Torino, le panchine giovanili: Coppitelli verso la permanenza, per Sesia ecco l’U18

Torino, le panchine giovanili: Coppitelli verso la permanenza, per Sesia ecco l’U18

Gli scenari / Il mister della Primavera ha ancora un anno di contratto col Torino ma valuterebbe eventuali offerte. Capriolo, tecnico dello Scudetto Berretti, può tentare altre avventure professionali

di Redazione Toro News

Mentre il Torino sta per definire chi sarà il nuovo responsabile del settore giovanile, (come vi raccontiamo a parte, Andrea Fabbrini pare al momento il favorito numero uno), al contempo si sta lavorando anche per definire le panchine delle giovanili della prossima stagione agonistica. Come già spiegato, il club granata anche per il 2019/2020 rinvierà il progetto della seconda squadra, mentre la novità più importante consisterà nel varo del campionato Under 18 Serie A/B, destinato a sostituire il campionato Berretti, che rimarrà unicamente per le società di Lega Pro.

COPPITELLI – Per quanto riguarda la Primavera, Federico Coppitelli ha ancora un anno di contratto col Torino: non ci sono ancora certezze matematiche, ma al momento non ci sono novità di rilievo sul suo futuro. Si va quindi verso la permanenza del tecnico romano, che sarebbe al suo quarto anno di Primavera. Le panchine di B sono tutte impegnate, mentre in C la situazione è diversa, con sole 35 squadre su 58 che hanno già il tecnico. Per questo non si può ancora escludere che a Coppitelli non pervenga un’offerta interessante, ma in ogni caso entro pochi giorni tutti i dubbi dovrebbero essere sciolti, con la nuova stagione che partirà verso la metà di luglio.

GLI ALTRI – La squadra Under 18, a meno di sorprese, è già prenotata da Marco Sesia, il tecnico reduce da tre ottime annate con la Under 17. Sarà un palcoscenico di livello: la categoria diventerà l’anticamera della Primavera e dovrebbe essere questo il gruppo che il Torino manderà a disputare la Viareggio Cup 2020. Andrea Menghini, ormai un’istituzione del settore giovanile, dovrebbe passare dall’Under 16 all’Under 15, che l’anno prossimo vedrà protagonisti i giocatori classe 2005. Dubbi per Max Capriolo, l’allenatore reduce dallo scudetto Berretti: ha ricevuto proposte interessanti e non è escluso che possa valutarle per iniziare un’altra avventura professionale dopo 13 anni molto soddisfacenti in granata. Per il tecnico la priorità rimane il Torino, a cui resta molto legato. Ma anche qui è necessario attendere la nomina del nuovo responsabile del settore giovanile. Non ci sono certezze anche per Andrea De Martini, ultimo anno alla Under 15. Rimarrà sicuramente nei quadri invece Christian Fioratti, che ha fatto un ottimo lavoro con il primo gruppo dell’Under 14: potrebbe rientrare in una squadra di settore giovanile puro.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. al_aksa_831 - 2 settimane fa

    Il campionato U18 mica è ufficiale, non è così? Mancano due mesi all’esordio, non vi sembra un po’ tardi per organizzarsi?
    Sesia e Fioratt a me non sembra abbiano fatto un buon lavoro, ma se lo dite voi, sarà l’idea che gira in società.
    “Capriolo tenta nuove avventure” è il nuovo “abbiamo trombato Capriolo”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy