Berenguer, lettera all’Osasuna: “Si apre una nuova tappa, ma vi porto nel cuore”

Berenguer, lettera all’Osasuna: “Si apre una nuova tappa, ma vi porto nel cuore”

Social / L’esterno saluta Pamplona con una lettera su Instagram: “Spero un giorno di tornare a casa”

2 commenti

Un ragazzo nato e cresciuto in quel di Pamplona, prodotto del Settore Giovanile dell’Osasuna, che tenta l’avventura italiana, al Torino. Alejandro Berenguer dedica una lettera aperta postata sul proprio profilo Instagram alla sua società di origine e al tifo dell’Osasuna. Eccola, riportata testualmente.

“Oggi parto per Torino, per unirmi al Torino FC e si chiude così una delle tappe più importanti della mia vita. Non è stata una decisione facile perchè Pamplona è la mia città e l’Osasuna la mia casa. Qui sono cresciuto come persona e come calciatore, con tutti i valori della mia squadra e della mia città. Ora si apre davanti a me una nuova tappa per continuare a crescere e a imparare, qualcosa di molto importante per la mia carriera. Inoltre, credo che col mio trasferimento in qualche modo posso aiutare a dare un impulso alla società perchè possa tornare nel posto che merita, la Primera Division”.

“Ho solo parole di ringraziamento per il club e per tutti coloro che ci lavorano. Tutti loro sono stati la mia famiglia. E sicuramente voglio dire GRAZIE ai tifosi, che con il loro appoggio rendono questa una grande squadra. Vi porterò sempre nel cuore. Dovunque io vada resterò sempre un “rojillo”. Spero di poter tornare a casa, un giorno”.

 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. dbGranata - 2 mesi fa

    Benvenuto Berenguer!
    Come ha scritto il mio amico qui sotto, WGranata, i colori sociali cambiano, ma l’intelligenza o ce l’hai o non ce l’hai. Siamo sicuramente fieri di accogliere un talentuoso giovane che sa dimostrare riconoscenza per la squadra (società e tifosi) che l’ha accolto ed esaltato. La riconoscenza è una dote sempre più rara nei giovani calciatori. Qui ne vediamo passare parecchi, ahimè, di irriconoscenti… poi di solito cadono nel baratro del dimenticatoio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. WGranata76 - 2 mesi fa

    Belle parole di cuore per la città e società che lo hanno cresciuto. Denotano comunque attaccamento ai colori,principi sani e un certo cervello anche per coe ha saputo esprimere il suo pensiero.
    Come ho detto in altro post,ha tecnica e atletica discrete e in prospettiva é una buona scommessa,se poi ha una testa non da ragazzino viziato é da Toro.
    Benvenuto,che tu possa trovare casa qui e un giorno esser orgoglioso di essere un Rojillo,un pó Grana 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy