Calciomercato Torino: Simeone, che intrigo. E se Kalinic rema contro…

Calciomercato Torino: Simeone, che intrigo. E se Kalinic rema contro…

Il Cholito rimane un obiettivo in entrata, ma la Fiorentina viene abbandonata dal centravanti e lo dovrà sostituire in fretta

7 commenti

Giovanni Simeone resta uno dei primissimi obiettivi per l’attacco granata: nonostante la fortissima concorrenza della Fiorentina, i granata non mollano il Cholito, considerato perfetto da Petrachi e Miha come seconda punta o viceBelotti, un profilo che ad oggi manca, come confermato anche dal tecnico serbo, all’interno del roster del Toro.

Come raccontatovi nelle scorse settimana, l’offerta viola rimane superiore – ad oggi – a quella di Cairo: 20 milioni la proposta della Fiorentina al Genoa, contro i 15 + 3 milioni di bonus offerti dal Toro. L’agente del calciatore, secondo indiscrezioni, è in Italia: nelle prossime ore, summit con il club di Preziosi, per comprendere le idee del presidente sul giocatore e soprattutto per parlare della valutazione del cartellino. Poi, incontri sia con Corvino che con Petrachi, per valutare offerte e programmi di Fiorentina e Torino.

Ad oggi, la proposta della Fiorentina appare superiore, e tutto fa pensare che i viola possano e vogliano stringere al più presto: il caos degli ultimi giorni nella società gigliata (con i Della Valle pronti a vendere e molti big in fuga – leggi BernardeschiBorja Valero e Kalinic, che ha dichiarato di volere il Milan), infatti, spingono fortemente il Cholito verso Firenze, con Corvino che proverà a forzare la mano per portarsi a casa la punta del Genoa nel più breve tempo possibile, in maniera da consegnare a Stefano Pioli il sostituto di Nikola Kalinic e calmare i bollenti spiriti di chi a Firenze mugugna più o meno rumosamente (e non sono in pochi).

Non occorre trascurare, inoltre, che il Torino è del tutto dipendente dalla situazione legata ad Andrea Belotti, che tiene in scacco molti piani di mercato. Una volta che si saprà con precisione il futuro del Gallo, ci saranno anche meno remore nel muoversi per trovare il suo sostituto. Su Simeone, in ogni caso, dopo l’outing di Kalinic la Fiorentina cercherà di dare un accelerata, ma l’interesse granata permane. I colloqui tra l’agente del calciatore e i rappresentati di Toro e Fiorentina chiariranno i dubbi.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. iugen - 5 mesi fa

    Ma c’è veramente qualcuno che crede che possa arrivare Simeone senza la partenza di Belotti? Viene per fare il panchinaro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 5 mesi fa

    Inutile creare desideri irragiungibili per i tifosi granata, abbiamo fatto 60+ goals con gli attaccanti che abbiamo, anche se non compriamo nessuno la davanti, con qualche primavera al rientro siamo aposto.

    Comprate un paio di centrocampisti e sfoltite la rosa e forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LoviR - 5 mesi fa

    Se c’è la volontà, che ce frega della Viola, che per i suoi problemi tergiverserà.
    Affondiamo il colpo subito alzando l’offerta e si veda di concludere a breve ( non le solite estenuanti trattative) in quanto ora il denaro c’è e il giocatore lo vale tutto (per non parlare delle possibili plusvalenze che potrà poi in futuro, se vorrà, realizzarci Cairo e tanto a lui care).
    Questo è il momento in cui Preziosi, con un rialzo, è possibile che ceda, avendo la certezza della trattativa conclusa a breve e non l’incertezza della trattativa con la Viola.
    SEMPRE CHE CI SIA LA VOLONTA’ DI AVERE 2 PUNTE COME SI DEVE PER UNA SQUADRA CHE TENTA LA SCALATA ALL’EL. SE NO BASTA CON LE TRATTATIVE PRESA IN GIRO PER I TIFOSI!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. RobyMorgan - 5 mesi fa

    Ma se le cose stanno veramente così è assurdo avere dubbi dove finirà Simeone !
    Tra un’offerta superiore con la possibilità di giocare in Europa….
    Vero quanto vale un posto nelle Coppe invece di dichiarare che è sempre l’obiettivo del prossimo anno per rimandare gli investimenti?
    A volte penso che si continui a prenderci in giro anche negli articoli più semplici dove non bisogna neanche fare congetture ma trarre solo conclusioni scontate….
    Comunque la speranza non deve mai morire e quindi FVCG sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Akatoro - 5 mesi fa

      Ma la Fiorentina è fuori dall’Europa e in questo momento per un calciatore, a parità di ingaggio, credo sia molto più interessante il nostro toro che la Fiorentina. A me invece non piace il discorso che la situazione Belotti tiene in scacco il mercato,io credo che la società sappia se Belotti resta o parte, spero che il gallo e la dirigenza si siano parlati, e quindi la società dovrebbe sapere se arriveranno i soldi della cessione o no. Poi nel malaugurato caso che il Gallo parta possono essere 10 milioni in più o in meno, ma Cairo dovrebbe sapere se arriveranno o no sto soldi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. abatta68 - 5 mesi fa

      La fiorentina è gia tanto se si salva nella prossima stagione e sinceramente mi dispiace per i loro tifosi… Come vedete, non c’è limite al peggio e la viola, ad oggi, si trova in una condizione ben peggiore della nostra, altro che Cairo braccino!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. pertiga! - 5 mesi fa

      La viola non va a giocare in europa, sotto questo aspetto siamo alla pari. Farà la differenza più che la cifra offerta per il cartellino la volontà del giocatore di accasarsi in una o altra società. Fare il vice di Belotti in una formazione che punta alla qualificazione per le competizioni europee non è un grande stimolo per un giovane che ha voglia di emergere. altro discorso se il nostro mister ha in testa un tridente con due punte di peso come il gallo e simeone con alle spalle un trequartista… a quel punto per simeone l’idea di giocare in un tridente così scoppiettante in una società che vive un momento di equilibrio e serenità a differenza della viola potrà fare la differenza..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy