Calciomercato, Torino: il retroscena su Kurtic e Vecino che restano sullo sfondo…

Calciomercato, Torino: il retroscena su Kurtic e Vecino che restano sullo sfondo…

Calciomercato / Ieri il diesse Petrachi ha chiamato direttamente il centrocampista sloveno, ma le dimissioni di Bonato hanno spiazzato tutti. E l’ex Empoli chiude il triangolo con la Fiorentina

Ennesima giornata di trattative per il Torino. Vicino a chiudere l’affare Avelar, il club granata si muove per piazzare altri due colpi. Lo stallo con lo svedese Ekdal, valutato dal Cagliari ben 5 milioni e con il giocatore che ancora non ha scelto se dare il suo completo benestare ai granata, ha fatto in modo che il club di via Arcivescovado si muovesse con celerità, sondando diverse altre piste. Le più battute, portano ai nomi di Kurtic e Vecino.

E qui si apre un piccolo retroscena: nella giornata di ieri Petrachi ha contattato inizialmente la Fiorentina per capire le intenzioni della viola riguardo il futuro di Vecino e Kurtic (per cui i Della Valle hanno in mano l’opzione per il riscatto dell’intero cartellino). Per entrambi la dirigenza di Firenze ha detto di voler attendere ed ascoltare le intenzioni tattiche di Paulo Sousa, prima di prendere una decisione definitiva. 

Per non perdere ulteriore tempo a causa dei tentennamenti altrui, ecco che Petrachi ha contattato direttamente Kurtic per capire se il ragazzo avesse gradito un’altra parentesi sotto l’ombra della Mole, con il tecnico Ventura a fargli da guida. Quindi la telefonata in quel di Sassuolo, proprio per tallonare il club proprietario del cartellino del giocatore. Lì, Petrachi ha scoperto che il direttore Bonato aveva appena rassegnato le dimissioni: un imprevisto che ha per forza di cose rallentato ancora una volta le trame di mercato granata.

Per quanto concerne Vecino, invece, la società toscana ha ricontatto il diesse nostrano, dicendosi disposta a valutare la proposta del Toro. Petrachi vorrebbe concludere a buon fine l’operazione tramite un prestito con opzione e contro opzione di riscatto, ma la trattativa è ancora in fase embrionale ed entrambe le dirigenze non sembrano aver fretta.

Il mercato va avanti, Petrachi – con Avelar in pugno – continua a battere gli altri possibili obiettivi. Con l’intenzione di consegnare a Ventura una squadra completa e competitiva per il ritiro. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy