Edera, a Bologna poco spazio: futuro da valutare

Edera, a Bologna poco spazio: futuro da valutare

Focus on / L’esterno ha collezionato solo quattro presenze in rossoblu, ora il rientro a Torino

di Alberto Giulini, @albigiulini

Tra i giocatori che faranno rientro a Torino dopo le esperienze in prestito c’è anche Simone Edera. Trasferitosi a gennaio al Bologna in prestito secco insieme a Lyanco, l’esterno non ha avuto la stessa fortuna del compagno.

IL BILANCIO – Complice infatti qualche problema fisico di troppo e la contestuale esplosione di Orsolini, Edera ha faticato a trovare spazio. L’esterno in rossoblu ha collezionato infatti solamente quattro presenze complessive, tre delle quali da titolare. Si può dunque affermare che l’avventura in prestito non sia stata positiva per il giocatore, che in questa seconda parte di stagione avrebbe dovuto trovare minutaggio per fare esperienza in vista di un ritorno alla base. Ma non ci sono state le condizioni per trovare continuità. Un’occasione mancata, insomma, per cui ora il giocatore ed il Toro dovranno fare le opportune valutazioni.

Bonifazi: alla Spal è maturato, adesso Mazzarri lo vuole valutare

FUTURO INCERTO – Ed il futuro, a questo punto, rimane tutto da scrivere. Il Toro ha più volte dimostrato di credere nelle potenzialità del giocatore, come si evince infatti dalla formula del trasferimento al Bologna: un prestito secco, senza possibilità per i felsinei di trattenere il giocatore. Al momento, però, risulta difficile immaginare che Edera possa trovare da subito grande spazio in granata, sebbene Mazzarri lo conosca e lo apprezzi. Il futuro, insomma, è ancora da definire: il giocatore tornerà a disposizione di Mazzarri che insieme a società e giocatore cercherà di trovare la soluzione migliore per tutte le parti in causa.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bischero - 7 mesi fa

    Renato il problema a mio avviso sta nella testa dei nostri ragazzi italiani. Nostri intendo non del toro, ma della serie a. Si sentono subito arrivati e preziosi. Edera ha rifiutato Frosinone per 1 mese perché si sentiva importante. Pensava fosse un declassamento andare a lottare per la salvezza. Invece con un allenatore che lo conosceva avrebbe giocato molto di più e fatto esperienza. I giovani devono giocare e se sono bravi esplodono. Non lo sto bocciando come giocatore ma come uomo. È andato di corsa a Bologna convinto che sinisa lo avrebbe fatto giocare visto che lo conosceva. 2 partite e ha messo orsolini perché aveva più fame(oltre al fisico). Lo stesso orsolini ha avuto in passato gli stessi problemi di edera.come si é svegliato lui può farlo anche il nostro giovane. Ma senza step mentale non vai da nessuna parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mazede70 - 7 mesi fa

      Ineccepibile !!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Diego Madrid - 7 mesi fa

    È uno di quegli eterni incompiuti, che non arriverà mai da nessuna parte, bravo è bravo, però finita li, cos’ha fatto? Un goal alla Lazio, punto.
    Si sta dando troppa importanza ad uno Martinez qualsiasi…ve lo ricordate? Stessa identica roba.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granatadellabassa - 7 mesi fa

    Al di là degli infortuni, ha scelto una squadra con tanta concorrenza: restando a Torino forse avrebbe avuto più chances. Mi chiedo con criterio ha deciso di andare a Bologna.
    Ad ogni modo il ragazzo è valido. Spero possa trovare una squadra dove fare un intero campionato da titolare. Al momento non vedo spazi in granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. renato - 7 mesi fa

    Anch’io penso che sia un giocatore più che valido. Su Edera potrei fare lo stesso discorso che ho fatto riguardo alla difesa in un altro articolo. Non è che quest’anno avessimo tutta quell’abbondanza di attaccanti da poterci permettere di mandarlo in prestito. Infatti è bastato che mancasse Iago o che Belotti fosse squalificato (anche se solo per una giornata,per non parlare delle squalifiche di Zaza) che abbiamo faticato più del lecito. Se ci fosse stato lui a disposizione probabilmente non avrebbe fatto il fenomeno ma almeno avremmo superato il periodo negativo con meno affanno.
    Ribadisco il concetto già espresso in altro posto. Ogni ruolo secondo me dovrebbe avere il suo naturale sostituto quasi all’altezza del cosiddetto titolare, il che vuol dire avere 22 giocatori praticamente di livello molto simile. Non sto parlando di 40 elementi in rosa, ma almeno di 11 che non facciano rimpiangere gli assenti e che non costringano il mister ad inventarsi tutte le combinazioni possibili tra Lukic, Berenguer, Paigini, Zaza ecc.
    In certe partite più che una formazione sembrava una specie di minestrone con dentro un po’ di tutto accuratamente frullato con la scusa della teoria che bisogna saper sempre fare le “due fasi” e con il risultato (sempre secondo me, naturalmente) che non ne viene bene nessuna della due.
    Da qui a dire che diventerà titolare fisso ce ne passa, e qui sono d’accordo con Bischero e le sue argomentazioni. Certo però che se lo mandiamo a scaldare le panchine emiliane non possiamo pretendere che rientri a fare il fenomeno con 150 minuti giocati all’anno! La gente va fatta giocare con una certa continuità, a ben guardare le occasioni non mancano, basta osare probabilmente un po’ di più, e questa conclusione vale un po’ per tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. oceano74 - 7 mesi fa

      Mazzarri non sa gestire le rose grandi, perché ci saranno giocatori scontenti..e lui non ha carisma…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13963758 - 7 mesi fa

    un altro che per 4-5mln io darei via. nn stiamo a perdere tempo e alimentare equivoci. tra lui e parigini, nn hanno mangiato abbastanza mrd x avere l’umiltà x diventare giocatori di serie a.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bischero - 7 mesi fa

    Io penso che sia un buon giocatore. Molto più talentuoso di parigini. Ma senza umiltà non si va lontano. Si dia una regolata e diventerà un giocatore da serie A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Immer - 7 mesi fa

    Ho paura per lui che la serie a sia troppo per lui . Speriamo che trovi una squadra adatta alle Sue crescita e possa giocare con costanza in a e tornare più forte d
    i prima

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy