Calciomercato Torino, congelato l’asse Gazzi-Tachtsidis

Calciomercato Torino, congelato l’asse Gazzi-Tachtsidis

Cambio d’opinione / Ieri grandi prestazioni per entrambi nelle rispettive squadre, trattativa complicata anche dal passaggio di Tino Costa alla Fiorentina. E su Marquinho

11 commenti
Gazzi

Gazzi-Tachtsidis: l’asse di mercato si ferma. Il calciomercato è anche questo: trattative in via di definizione che improvvisamente si complicano, intese di massima raggiunte che da un momento all’altro crollano, non c’è da stupirsi. Ecco come la trattativa molto calda che legava Torino e Genoa (con il Cagliari sullo sfondo) sembra ora congelarsi: il doppio filo che legava i destini di Alessandro Gazzi e Panagiotis Tachtsidis appare per ora tagliato.

Ma chiariamo meglio la situazione: che il club di Cairo fosse alla ricerca di un innesto – e che lo sia ancora – da consegnare in breve tempo nelle mani di Ventura non è un mistero, e la scelta della dirigenza di Via Arcivescovado era ricaduta sul ritorno in granata di Tachtsidis, relegato alla panchina di Marassi (sponda rossoblu) per quasi tutto il girone d’andata; i contatti con il Genoa sembravano essere avviati e la trattativa a buon punto.

Tachtsidis, Gazzi
Tachtsidis, centrocampista del Genoa

Era chiaro che, con una pedina in entrata in mediana, la rosa di Ventura dovesse parimenti lasciar partire un altro giocatore. Ed anche in questo caso il nome non era velato dal mistero: il destino di Gazzi sembrava essere lontano dall’ombra della Mole, in particolare il giocatore aveva trovato l’accordo con il Cagliari che ne avrebbe fatto un perno assoluto del centrocampo per puntare alla conquista del massimo campionato.

La doppia trattativa sembrava definita ma ecco le sorprese del calciomercato: nei match disputati ieri dalle rispettive squadre entrambi i giocatori hanno ritrovato la maglia titolare e l’hanno onorata con prestazioni a dir poco convincenti, spingendo le società a riflettere bene sul futuro dei due calciatori. I granata infatti sembrano avere bisogno della copertura offerta da un Gazzi in queste condizioni lì davanti alla difesa, così come il Genoa di Gasperini non è ora così convinto di privarsi dei piedi fini di Tachtsidis: due prestazioni che potrebbero valere la permanenza nei club di appartenenza ad entrambi i giocatori.

Marquinho Belhanda, calciomercato
Marquinho, centrocampista dell’Udinese

Sorge inoltre un altro problema in casa Genoa, legato comunque a questa trattativa: l’imminente passaggio di Tino Costa dal Grifone alla Fiorentina di Paulo Sousa (praticamente definita la trattativa, possibile che già nella giornata di domani arrivi l’annuncio ufficiale) riduce le alternative dei rossoblù a centrocampo, dove quindi il greco potrebbe trovare decisamente più spazio in questa seconda parte di stagione.

Trattative che si intrecciano, nuove svolte improvvise, il calciomercato colpisce ancora con i suoi cambi di direzione inaspettati: per ora la trattativa Gazzi-Tachtsidis è congelata. Vedremo se ci sarà spazio nei prossimi giorni per riaprire la porta dietro la quale restava in attesa Marquinho, potenziale vice-Baselli. Il brasiliano è sceso in campo nel finale di Carpi-Udinese e chissà se le trame mercatali granata (QUI LE ULTIME) torneranno ad intrecciarsi con quelle dei friulani. Ai quali da sempre piace un altro giocatore investito dai venti di gennaio: Fabio Quagliarella.

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. andreabisogli_38 - 2 anni fa

    cmq ragazzi, io ho visto giocare il sassuolo contro l inter. PAURAAAAAAA attaccano in 7 e pressano in 5, corrono come dei porci e hanno centrocampisti che creano gioco. se al recupero giocano cosi ce ne fanno almeno 3

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Scott - 2 anni fa

    Pur di non spendere, la dirigenza di Via Arcivescovado è in grado di dire che gli asini volano e giocano anche a calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cecio - 2 anni fa

    Non smetterò mai di dirlo, in mezzo al campo ci vuole uno con i piedi montati giusti e non Gazzi o Vives!
    Il calcio è cambiato e non puoi permetterti di regalare agli avversari un giocatore in fase d’impoostazione!
    Sono finiti i tempi di Ferrini o di Gattuso, ora anche i “mediani” devono saper impostare, basti vedere i top team della serie A chi hanno in quel ruolo (Jorginho, Badelj, Marchisio, DeRossi, Medel). Di questi l’unico con piedi non eccelsi è Medel e infatti l’Inter è quella con il gioco peggiore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rossogranata - 2 anni fa

    Se c’è un giocatore da toro di tutti i 22, quello è Gazzi. Mi ricorda un “certo” Ferrini per la grinta e il cuore che mette il tutte le partite. E’ assurdo con questa dirigenza che fa delle scelte irrazionali che non stanno ne in cielo e ne in terra. Speriamo ci ripensino !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Scott - 2 anni fa

      Ferrini ha fatto tre piroette. RIP

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. andreabisogli_38 - 2 anni fa

      se c’è un problema al toro sono quelli che come te vogliono solo la maglia sudata e gente che morda, io preferirei maglie piu asciutte e giocatori che sappiano usare i piedi nn come gazzi che sa solo passare indietro e male. è brutto a vedersi calcisticamnete parlando, è goffo e scoordinato, prima che riesca a muovere una gamba per un passaggio passano due tempi di gioco, è imbarazzante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. andreabisogli_38 - 2 anni fa

    ma cazzo, ce l eravamo quasi tolto dalle palle sto scarpone allucinante e adesso si rimangiano tutto???? io rowenta nn lo voglio piu in squadra, vattene nell isola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. collwyn - 2 anni fa

    Il centrocampo del Toro deve essere ringiovanito con innesti di qualità. Di uno come Gazzi, però, non mi priverei così a cuor leggero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ddavide69 - 2 anni fa

    A me piu’ che sostituti di questo e di quello , servirebbe qualcuno a completare un organico deficitario
    almeno a centrocampo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Zlobotan - 2 anni fa

    Gazzi ieri ha fatto abbastanza schifo. Detto ciò, io Gazzi lo darei tranquillamente al Cagliari e credo che il greco sia un buon sostituto, almeno ha quei 10 anni in meno che non fanno mai male.
    Bene, adesso che ho buttato nel cesso un minuto della mia vita per scrivere questa inutilità tolgo il disturbo! A presto:)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roby Fattori Italgas - 2 anni fa

      Ah, ah, ah ! Grande…Non sono d’accordo con te tue valutazioni su Gazzi ed il greco (ed immagino che di ciò non te ne freghi nulla), ma mi sei simpatico…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy