Calciomercato, Parigini nel mirino di Benevento e Hellas: il Toro valuta

Calciomercato, Parigini nel mirino di Benevento e Hellas: il Toro valuta

Il giovane attaccante potrebbe anche non partire per il ritiro con i granata e accasarsi immediatamente in prestito…

4 commenti

Un anno fa, a luglio, Vittorio Parigini si preparava a partire per il ritiro di Bormio e per essere valutato da Sinisa Mihajlovic, fresco tecnico del Torino. Oggi, Parigini potrebbe anche non partire per il ritiro granata in Valtellina, e trovare immediatamente – già in questi giorni quindi – una sistemazione in prestito, per mettere alle spalle la non particolarmente positiva stagione 2016/2017 e guadagnarsi un posto – in futuro – in maglia granata.

Sul giocatore sono sempre puntati i fari di Benevento e Hellas Verona, società neopromosse in Serie A e alla ricerca di profili giovani e freschi, da mettere alla prova sul banco del massimo campionato. Il giocatore, dalla sua, vorrebbe riscattare l’ultima annata, contrassegnata dai primi 6 mesi anonimi al Chievo e poi dalle 15 presenze al Bari di Colantuono, dove tra alti e bassi (e anche un bel gol) ha comunque messo nelle gambe più di 600′. Petrachi e Mihajlovic stanno valutando in questi giorni la scelta migliore per il giocatore e per la squadra, e nelle prossime settimane il futuro del talentuoso classe ’96 apparirà più chiaro.

Come dimostrano anche i post sul suo profilo Instagram, Parigini vorrebbe partire in ritiro col Toro per riprovare ad impressionare Sinisa Mihajlovic, ma non è escluso che l’attaccante possa trovare una sistemazione prima del raduno.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Oni - 3 mesi fa

    ma perché da noi i giovani vanno sempre via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andre_football - 3 mesi fa

    Un altro giovane a cui dare l’opportunità di giocare nel Toro e non andare in prestito.
    Fate vedere a Cairo l’Europeo under21, così forse sì rende conto di dove si puó arrivare coi giovani. In tutti gli anni della sua presidenza non ho visto un gioco paragonabile, anzi per lunghi periodi pessimo. Il futuro, ad oggi, si prospetta analogamente penoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. kurtmanso_40 - 3 mesi fa

    Parigini ha 21 anni e va per i 22. Non sono pochi. La qualità è fuori discussione, ma ha evidenti limiti caratteriali.
    L’unica stagione buona è stata quella del 2014-15 a Perugia (anche quella successiva seppur giocando solo una ventina di partite). Poi il buio più totale in quella che sarebbe dovuta essere la stagione della consacrazione (nel Chievo ha visto il campo col contagocce e nel Bari ha vissuto un girone di ritorno quantomeno altalenante…anche a causa della concorrenza e della piazza particolare).
    Lo vogliono squadre di serie A? Bene, anzi, benissimo. Ma che lo facciano giocare. Perché deve giocare. Inventiamoci qualcosa dal punto di vista contrattuale o (anche se lambirebbe l’assurdo essendo in serie a) diamo dei bonus in base al minutaggio che farà.
    Se non si avranno garanzie (cosa che, a mio avviso, non è possibile avere) io sarei dell’idea di fargli fare la preparazione con Sinisa e magari…uno dei due esterni alti ce lo troveremo già bell’e pronto in rosa 😉 (quest’ultima è la mia vera speranza, ma dubito fortemente che possa finire così).

    F.V.C.G.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. skrunk - 3 mesi fa

      Concordo, anche se penso che dovrebbe migliorare dal punto di vista fisico, fa fatica a reggere metà partita in B, dovrebbe irrobustirsi e migliorare anche sulla tenuta, sulla corsa… per poter pretendere un posto in prima squadra, visto che eccelle tecnicamente, sarebbe un gran peccato perderlo per strada…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy