Tifare

Tifare

di Silvia Lachello

Buongiorno Toro… i ‘cugini’ si sono distinti ancora una volta in quanto ad astuzia intellettiva intonando un coro alquanto discutibile, volgare, insensato, ………………… (ognuno di voi aggiunga un aggettivo negativo).
E d’altra parte, nonostante manchino le occasioni d’incontro per colpa nostra (andiamo giù e poi torniamo su e poi andiamo di nuovo…

di Silvia Lachello

Buongiorno Toro… i ‘cugini’ si sono distinti ancora una volta in quanto ad astuzia intellettiva intonando un coro alquanto discutibile, volgare, insensato, ………………… (ognuno di voi aggiunga un aggettivo negativo).
E d’altra parte, nonostante manchino le occasioni d’incontro per colpa nostra (andiamo giù e poi torniamo su e poi andiamo di nuovo giù… e basta!) ed una volta anche per colpa loro (ah, l’estate del 2006…) , non sono mai venuti a mancare da parte loro alcuni spiacevoli cori riguardanti la tragedia di Superga.
Inoltre se non si ha rispetto per la morte, come si può avere idea di che cosa sia la vita? Come la si può rispettare? E allora dai: insultiamo un giocatore – per altro neppure in campo! – perché… eh, ditemelo voi perché hanno insultato Balotelli.
Perché è (attenzione: usero una parola proibita!) NEGRO?
Interessante.
E’ NEGRO e quindi deve MORIRE, no?
Wow.
E dire che credevo che la morte toccasse a tutti, prima o poi… comunque: qual è il significato di invocare la morte di qualcuno?
Che roba strana… se io fossi colma d’odio pregherei affinché l’oggetto del mio brutto sentimento rimanesse in vita tanto quanto me per potergli vomitare addosso tutta la mia piccineria finché avessi fiato in gola.
Se IO fossi colma d’odio.
Ma dal momento che non la sono mi limito ad osservare questo strano fenomeno che fa sì che alcuni ‘signori’ augurino la morte ad un tizio tanto per fare qualcosa.
Proviamo a distinguerci noi sabato pomeriggio facendo quello che sappiamo e continuiamo a fare egregiamente: tifare.
Tifare PER.
Non CONTRO.
Né CONTRO la nostra squadra né CONTRO la squadra avversaria.
Anche se la stanchezza è tanta.
Io oggi, per esempio, ho una stanchezza infinita addosso, la sciatica mi sta facendo vedere le stelle, eppure mi sono messa a giocare con i bimbi. Li amo: mi riposerò dopo.
Noi amiamo il Toro: ci riposeremo dopo.
E saremo orgogliosi di noi stessi per non aver blaterato inutilmente (e volgarmente).

 

silviatoronews@gmail.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy