Calciomercato Torino, dubbi anche su Paleari: si guarda altrove per il vice-Sirigu

Calciomercato Torino, dubbi anche su Paleari: si guarda altrove per il vice-Sirigu

In entrata / Il Torino è alla ricerca di un secondo portiere che accetti l’inamovibilità di Sirigu: prospettiva che non convince l’estremo difensore del Cittadella

di Marco De Rito, @marcoderito
Alberto Paleari

Potrebbe concludersi con un nulla di fatto il dialogo tra Torino e Cittadella per il Alberto Paleari. L’estremo difensore del Cittadella, tra i migliori nell’ultimo campionato di Serie B, vorrebbe avere maggiori sicurezze sugli spazi che gli sarebbero dedicati nella prossima stagione. Sicurezze il Toro non riesce a garantirne, visto che Salvatore Sirigu è un perno nei granata.

IL PROFILO – Paleari è consapevole che, avendo in squadra il portiere della Nazionale italiana, per lui il minutaggio nel Toro sarebbe ridotto pressappoco ai casi di infortuni e squalifiche del portiere sardo. I piemontesi vorrebbero acquistare un estremo difensore che sappia garantire sicurezza, visto il potenziale impiego in tre competizioni del Torino, ma allo stesso tempo che non abbia ambizioni troppo forti di essere titolare. Lo ha ribadito anche Urbano Cairo durante la sua visita a Bormio: “Bisogna stare attenti anche agli equilibri nello spogliatoio. I portieri non titolari devono essere persone per bene. Tutti hanno voglia di giocare, ma se vuole giocare e da fastidio al primo portiere non è mai bello“.

LE VALUTAZIONI – Il presidente però, riguardo alla questione del secondo portiere, ha anche ammesso: “Ci stiamo lavorando”. La società di Via dell’Arcivescovado sta passando al vaglio diversi profili, come ha dichiarato il patron granata: “Ci sono varie possibilità e dobbiamo scegliere anche una filosofia: se puntare su un giovane o meno giovane“. Paleari oggi sembra più distante, vista la sua voglia di giocare titolare. Sarebbe il secondo profilo scartato dopo le dichiarazioni di Karnezis: “Sto benissimo qui (Napoli, ndr), voglio rimanere” (leggi qui). Per il momento, oltre a Sirigu, tra gli estremi difensori restano Rosati mentre Zaccagno e Gemello saranno ceduti in prestito. I granata dovranno trovare un’alternativa per completare il reparto.

37 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. g.chiapp_9204708 - 2 mesi fa

    per il vice-Sirigu, sarebbe una buonna idea il venezolano Wilker Fariñes.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paul67 - 2 mesi fa

    Il secondo portiere è un falso problema, se ne parla per nn parlare delle priorità, è il solito giochino, lo fanno anche in politica, tutti di qualsiasi colore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bertu62 - 2 mesi fa

    La questione è vecchia quasi quanto il gioco del calcio stesso:
    “le riserve come quanto devono essere brave”?
    Se supponiamo che lo siano MENO, allora da una parte è giusto che “costino” poco o niente e dall’altra (però) c’è da sperare che NON debbano servire MAI perché visto che sono meno brave dei titolari è meglio che non giochino MAI!
    Se al contrario invece supponiamo che siano PIU’ bravi degli attuali titolari, allora da una parte è giusto che “costino” tanto però dall’altra i titolari “vecchi” dovrebbero accettare di scalare a riserve ed accettare di guadagnare meno e starsene pure zitti!
    Insomma, da qualunque parte la guardi la questione è meno semplice di quanto la si voglia far passare seduti al tavolino del Bar dello Sport, in Piazza Mazzini 🙂 …..
    Trovare il giocatore “giusto” non è semplice, così come non è semplice mettere insieme un mucchio di giocatori “TOP”(chiedere al Milan recente di Mirabelli&Fassone): il Toro negli ultimi anni c’è riuscito non sempre e soprattutto non con “continuità” nei “ricambi”: lo abbiamo visto con le cessioni di Cerci/Immobile, con quelle di Peres/Darmian, con quelle di Gazzi/Vives…Ogni volta che si è trovato “il diamante” com’è stato con Sirigu/N’Koulou/Izzo/Belotti addirittura lo si è appunto TROVATO, mica PRESO già fatto! Belotti stesso è stato un UFO per 1 anno, Petrachi disse che se fosse stato per Lui non sarebbe mai arrivato al Toro, fu Ventura che lo volle e Cairo che decise di accontentarlo.. Sirigu è arrivato fra lo scetticismo generale, idem dicasi per N’Koulou e Izzo… Insomma, se non sono “scommesse” al Toro non vengono, ci piaccia o no, piuttosto preferiscono fare panchina al Napoli/Milan/Inter perché PER MALE CHE VADA sono panchine MILIONARIE!!
    E torniamo SEMPRE lì, al calcio che è SOLO denaro, nulla più… Non c’è sta stupirsi se un Verdi, un Cutrone, un DE Paul dopo 1 stagione (se va bene) giocata bene vogliono TANTO e SUBITO! Non in panchina, non “spiccioli, briciole” ma EURI PESANTI, vogliono giocare NEL CALCIO CHE CONTA, fossero anche solo i soldi ad essere contati….
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. miele - 2 mesi fa

    Capisco l’esigenza che ha TN di alimentare l’interesse dei tifosi e visitatori del sito, però, a questo punto del mercato, sentite le dichiarazioni “prudentissime” di Cairo, e non è una novità, consiglierei di sospendere questa rubrica fino alla conclusione di qualche significativa novità, ammesso che ci possano essere. Tutto il resto, questo continuo divagare sul nulla, mi pare masochistico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tifoso Obiettivo - 2 mesi fa

    Su una cosa penso siamo tutti d’accordo..
    Il calciomercato del Torino Fc è peggio dell’orticaria.
    Invidio chi è a Bormio o in vacanza..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

      Diciamo che richiede nervi saldi.
      Ma tutti i segnali fanno pensare che si prenderanno solo ed esclusivamente giocatori utili, motivati e consapevoli della realtà in cui si dovranno calare. Nomi o non nomi, uomini veri e giocatori efficaci.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Simone - 2 mesi fa

    Questa tiritera sul SECONDO portiere mi sta ammazzando

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13958142 - 2 mesi fa

    Fratelli granata capisco che tutti vogliate Sorrentino, perché parla la carriera per lui ed è un cuore granata, ma mi spiegate se prendiamo Sorrentino tra 3 anni siamo senza portiere e o Zaccagno Cucchietti e Gemello sono diventati fenomeni o siamo alla disperata ricerca di un giovane che subentri a Sirigu, se prendiamo un Paleari o un Karnezis tra 3 anni possono sostituire sirigu degnamente se non troviamo di meglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

      Esatto.
      Si tratta non di tappare un buco per un anno, ma di investire in un futuro a medio termine.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 2 mesi fa

        devo ammettere che anche questo è vero,vedremo ciò che succederà

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. renato - 2 mesi fa

        Sono perfettamente d’accordo con te Privilegio, si tratta di un investimento per il futuro. Purtroppo però l’andazzo generale (e non solo per il Toro) è sempre quello di tappare i buchi.
        Il ruolo del portiere da questo punto di vista è quello più sintomatico.
        Se ne prendiamo uno troppo bravo quello vuole (giustamente) giocare e noi non glielo possiamo garantire. Se è molto giovane pensiamo che debba giocare per “maturare” e noi non glielo possiamo garantire.
        Se è troppo vecchio, anche se bravo (vedi Sorrentino che a me sta molto simpatico, oltretutto lo conosco anche personalmente), tappiamo il buco di cui sopra ma l’anno prossimo saremo di nuovo daccapo.
        Insomma, girala come vuoi ma questo è il classico caso dove per andare avanti bisogna rischiare qualcosa e non stare soltanto a traccheggiare attendendo gli eventi.
        Personalmente mi affiderei ad un giovane bravo (magari un Primavera, a noi non mancano) cercando di fargli capire che, anche se non gioca ma se ha pazienza, un giorno non lontanissimo quel posto tanto agognato potrebbe essere suo. Nel frattempo però impara dal portiere della Nazionale, che non mi sembra poco.
        Tutte le altre soluzioni mi sembrano soltanto una perdita di tempo con la speranza di imbattersi in un “miracolo” che al momento non riesco proprio ad immaginare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13958142 - 2 mesi fa

    A me Rosari sembra ottimo come secondo per cui va bene Zaccagno come terzo, pero io dico vedendo gli anni passati di Rosati, Mazzarri che lo vede ogni giorno sicuramente lo può sapere meglio di me, comunque non capisco Paleari che garanzie voglia, il toro ha tre competizioni, vuoi dire che Sirigu giocherà tutte e 3? Io non credo proprio, perlomeno la coppa Italia sarà nelle mani del secondo quindi mi chiedo se a un giovane portiere di Serie B non basti competere per provare a vincere una coppa così importante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Madama_granata - 2 mesi fa

    Bisogna che i tifosi “si fidino” di Mazzarri e della dirigenza nella scelta dell'”uomo giusto” nei vari ruoli, portiere compreso.
    Concordo con Leo Junior: la buona armonia nello spogliatoio è cosa essenziale e primaria, da salvaguardare.
    È da lì che deriva la buona collaborazione in campo: tra amici ci si aiuta, si fa fronte comune, ci si rispetta.
    La sostituzione con un amico la accetti più volentieri che non quella con uno con cui hai avuto attriti e frizioni, uno che temi sia lì solo per “rubarti il posto” e farti sfigurare!
    La competizione è importante se è sana, franca ed onesta, non se avvelenata da rabbia ed invidia.
    Lo scopo principale: essere uniti x il bene del Toro, per vincere con il Toro, lasciando da parte quelle ambizioni che sono solo personali.
    Giusto che chi arriva sappia fin dall’inizio quale sarà il suo ruolo in squadra, e che accetti preventivamente le condizioni che gli vengono poste.
    Concordo con chi sostiene che la priorità è una squadra unita e coesa, dove nessuno mugugna, si lamenta o, peggio, “rema contro”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 2 mesi fa

      Giuste oaservazioni.
      Il guardiano di queste condizioni è il team manager.
      Quando una società decide di fare sul serio mette dei presidi validi nelle posizioni chiave. Senza peomiscuita’di ruoli.
      Ovvero il Presidente fa il Presidente, l’aallenatore fa l’allenatore, etc. Etc.
      Castellazzi ha fatto un buon lavoro ma la società è ancora molto fragile e improvvisata su molti aspetti.
      Buona fede granata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 2 mesi fa

        su questo c’è anche Moretti, anche se non ufficialmente. E per me è una garanzia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 2 mesi fa

          Per me Moretti è ancor più di una garanzia: una certezza, una sicurezza, una roccia!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dario61 - 2 mesi fa

      Son d’accordo con te Madama ma nn si può fare un campionato un El e coppa Italia con questa rosa è da incompenti presentarsi con due/tre cambi a disposizione perché ci sono squalifiche e infortuni se nn si danno una mossa a prendere almeno tre elementi la vedo dura quest’anno arrivare come l’anno scorso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. otto88 - 2 mesi fa

    Bah……veramente non capisco…:si era proposto un profilo come Sorrentino…mi sembrava perfetto per le nostre esigenze….e non credo abbia chiesto la luna……bava se ci sei batti un colpo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 2 mesi fa

      questo me lo chiedo anch’io,forse cose che non sappiamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. user-13964747 - 2 mesi fa

        Tutto giusto!!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Follefra Granata - 2 mesi fa

    Per un motivo o per l’altro non riusciamo a trovare il giocatore alla nostra “altezza”.E se da un lato l’estrema precisione nel trovare il profilo giusto è comprensibile, dall’altro è logico che i giocatori migliori, a poco a poco, si sistemino in altre realtà. Si chiama Tempestività ed è una qualità indiscutibile del buon DS. Certo porta con sé una buona dose di rischio. Ma chi vuole rimanere con il cerino in mano?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. GlennGould - 2 mesi fa

    Ho grande fiducia in Mazzarri, e sono ottimista (a mio parere a ragion veduta) per per quest’anno; la riconferma della rosa più un paio di innesti giusti potrà dare grandi risultati.
    Tuttavia, ieri mi è stato chiesto un parere su codesta informazione: ” come mai una società come il Bologna ha Sabatini, ed in generale squadre anche “piccole” riescono a puntare su gente di indubbia esperienza e qualità, mentre “voi” avete preso Fabbrini e, per ds, avete preso uno bravo, si, ma che arriva dal settore giovanile?
    Ecco, qui sono andato un po’ in crisi. Non del tutto, ma un po’ si.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 2 mesi fa

      E’ una scelta che rischia di mandare in crisi la società.
      Perché Bava, irreprensibile e fedele, non ha esperienza del mercato-cloaca e temo non abbia neanche le relazioni che spesso aiutano (quando hai budget) e sono essenziali (quando non ha budget).
      Temo che sia stato scelto perché figura non ingombrante, preludio di ingerenze del Presidente.

      Petrachi se ne sarà anche andato senza stile ma vanno dette due cose.
      La prima é che é la società che consente, o tollera, certi comportamenti, con la sua governance e la sua impostazione.
      La seconda é che ha dovuto sempre trasformare il ferro in oro, perché ha lavorato (bene, male, medio) senza un budget, facendo il mercato a saldo zero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. sergiovatta - 2 mesi fa

    tutto vero, gli equilibri, il gruppo da salvaguardare, ecc. ecc.
    Ma una società forte e strutturata bene avrebbe già individuato il vice Sirigu da mesi, che sarebbe già ad allenarsi a Bormio. Non stiamo parlando di un top player….stiamo parlando di una riserva del portiere. Ruolo che storicamente viene affidato a un giocatore modesto (per carriera e qualità) e maturo, che non ha ambizioni di titolarità per qualità e età. In serie B ce ne sono almeno una decina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

      Di giocatore modesto per carriera e qualità abbiamo già Rosati, che è pure simpatico.
      Forse stiamo cercando un secondo che nel giro di un paio d’anni diventi il primo, visto che purtroppo il tempo passa anche per Sirigu, a cui auguro di avere gli stessi geni di Moretti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. alrom4_8385196 - 2 mesi fa

    Sta per saltare un altro nome , peraltro non di primissima fascia ma tant’è . Costui vorrebbe garanzia di giocare ma con Sirigu davanti le suddette garanzie sono ridotte al lumicino . Non mancherebbero però gli argomenti per convincerlo , sempre che sia ritenuto il più idoneo a fare il secondo portiere ,ma da questo orecchio cairo non ci sente. Io mi domando : il portiere dal nome impronunciabile che fece da riserva a Buffon nella squadra di Venaria era più scarso di Paleari oppure semplicemente attese , all’ombra del titolare , che arrivasse la sua occasione ? La realtà è che per un motivo o per un altro il mercato del Toro è ancora al palo però siamo vigili che se arrivasse una occasione allora si che …..Mah !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 2 mesi fa

      Non ti capisco. Anche in questo caso critichiamo la società ma non sappiamo come sono andate le cose. Pur di fare un acquisto sei disposto a tutto? Metti che questo con aria da “arrivato” (come può aver fatto Lijaic) abbia messo condizioni e chiesto di giocare sempre in coppa. Tu lo prendi con il rischio che rompa lo spogliatoio? Io ne faccio a meno.
      Perchè criticare a prescindere?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 2 mesi fa

      Scusa ma hai fatto un paragone senza senso. Il secondo portiere dei gobbi guadagna come se non più di un nostro top player, in più disputa la Champions league ogni anno e quasi sempre sino in fondo (fortunatamente non vincendola mai).
      In oltre, non hai preso in considerazione la possibilità che sia il portiere del Cittadella a porre condizioni inaccettabili per il toro.
      Il che può anche essere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 2 mesi fa

        bisogna pur che trovino qualche cosa da criticare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. FORZA TORO - 2 mesi fa

      ma che esempio è,come si fa a paragonare il fare la riserva (purtroppo) con i ladroni o al Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

    Sorrentino e basta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 2 mesi fa

      Ciao Fratello…anche per me Sorrentino tutta la vita!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. avalli78_405 - 2 mesi fa

    Il portiere di riserva ideale è Sorrentino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. LeoJunior - 2 mesi fa

    Quello che emerge in modo costante sia nelle dichiarazioni che nell’operato della società è la grande attenzione al gruppo. Nelle dichiarazioni si capisce che la coesione tra i giocatori è massima. Zaza e Belotti che stanno sempre insieme è di una importanza enorme. Chiunque abbia giocato a calcio a qualsiasi livello sa che gli attaccanti, se sono amici, sono disposti a mettere da parte un pò di egoismo sottoporta per cercare la soluzione migliore. Cosa che non accade se i rapporti non sono al top. Sembra strano ma non dimentichiamo che i calciatori sono sempre uomini.
    E questo valore viene sempre richiamato e credo sia un elemento di scelta dei giocatori molto forte.
    E per il mio modo di vedere questo è molto positivo. Siamo tutti stufi di un calcio fatto di isterici protagonisti. Quest’anno non ho sentito mezza voce di giocatori che vorrebbero andarsene. E vi pare poco?!?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    A me questi giovani rampanti, Paleari, ma anche Bonifazi, che vogliono la titolarità tutta e subito, non stanno molto simpatici.
    D’accordo avere ambizione, ma non considerare l’inestimabile valore del fatto di allenarsi con Sirigu (il primo) o con N’Koulou e Izzo (il secondo), rubando il mestiere di giocatori rinomati, mi sembra più un atto di presunzione che altro.
    Come se Giotto si fosse messo in proprio prima ancora di aver fatto il suo bell’apprendistato da Cimabue.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 2 mesi fa

      E infatti Paleari non verrà al toro e Bonifazi verrà ceduto al miglior offerente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Garnet Bull - 2 mesi fa

    Un giocatore troppo giovane potrebbe rischiare di essere troppo inesperto, un giocatore nel pieno della maturazione vorrebbe troppo minutaggio mentre un portiere esperto rischierebbe di essere appunto “troppo esperto” (passatemi il termine). Per cui la scelta non è assolutamente facile, ma so che mazzarri non sbaglieralà

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy