Torino: commemorazione a Superga con la Mole granata

Torino: commemorazione a Superga con la Mole granata

Commemorazione / Il 4 maggio si avvicina: consueta cerimonia e lettura dei 31 nomi e quest’anno, per la prima volta, ci sarà il simbolo della città illuminato dal “colore del Cuore”

4 maggio

Domani sarà martedì 3 maggio, la vigilia della commemorazione per le vittime granata cadute nell’incidente di Superga del 1949, nel quale morirono 31 persone. Anche quest’anno, come di consueto, ci sarà la messa alla Basilica della stessa città, alle ore 17, seguita dalla lettura dei nomi degli eroi da parte del capitano Kamil Glik. Sarà la sessantasettesima celebrazione della perdita della squadra più forte che il Torino abbia mai visto.

Superga
Il Capitano Lamil Glik sarà ancora una volta l’uomo che leggerà i nomi degli Invincibili

Il 2016 vedrà una cerimonia diversa, per due ragioni ben distinte: sarà la prima volta in cui Don Aldo Rabino (a cui verrà anche intitolato un Toro Club l’11 maggio: un gesto che fa capire quanto sia rimasto nel cuore dei tifosi), colui che celebrava ogni messa del 4 maggio, non sarà presente, e verrà sostituito da Don Robella (QUI la notizia). L’altra importante novità riguarda il simbolo di Torino, la Mole Antonelliana: quest’anno, grazie alle numerose richieste, alla petizione e al presidente Cairo, sarà illuminata interamente di granata, per dare un giusto ricordo agli Invincibili, dopo aver intitolato lo stadio agli stessi storici giocatori del Toro.

Sarà un’altra occasione per il popolo granata di riunirsi, e ricordare degli uomini che sono comparsi tanto tempo fa, ma non per questo possono essere dimenticati: è una parte della storia del Toro che va ricordata, con tristezza, ma anche con orgoglio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy