Toro, che vergogna

Toro, che vergogna

Ho visto cose che non avrei immaginato. Ho visto una squadra imbalsamata. Ho visto passaggi sbagliati che nemmeno mia figlia Camilla (10 anni) quando gioca in giardino. Ho visto errori imbarazzanti. Ho visto così poche idee che al confronto una zucca vuota è Einstein.
Ho visto…
Commenta per primo!
Ho visto cose che non avrei immaginato. Ho visto una squadra imbalsamata. Ho visto passaggi sbagliati che nemmeno mia figlia Camilla (10 anni) quando gioca in giardino. Ho visto errori imbarazzanti. Ho visto così poche idee che al confronto una zucca vuota è Einstein.
Ho visto Glik che sembrava sotto sedazione. Ho visto Barreto che nessuno gli ha detto che stava giocando (che colpa ne ha lui, qualcuno lo avverta). Ho visto Padelli che andava per farfalle manco fosse il vispo tereso. Ho visto Darmian sbagliare stop che all’oratorio gli riderebbero dietro un mese.
Ho visto gente che passeggiava a centrocampo come in piazza Castello all’ora dello struscio. Ho visto una condizione fisica assai precaria, che sembra che la squadra abbia passato la settimana al pub anziché ad allenarsi. Ho visto perdere contrasti a centracampo che se ci fosse stato Ferrini li avrebbe presi tutti a calci nel sedere (Giacomo Ferri, perché non ci pensi tu?).
Ho visto un allenatore questa volta anche lui in stato confusionale che fa giocare Masiello (che è, una tassa?) e che poi toglie Cerci per mettere il più inutile dei Meggiorini. Ho visto Basha farsi espellere per completare l’opera. Ho visto anche un rigore che non c’era, ma stavolta non è questo che mi fa arrabbiare.
Ho visto una squadra che non c’è mai stata, una partita che non è mai nata, una roba inguardabile che si agitava in campo con la maglia bianca senza riuscire mai a essere neppure per un attimo una squadra. Purtroppo quello che ho visto era il Toro. Il nostro Toro. Che vergogna.

Mario Giordano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy