Torino, Mazzarri si gode Izzo: il simbolo di una squadra che non molla mai

Focus on / Altra prova di grande spessore per l’ex Genoa: contro la Juve l’ennesima conferma di una stagione straordinaria

di Nicolò Muggianu

Era arrivato al Torino in punta di piedi, oggi Armando Izzo è già diventato simbolo e punto di riferimento del Torino di Mazzarri. E pensare che appena 6 mesi fa erano in molti, tra tifosi e addetti ai lavori, a storcere il naso pensando ai 10 milioni investiti dal Presidente Cairo per strapparlo al Genoa.

LA PARTITA – La sua stagione è stata un crescendo continuo, culminato ed esaltato dalla prestazione contro la Juventus. Sul punto conquistato dal Torino allo Stadium c’è anche il suo zampino: una prestazione da vero leader, senza sbavature. Verrebbe da dire “quasi perfetta”. Quasi perché resta un solo rammarico: non aver vinto. Ma il sogno Europa è ancora alla portata, con la consapevolezza di aver comunque fatto qualcosa di importante. Un sentimento espresso e postato sui social a fine gara: “Peccato non aver vinto – ha scritto Izzo sul suo account Instagram  – ma abbiamo dimostrato la nostra maturità stasera! Il gusto del sacrificio vale quanto una vittoria! Vogliamo coronare il nostro sogno”.

LEADER – E chi pensava che il ragazzo nato e cresciuto a Scampia fosse solo grinta e poco altro, ha dovuto ricredersi. Una stagione quasi perfetta la sua, da protagonista assoluto e quasi completamente prima di sbavature. E la sontuosa prestazione nel derby di ieri è soltanto l’ennesima (se ancora ce ne fosse bisogno) riconferma di ciò che è diventato Izzo: un giocatore di grande spessore e un top player per la difesa a tre. Per il Torino e per la Nazionale. Tempismo nell’anticipo, capacità di lettura preventiva, ma soprattutto uno spirito e un atteggiamento che fanno di lui “uno da Toro”.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alètoro - 2 anni fa

    Ritengo che è una stagione assolutamente da incorniciare per il giovane “scugnizzo di Scampia”, autentico pilastro della difesa del TORO.
    Il suo rendimento di alta qualità è stato assolutamente costante per l’intero arco della stagione con il record personale di quattro reti all’attivo, ossia un consuntivo parziale superiore a quello del compagno di squadra Zaza, attaccante centrale dall’ingaggio milionario …
    A mio parere Izzo, con la lunga serie di prestazioni assolutamente sontuose e superlative nel TORO merita certamente un posto da titolare fisso anche in Nazionale, in quanto lo ritengo superiore, sotto l’aspetto tecnico-tattico nel ruolo di difensore centrale a Bonucci, da sempre sopravalutato nell’ambiente federale e dai media in genere.
    Grande Armando Izzo ! Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. da sempre Toro - 2 anni fa

    Izzo é un grande esempio di come noi tifosi desideriamo i giocatori del Toro. In lui si ritrova il tremendismo granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marcogol - 2 anni fa

    É uno tosto sempre sul pezzo, attento e con la giusta kazzimma, propositivo anche in attacco, un gladiatore in campo di quelli che ti fanno sentire orgogliosi di essere del toro. Grande Izzo! Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dario61 - 2 anni fa

    La difesa è il nostro punto di forza se ritorna bonifazi il prossimo anno siamo a posto.. c’è solo da rinforzare centrocampo e una spalla per il gallo e ne vedre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torotranquillo - 2 anni fa

      Sirigu, Izzo, ‘NKoulou e Rincon ds cineteca. De Silvestri e Ansaldi ottimi. Belotti utilissimo. Poi ci manca la qualità. E poi abbiamo Berenguer purtroppo. Ieri ha fatto il 3° dribbling della sua vita su Pjanic. Ha perso palloni da tutte le parti. E’ inadeguato nel fisico e nella borsa. Ma ha segnato la volta scorsa e quindi ce lo teniamo purtroppo per tutti i match. Ila Aina entrato da due minuti in un ruolo non suo, ne vale 80. Ma Mazzarri insiste su questo personaggio. Meglio chiunque altro al posto suo. Meno male che non tira più corner e punizioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RM74 - 2 anni fa

        Forse l’hai confuso con Pjanic.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. IosonodelToro - 2 anni fa

        Nel primo tempo Berenguer è stato il migliore in campo,ma da chi definisce De Silvestri (che ha giocato una partita da 4) “ottimo” non mi aspetto commenti molto diversi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robertozanabon_821 - 2 anni fa

    Fantastico il nostro “scugnIZZO” !!!! Grande !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bischero - 2 anni fa

    Facce da toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13722867 - 2 anni fa

    grande Armando chissà se quel buffone di milan channel ti ha visto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13722867 - 2 anni fa

    grande Armando chissà se quel buffone di milan channel ti ha visto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13814870 - 2 anni fa

    Armando sei uno spettacolo!!!!! ma che sai fare!!!! Complimenti davvero. Tu sei il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy