Calciomercato Torino, dall’Inghilterra: “Il West Ham su Belotti”. Ma per Cairo è incedibile

Calciomercato Torino, dall’Inghilterra: “Il West Ham su Belotti”. Ma per Cairo è incedibile

La notizia / Per il Gallo ci sarebbero richieste dall’Inghilterra. Il Toro tiene duro

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Entra nel vivo il calciomercato ed i pezzi pregiati del Toro non rimangono fuori dai rumors estivi. Stavolta tocca al Gallo Belotti, al quale – stando alla stampa inglese – arrivano offerte dal West Ham.

Calciomercato Torino, il punto: Verdi, Bogdan e Laxalt, la concorrenza si muove

INGHILTERRA – Stando a quanto riporta il Daily Star, noto tabloid britannico, il West Ham starebbe pensando a Belotti per rimpiazzare Arnautovic, da poco ceduto allo Shangai Shenua per la cifra di 25 milioni di sterline più 5 di bonus. Il club inglese avrebbe iniziato un sondaggio con il Torino, per capire che margini di manovra ci sarebbero per il Gallo (preferito a Maxi Gomez, altro giocatore trattato dal club inglese). Ed al momento non sembrano proprio esserci spazi, stando a quanto trapela da ambienti societari.

CAIRO – Il presidente granata infatti non sembra per nulla intenzionato a privarsi del suo capitano, che tra l’altro si è accorciato le vacanze per essere presente al raduno pre ritiro giovedì al Filadelfia. Viste le qualità del giocatore in questione, non si può escludere che per tutto il calciomercato non arrivino offerte per uno dei prezzi più pregiati del Torino (dall’Italia e dall’estero), ma è altrettanto vero che la società granata difficilmente farà partire il proprio cannoniere.

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

    Penso che quella di Belotti sia una delle tante “fake news” che vengono diffuse per “metterci in difficoltà” atteso anche il perdurare del ns.(almeno apparente)immobilismo sul mercato.Non coltivo particolari illusioni in quanto il criterio dell’auto finanziamento,al di là delle dichiarazioni d’intenti,non consentirà voli pindarici.Ritengo che Cairo con una decisione da “scacchista” andrà a sacrificare un “pezzo pregiato” per inserire un paio di pedine che consentano di migliorare il collettivo.Se è vero che per Izzo è stata posta una clausola rescissoria da 50mln direi che una “prima mossa” è stata fatta.Vedremo.Auspico che qualora ciò dovesse verificarsi avvenga per elementi diversi dai nominativi che “girano”,in particolare Verdi,M.Rui et similia…costosi e che non giustificherebbero,a mio avviso,la perdita di Izzo.In linea generale se il gioco valesse la candela un difensore,seppure assai valido come Izzo,sarebbe pur sempre sacrificabile.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14287754 - 2 settimane fa

    west ham attaccati a c…. il nostro capitano lotta solo x noi granata guardate altrove il gallo canta solo x noi quella mano a fare la cresta vela sognate troppo bella da vedere quindi bruciate inglesi non osate manco a pensare al gallo roba nostra!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14287754 - 2 settimane fa

    io nn capisco io belotti nn lo conosco ma gli voglio bene la sua umiltà il suo lottare in campo spremendosi fino al fischio finale di ogni partita mi ha portato a volergli bene anche senza averlo conosciuto!! la nostra maglia colore granata come il nostro❤️ su si lui è perfetta e x questo spero con tutto il mio cuore granata che resti il più possibile il nostro CAPITANO…!!!! FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. venziagranata - 2 settimane fa

      E la felicità che esprime quando segna è contagiosa e una bellezza da vedere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. eurotoro - 2 settimane fa

    Xche il TORO dovrebbe tener duro?.. la clausola rescissoria ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. èquasifatta - 2 settimane fa

    “Basta i sordi sono bbuoni” (Luca Brasi – Il Padrino -, 1972).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Kalokagathia - 2 settimane fa

    Per il calcio inglese tanto fisico Belotti sarebbe perfetto e per lui rappresenterebbe un palcoscenico notevole.
    Invece meno perfetto ma molto più suggestivo e poetico sarebbe che diventasse un mito trascinando il Toro nelle sue avventure, continuando a regalarci la gioia della sua grinta e dei suoi, a tratti sornioni, sorrisi: un balsamo per l’animo di tutti. Come un’eroe sofocleo che affronta con grinta e determinazione la vita nonostante tutte le disavventure e in più… sorride!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kalokagathia - 2 settimane fa

      un eroe

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Mimmo75 - 2 settimane fa

    Non mi sono mai fatto illusioni sull’attaccamento dei calciatori alla maglia, non fin quando la loro carriera è in ascesa. Nel caso di Belotti, però, mi voglio abbandonare a un sogno, a costo di risvegliarmi deluso. Perchè nel Gallo si percepisce qualcosa di diverso. Il momento d’oro, quello in cui avrebbe potuto fare un salto in avanti notevole per la sua carriera, in termini di guadagni e di visibilità, lo ha affrontato sottoscrivendo una clausola da 100 milioni di euro a fonte di un aumento d’ingaggio su cifre importanti ma di certo assolutamente inferiori a quelle che avrebbe potuto percepire altrove, lo ha affrontato rinunciando alla possibilità di giocare competizioni europee. Dopo una stagione monstre, probabilmente irripetibile, Belotti si è legato al Toro affidandogli il suo futuro con quella clausola fuori mercato. L’anno successivo ha patito due infortuni seri e una forma conseguentemente precaria. Infortuni dettati dalla sua grande generosità: il primo dopo aver deciso di restare in campo nonostante il ginocchio avesse ceduto, il secondo, una ricaduta, per aver forzato il rientro alla luce delle difficoltà del Toro di Sinisa che, dopo il solito inizio sprint, stava rantolando in piena crisi di condizione, gioco e risultati(da li a un mese il serbo sarebbe stato esonerato). Ma chi glielo faceva fare al Gallo di mettersi così a rischio? Ora, tornato trascinante e decisivo, toccata per la quarta stagione consecutiva la doppia cifra (in tutto 65 reti e 14 assist con il granata addosso), si riduce le ferie e torna a sudare per noi. Umiltà, senso di appartenenza, spirito di sacrificio, leadership…. perchè se si comporta così il capitano gli altri non possono tirarsi indietro. Io credo, per una volta voglio credere, che il Toro abbia trovato uno di quei rarissimi calciatori che decidono di sposare la maglia granata per sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kalokagathia - 2 settimane fa

      Amen

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 2 settimane fa

        Amen una cippa..domani l’arabo paga 100 mil.la clausola ed il gallo e’ bello che impacchettato..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Akatoro - 2 settimane fa

      Pienamente d’accordo e credo sia giusto e meritato un ritocco ingaggio intorno a 2 milioni e mezzo, Cairo se vuole davvero tenerlo gli dia un ingaggio che almeno si avvicini un po’ a quanto prenderebbe dalle altre squadre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ardi - 2 settimane fa

        Concordo, Belotti per primo, ma così per tutti quelli che lo meritano, unico modo per far credere la squadra

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. VM8 - 2 settimane fa

      Dopo la stagione monstre, posso assicurarti che voleva andare via, infatti giocò il campionato più brutto da quando è qui, non voleva restare anche se non ha avuto per fortuna il coraggio e la stronzaggine di puntare i piedi a tutti i costi, questo si, ma voleva andare via.
      Ora, anche grazie a Cairo che pare aver intrapreso un progetto serio, perché noi ora non vendiamo più per fare spiccare le ali, ma vogliamo spiccarle noi, ha capito che possiamo crescere e qui sta bene, io spero che non indossi più altra maglia d qui a quando si ritira, sarebbe un sogno, perché in campo è davvero il ” Toro ” incarna in pieno il centravanti che ogni tifoso granata vorrebbe, ora sta cominciando ad esserlo anche fuori dal campo… FORZA GALLO, PUOI INCIDERE IL TUO NOME NELLA STORIA LEGGEBDARIA GRANATA, e in questo calcio malato, non è cosa semplice

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 2 settimane fa

        Devo correggerti, ricordi male. Belotti rinnovò il contratto, accettando la clausola da 100 milioni, a inizio dicembre 2016. Veniva dalla stagione 20015/2016 nella quale, soprattutto nella seconda parte, si impose all’attenzione di tutti a suon di gol chiudendo a quota 12 reti e 6 assist. Quando rinnovò aveva già messo a segno 12 reti e 2 assist su 14 gare (di cui una giocata per appena 20 minuti). Cioè segnava a raffica da ormai 1 anno, poteva puntarli eccome i piedi e invece si è legato in modo molto stretto al Toro accettando quella clausola. Il successivo campionato brutto, come lo definisci tu e sono in parte d’accordo, fu molto condizionato dai due infortuni al ginocchio e dalla forma fisica (suo punto di forza) precaria, eppure alla fine mise a segno 13 reti e 6 assist pur giocando meno gare. A me non sembrano dati (e comportamenti) che testimoniano la volontà di voler andare via.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. VM8 - 2 settimane fa

          Mimmo, ora non ricordo quale estate fu, cacchio posso dirti per certo che voleva andare via, nello spogliatoio lo sapevano TUTTI. Non lo direi non fosse così

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 - 2 settimane fa

            Sarà…ci sono le chiacchiere e poi ci sono i fatti. Belotti è ancora qui, trascina tutti e onora sempre la maglia. Mi para valga più di mille parole

            Mi piace Non mi piace
        2. Luke90 - 2 settimane fa

          Detto che io non mi affeziono a nessun giocatore, nell’era moderna, Mimmo tu dici che poteva, puntarli i piedi, e VM8 dice che non ebbe il coraggio. Ed anche io mi espressi in quel modo, visto l’interessamento anche del milan per lui milanista. Comunque adesso è qui e speriamo sia contento e convinto. Magari è un novello DiNatale .. uno dei pochi, chissà …

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. prawda - 2 settimane fa

          Premesso che ritengo ancora che sono i giocatori come Belotti, che incarnano quelle caratteristiche di generosita’, forza e coraggio, che possono fermare qulla continua emorragia di tifosi e far riavvicinare i tifosi al Torino, detto questo il rinnovo con clausola da 100M fu un errore di cui credo Belotti si sia reso conto dopo, cambio’ infatti l’agente quando fu chiaro che nessuno sarebbe arrivato a quella cifra ma nemmeno avvicinati e per i mesi successivi non rilascio’ nemmeno una dichiarazione pur essendo il capitano. Credo fu un errore anche di Cairo che mise probabilmente l’asticella troppo in alto, con il risultato che si trovo’ nell’impossibilita’ di cederlo a valori piu’ bassi; pero’ anche io ritengo che Belotti quell’estate volesse andare via, probabilmente al Milan e che il mal di pancia si vide per parecchio tempo.
          Adesso mi sembra nuovamente soddisfatto e mi auguro resti, per caratteristiche puo’ davvero diventare un simbolo del Toro, un giocatore in cui finalmente le nuove leve possano identificarsi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Héctor Belascoarán - 2 settimane fa

    Belotti chiuderà la carriera qui da idolo indiscusso. Punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Madama_granata - 2 settimane fa

    Belotti è il nostro Capitano e la nostra bandiera.
    Spero fortemente che il Presidente non si lasci convincere a cederlo per nessuna cifra.
    Le sue qualità, all’interno della squadra, vanno ben oltre alla sua abilità in campo.
    Una guida ed un esempio x i più giovani, una autorevole sicurezza per tutta la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. waltergio52 - 2 settimane fa

      Purtroppo le bandiere vengono spesso ammainate in un battibaleno.
      Incrociamo le dita e speriamo di vedere il Gallo sempre in granata,
      ma rendiamoci conto che il denaro detiene il più grande di tutti i poteri.
      Senza il Belotti che abbiamo visto nel girone di ritorno il Toro sarebbe
      notevolmente ridimensionato e rischierebbe di essere una sbiadita
      comparsa in EL
      Forza Toro!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy