Mazzarri convince anche gli scettici: la prova “brillantezza” è superata

Mazzarri convince anche gli scettici: la prova “brillantezza” è superata

Focus on / Contro il Debrecen il Toro supera i dubbi e conferma la validità dei metodi di lavoro del tecnico

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Esame atletico superato. La prova espressa dai granata giovedì al Moccagatta di Alessandria ha confermato che il cronoprogramma del ritiro di Bormio (e della fase precedente, quella che ha visto i giocatori del Toro allenarsi privatamente), sviluppato da Mazzarri, ha avuto gli effetti sperati.

BRILLANTEZZA – Quella superata agilmente contro il Debrecen è stata anzitutto una prova di “brillantezza”: i giocatori scesi in campo non sono sembrati “imballati” ed hanno retto per quasi tutti i 90′ di gioco, malgrado a Bormio il Torino abbia lavorato molto, anche se non con un focus specifico sulla resistenza. Ansaldi, dopotutto, nel post partita della gara di Europa League aveva constatato che il lavoro svolto era stato ottimo, elogiando nemmeno troppo implicitamente quanto fatto da Mazzarri ed i suoi collaboratori. Una prova che ha convinto anche chi, tra gli addetti ai lavori, era sembrato più scettico sull’impostazione della tabella di lavoro del ritiro.

LUNGA DURATA – Del resto in Valtellina era stato svolto poco lavoro di fondo, sull’immediato, sostanzialmente leggero, per permettere al gruppo di arrivare prontissimo al primo impegno stagionale, calendarizzato a distanza ravvicinata dall’inizio del ritiro. Impostare così il ritiro ha permesso al Toro di fare un’ottima figura contro gli ungheresi, ma forse la squadra potrà pagare sulla lunga durata. Mazzarri, dal canto suo, ha previsto anche questo: la brillantezza di questi giorni potrebbe offuscarsi più avanti nel corso della stagione, verosimilmente nella parte centrale del girone di andata. Per tale ragione il mister ha già in programma dei “richiami” di preparazione, utili a garantire una forma smagliante per tutto il corso del campionato.

26 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabio - 3 mesi fa

    E’ il miglior allenatore del Toro di Cairo. In mezzo a tanti presunti fenomeni (Giampaolo, Montella, Di Francesco) magari non incanta con le parole, però porta sempre a casa risultati. E valorizza pure i calciatori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 3 mesi fa

    Abbiamo giocato un tempo a ottimi livelli poi ci siamo spenti poco per volta. Sono curioso di vedere come reagire o a livello fisico sul lungo periodo. Non sarà facile se non si adegua nemmeno la rosa a livello numerico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 3 mesi fa

    Concordo sulla positività che aleggia intorno alla squadra e sui grandi complimenti a Mazzarri.
    Ma tutti coloro che fino a tre quarti del campionato scorso lo chiamavano Testadighisa (quando erano gentili, altrimenti anche peggio), e che ne chiedevano l’immediato allontanamento xché era un allenatore vecchio e finito, che fine hanno fatto?
    Pentiti? Ricreduti?
    Difficile ammettere: “Mi sono sbagliato”.
    Facile salire sul carro del vincitore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 mesi fa

      …un po li capisco…i piu rancorosi sono magari anche quelli piu sanguigni che vogliono vincere qualcosa..quelli che hanno gioito x l’ultima coppa italia portata in bacheca…quelli che erano ad amsterdam e hanno visto sfumare la coppa x quei maledetti pali…e che attendono ancora una rivalsa che tarda ad arrivare..certo chi insulta offende..o chi fischiava meggiorini al calcio di inizio..questi non li giustifico e non li capiro’ mai…a bocce ferme e’ una cosa..ma quando inizia una stagione bisogna solo incitare a fare meglio..sia il presidente che l’allenatore di turno che i giocatori..evitare qualsiasi cosa che provochi turbamento e remare tutti dalla stessa parte

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

        Ciao euro@ I soggetti ai quali si riferisce madama@ sono i soliti che con 4 o 5 multinick scrivono insulti a rotazione verso Cairo verso Mazzarri verso Baselli verso Meite De Silvestri etc etc.
        Ovviamente fanno i leoni dietro ad una tastiera…
        Allo stadio non mettono piede con scuse varie…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 3 mesi fa

          Ciao Bacigalupo, hai chiesto disponibilità per le esterne ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

            Al momento non ho la liberatoria.

            Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 3 mesi fa

        @europeo, sanguigno non è sinonimo di maleducato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Ardi - 3 mesi fa

        Io non offendo ma sono arrabbiato perché è da quando ho dieci anni che non vedo il Toro vincere qualcosa o arrivare in finale di coppa europea. Ed io c’ero al delle Alpi in quei tempi partendo con mio padre in pullman da Savona

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 3 mesi fa

          Ciao..io ero sulle spalle di mio padre nel 76 il giorno dello scudetto..x le strade un esplosione pazzesca ricordo solo che ogni cosa era granata…una marea granata…poi sono cresciuto e ricordo bene i brividi a vedere junior..poi martin vazquez scifo lentini ecc. Purtroppo con l’avvento delle pay tv il toro e’ uscito dal gruppo delle big e come tifoso mi ero ridimensionato sperando in salvezze tranquille!..i 3 anni consecutivi in b sono stato moolto arrabbiato ed incarognito col pres..ora da 2 anni rivedo una parvenza di quel toro dove ogni anno c’erano i big e ti affezionavi…consapevole pero’ che negli anni 70/80 era piu facile arrivare tra le prime 4..era piu facile sognare..ma io sono del toro…non mi piace vincere facile..mi piace pensare che prima di schiattare vincero’ qualcosa e rivedro’ x le strade quella marea granata…finalmente un gruppo di giocatori affamati quanto noi tifosi..I want belive

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. eurotoro - 3 mesi fa

            …ti posso garantire che non c’e’ arrabbiatura peggiore di vedere dal vivo infrangersi sul palo la vittoria di una coppa europea..hai quanto piansi di rabbia vedere esultare quel bacchettone di bergkamp…maledetto palo…

            Mi piace Non mi piace
          2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

            Ciao euro@ anche io ero ad Amsterdam…. Quanto ho maledetto quel cazzz di portiere Menzo mi pare si chiamasse…
            Torneranno quei tempi è più difficile ma torneranno

            Mi piace Non mi piace
          3. maxx72 - 3 mesi fa

            Era pure scarso quel Menzo…Non me lo sono dimenticato!

            Mi piace Non mi piace
          4. Gattojoyce - 3 mesi fa

            Ragazzi, il godimento nel vedere il gobbetto che non si capacitava del 3-2 “…ma se vincevamo 2 a 0 cinque minuti fa…”; il nervoso per le botte prese da Casagrande in primis in quel 2-1 al Bernabeu, quando ho deciso che DOVEVO esserci al ritorno; la gioia in curva al ritorno; il dolore per quel 2-2 in casa, per i tre pali, l’identificazione nella sedia del Mondo; il semi-orgasmo per il 3 a 0, con Pennellone semplicemente stratosferico e noi che quasi facciamo crollare la curva; la sofferenza per quei 3 rigori; la goduria nell’ultima al Delle Alpi contro il Mantova…ragazzi…

            Mi piace Non mi piace
          5. Gattojoyce - 3 mesi fa

            …naturalmente i tre pali e la sedia al ritorno…

            Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 3 mesi fa

    Si legge ancora molto scetticismo purtroppo, ed e’ strano. Va detto che l’avversario era modesto e che la stagione e’ lunghissima, c’e’ ancora molto da lavorare e c’e’ da capire come gli allenamenti verranno adattati con questo inizio ‘anomalo’ e anticipato.

    CMQ mi piace sempre ricordare che spesso ci siamo complicati la vita con partite facilissime, parlando di EL, si poteva per esempio arrivare primi nel girone evitando la gloria (ma anche la fatica) di Bilbao.

    Ma poi ci sono anche le innumerevoli partitelle con le varie retrocesse che ogni tanto non vinciamo… Spero che questo sia l’anno buono per evitare magre figure!

    Forza toro, forza il toro di WM!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. eurotoro - 3 mesi fa

    Un lavoro eccezionale dello staff…all’ultima giornata correvamo il doppio della lazio..finalmente a livello atletico ce la giochiamo con tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Secondo me, quest’anno farà moltissima preparazione individualizzata, e non mi stupirebbe se facesse entrare in forma i giocatori in momenti diversi per avere sempre un turnover di qualità nei vari ruoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. martin76 - 3 mesi fa

      Esageruma nen

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. martin76 - 3 mesi fa

        🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GranaSiempre - 3 mesi fa

    Solo chi è calcisticamente cieco potrebbe essere scettico di fronte allo splendido lavoro che Mazzarri sta portando avanti…
    Allenatore che fa la differenza!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mimmo75 - 3 mesi fa

    Beh, ma scopriamo l’acqua calda! Mazzarri è un grande. Punto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 mesi fa

      …si ma Mazzarri l’avra’ pur scelto e voluto qualcuno?..diamo i meriti anche ad un presidente..che da 2 anni sta’ facendo tutto bene x il bene del nostro TORO…daje Pres…ancora una ciliegina ed una ciliegiona..e sara’ la torta piu buona degli ultimi 25 anni..vamos toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

        E.. Lo paga pure….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Mimmo75 - 3 mesi fa

        Certo che è merito di Cairo averlo scelto. Ma che c’entra in questo articolo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 3 mesi fa

          …ho solo preso spunto dal tuo commento x far notare a qualcuno (non a te..che ti leggo da tanto e so che fai critica costruttiva) che se ci ritroviamo un grande allenatore e’ xche lo ha voluto fortemente il presidente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy