecce che si scontra però con la povertà di mezzi dei salentini per accaparrarsi le prestazioni dell’attaccante; la rescissione del contratto, per lui come per gli altri, è una soluzione che non si attuerà

Zanetti 25%  Petrachi, poco tempo fa, è stato chiaro: di quelle che lui ha definito “zavorre”, un paio potrebbero essere confermate, e dunque restare. Tra i candidati c’è sicuramente il vice-capitano della scorsa stagione, che caratterialmente è sempre stato elemento positivo in spogliatoio

Saeumel 20%  Ecco un altro candidato alla permanenza. Non ci sono mai state riserve sulla sua professionalità, e nemmeno sul suo talento: un nazionale austriaco, tanto più in B, non è destinato a fare brutte figure. E’ la tenuta fisica il tallone d’Achille che lascia perplessi i dirigenti

Rivalta 20%  Non è una delle cosiddette “zavorre”, ma certo ingaggio e contratto del piccolo difensore pesano: Colantuono lo stima ma non trova molti appoggi per un rientro in coppia a Bergamo, il Vicenza (altro suo vecchio club) non può permetterselo

Pratali 15%  Tre retrocessioni consecutive per tre diverse squadre non possono certo essere imputabili ad un solo giocatore, ma altrettanto sicuramente non fanno bella figura nel curriculum personale. Ad oggi, per il difensore di ritorno dal Siena, solo un paio di sondaggi dalla Serie B

Pisano 10%  Forse il più difficile di tutti da piazzare. Come Diana, ha un’età non verdissima ed un ingaggio spaventoso per la categoria cadetta; ma, a differenza del laterale, non vanta la particolare considerazione della squadra nella quale ha giocato (si fa per dire: pochi minuti in sei mesi) da Gennaio ad oggi, il Bari

(foto M.Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy