Calciomercato Torino: la radiografia reparto per reparto

Calciomercato Torino: la radiografia reparto per reparto

Calciomercato / Portieri e difensori sistemati, si cerca un esterno. A centrocampo ed in attacco occorre sfoltire prima di operare in entrata

di Alberto Giulini, @albigiulini

PORTIERI

619FBBDC-B745-4660-A214-AC30AF2F46B2

Con l’arrivo di Antonio Rosati, acquistato a parametro zero dopo la risoluzione del contratto che lo legava al Perugia, il Toro ha definito il trittico di portieri a disposizione di Walter Mazzarri. Dietro a Sirigu, ci saranno infatti Salvador Ichazo e proprio Rosati. In uscita, di conseguenza, Andrea Zaccagno: il classe ’97 partirà nuovamente in prestito e piace a diversi club di Serie C

57 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cervix - 5 mesi fa

    Via Niang. Via Valdifiori, Acquah e Obi. Damascan di Burocrazia vice Belotti ma prendiamo due giocatori forti. Un centrale/interno di centrocampo e un esterno veloce. Solo questo. È resta pure una plusvalenza oltre che risparmiare due ingaggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SiculoGranataSempre - 5 mesi fa

    Ciao, ho cercato di leggere un po’ tutto. Nel merito mi sento di concludere che ad oggi 16.07.2018 la tifoseria su Toro News non è soddisfatta del mercato e ritiene la squadra non migliore (ma neanche peggiore – e sono d’accordo) o solo lievemente migliore in difesa.
    Mi sembra anche che la maggior parte non vorrebbe perdere nessuno dei due “piedi educati” della squadra Ljajić e Falque (e sono d’accordo) e che tutti vorremmo un esterno di livello e un centrocampista da EL (almeno)- Grazie a Tutti e cara Redazione TORO NEWS prendi nota.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. marcocalzolari - 5 mesi fa

    Quindi, Izzo al posto di un logoro Burdisso, poi un giovane come Bremer, il rientro dal prestito di un altro giovane come Lukic e Meitè al posto di un Barreca che non ha mai mostrato di essere da Toro, con una fase difensiva imbarazzante.
    E Cairo sarebbe a posto così?
    In mezzo al campo manca un giocatore di personalità, non mi stupisce che Mazzarri voglia Pereyra e manca sicuramente un esterno (destro o sinistro).
    Vorrei aggiungere che De Laurentiis oggi ha detto che con Mazzarri il monte ingaggi era a 30 milioni e lui li ha portati al 2º e 3º posto, con una Coppa Italia in bacheca, ora il Napoli ha un monte ingaggi di 120 milioni e Sarri non ha fatto meglio..
    Finalmente abbiamo un allenatore di livello, ora la società deve allestirgli una rosa adeguata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. iard68 - 5 mesi fa

    Ma Pereyra a voi piace? A me mica tanto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 5 mesi fa

      Guarda, meglio di acquah e Obi ci vuole poco. E anche di Rincon. Poi non è certo Modric o Pogba…!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. carlo - 5 mesi fa

    La Red Bull pare interessata a comprare il Toro. Sullo stemma comparirebbero un Toro granata che guarda un toro giallo iterizia.

    Lo stadio verrebbe intitolato a: The Big Red Invincible Bull Stadium Again The Revenge.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 5 mesi fa

      Capisco la tua ironia e va bene. Io ti diro che ero a Salisburgo ed ho visto lo stadio all inglese e lo store e ti diro che non mi e’ dispiaciuto. Considerando che sia in Austria che in Germania stanno andando piuttosto bene e sono o in Champions o in EL stabilmente …questo mi fa un po schifo…
      Perche preferisco arrivare a gennaio e sapere di essersi salvi e cominciare a gongolarci con 4 spiccioli del bilancio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Carlin - 5 mesi fa

    Caro Bilancio,te lo voglio proprio raccontare un aneddoto divertente:losai che ai miei tempi andavo a vedere gli allenamenti al FILA perchè era sempre aperto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Carlin - 5 mesi fa

    Scusate io sono un vecchio granata,ma, dopo aver tifato e sofferto con i Arce,Bearzot,Fogli,Ferrini,Pulici,ecc….sentirmi proporre Zaza mi fà vomitare tifosamente parlando

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 5 mesi fa

      La tua lunga militanza ti fa Onore.
      Hai aneddoti importanti o divertenti da scrivere??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granata - 5 mesi fa

      Caro Carlin, anch’ io sono un vecchio tifoso del Toro, da bambino l’ ho visto precipitare in B con la “T” bianca di Talmone sulle maglie. Ricordo ex bianconeri come Nestor Combin che rifilò tre goal alla Juve. O come Pasquale Bruno, Moretti (tre stagioni con la maglia bianconera), Immobile. Per non parlare del grandissimo Guglielmo Gabetto. Col tuo ragionamento la Juventus avrebbe dovuto rinunciare a un certo Christian Vieri. Ti garantisco che i tuoi sono solo dei preconcetti, fra l’ altro con un giocatore che per doti caratteriali e di grinta sarebbe in sintonia con quello che si immagina debba essere lo spirito Toro. E poi vuoi mettere la soddisfazione se segnasse ai Gobbi che l’ hanno scartatto? Bisogna finalmente togliersi il paraocchi e guardare che cosa è meglio per la nostra società. Ci siamo presi Mihajlovic al posto di Gasperini, un signor tecnico, perchè, come disse pubblicamente Cairo in un’ intervista: “Abbiamo rinunciato a Gasperini perchè non era gradito al nostro ambiente”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. miele - 5 mesi fa

    Questo mi sembra un articolo scritto personalmente da Cairo che vuol significare: cari tifosi, siamo praticamente a posto così, salvo dover cercare di piazzare qualche eccedenza. Poi, piccola concessione alle speranze dei tifosi: a WM piace Pereyra. Sul concetto che la difesa sia a posto così, con un Carneade come Bremer ed un Lyanco che si spera recuperi completamente ed anche lui non si riveli solo una giovane promessa, meglio sorvolare. Il centrocampo,Poi, è tutto un interrogativo: riusciremo a piazzare qualche patacca? Medesimo discorso per l’attacco: ci sarà qualcuno che si piglia Niang è Ljaijc? Dulcis in fundo le fasce: Ansaldi, de Silvestri e Berenguer sono più che sufficienti. Vabbè, sarà il solito centroclassifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 5 mesi fa

      Io Ljajic non lo darei via manco morto. Poi ovviamente sono opinioni personali…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 5 mesi fa

        Neanche io, ma pare che per acquistare qualcuno di livello, occorra fare cassa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. KanYasuda - 5 mesi fa

    Da quando ho letto di quell’amichevole organizzata contro il Nizza, la mia fantasia non mi sta facendo far altro che pensare che quel Volpone di Cairo, ne stia escogitando una delle sue, magari per risparmiarsi anche il biglietto di partenza di uno dei Nostri… se questo sogno fosse vero, almeno mi risulterebbe un po’ più simpatico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 5 mesi fa

      Beh, a dirla tutta l’ho pensato anche io.
      Ho anche pensato che facesse il colpa ad effetto Balotelli, ma non credo sia compatibile con Mazzarri…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LucioR - 5 mesi fa

        A prescindere i problemi che Balotelli potrebbe creare in gruppo hai presente l’ingaggio che percepisce?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Athletic - 5 mesi fa

    Allo stato attuale il mercato non è sufficiente. Abbiamo confermato un ottimo portiere, ma la difesa non da garanzie. Per essere una buona difesa è basilare il rientro di Lyanco fisicamente a posto al cento per cento. Quindi deve andare bene la prima scommessa, se così non fosse ci sono altre carte da giocare, altre scommesse, come Bonifazi, Bremer e Ferigra. Sono discretamente fiducioso, ma non c’è garanzia. Centrocampo, siano mezzi esattamente come lo scorso anno, fosse per me terrei il solo Baselli, poi rifarei tutto, ma capisco che è improponibile. E allora servono due centrocampisti, uno di alto livello, e un altro di supporto. Meite va bene che sia arrivato, ma anche lui è una scommessa. In attacco siamo più che coperti, anzi c’è da vendere Niang e col ricavato prendere un vice Belotti, e/o investire il ricavato a centrocampo. Voto attuale, da parte mia, 5. Può crescere con le cessioni di Niang, Valdifiori, Obi, Aquah e l’acquisto degli innesti necessari. Dimenticavo i laterali, anche li non siamo al completo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 5 mesi fa

      Mi associo. Purtroppo si fonda in gran parte su scommesse che andrebbero vinte contemporaneamente, a cui va aggiunta l’ipotesi che Belotti veda la porta molto meglio dell’anno scorso. In difesa abbiamo tre incognite (Bonifazi,Bremer e Lyanco) ed a centrocampo il solo Meite non può costituire un deciso passo in avanti. Mi sbaglierò ma credo che nei prossimi giorni vedremo molte cessioni e ti faccio l’elenco: Obi, Liaijc, Niang, Acquah, Valdifiori, Boyè e Parigini. Non sono pochi e aggiungo che non saranno pochi neanche gli introiti…a quel punto se siamo fortunati vedremo qualche acquisto significativo (per me sarebbe ottimo il trio Pereyra, Laxalt, Zaza e un laterale di dx come rincalzo di De Silvestri). Se invece siamo sfigati ci potremmo ritrovare con l’acquisto di qualche altra scommessa e a quel punto non ci resta che sperare in Mazzarri…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 5 mesi fa

        Anche a me andrebbero bene sia le cessioni che gli acquisti che hai detto, ma temo che Laxalt abbia una quotazione pompata dal mondiale e abbia destato interessi da parte di squadre importanti, gli altri due sono fattibili e sarebbe utili.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Cecio - 5 mesi fa

    C’è chi vorrebbe sacrficare Ljajic o Iago per comprare Zaza o comunque un altro attaccante di livello…
    Forse non ci si rende conto che i 2 citati sono gli unici della nostra rosa ad avere i piedi montati nel senso giusto e senza di loro scenderemmo al livello del Chievo (cross o lanci lunghi e via pedalare!).
    Vi devo ricordare come giocava il Toro del primo Mazzarri con Ljajic relegato in panca?
    Oppure il numero di gol/assist fatto da Iago l’anno scorso?
    Se si vuole potenziare l’attacco, si venda Niang e si faccia uno sforzo per prenderne uno buono (Zaza sincermente non mi fa impazzire)
    A centrocampo per me si possono sacrificare tutti tranne Baselli, che nonostante tutto è l’unico decente tra i centrocampisti che abbiamo.
    Speruma n bin

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 5 mesi fa

      Tutto dipende dal modulo, se Mazzarri vuole giocare con il 3-5-2, Iago e Ljajic hanno poco spazio, per farli giocare deve utilizzare altri moduli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Numericamente manca solo un terzino sinistro. Numericamente… Poi bisognerebbe fare un discorso molto ampio su attacco e centrocampo che sarebbero da modificare ma per farlo bisogna vendere presto e bene.
    Anche sulla difesa bisognerebbe fare un discorso molto ampio ma credo che non vedremo altre novità.
    Ne riparliamo più avanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bilancio - 5 mesi fa

    Ciao Raga,
    Non so se qualcuno mi ha cercato, ma volevo ribadire che:

    1) IN CASSA, al netto di Ricavi – Costi, ci sono 21,5 milioni con cui fare ancora mercato.
    2) SERVE sfoltire solo i fuori progetto.
    3) WM ha chiesto una rosa COMPATTA, AGGIUNGENDO PERO “DI QUALITA’ SUPERIORE (non uguale, non inferiore)
    4) Anch io NON sono soddisfatto del mercato e NON vedo un miglioramento.
    5) NON SERVE VENDERE BASELLI, IAGO, LJACIC PER COMPRARE, I SOLDI CI SONO.
    6) Bisogna sfoltire, Boye, Valdifiori, Obi, Aquah, Parigini e Niang (anche accettando una minusvalenza e liberandosi dei relativi ingaggi)
    7) IL RICAVATO + IL TESORETTO DI 21,5 = LAXALT + PEREIRA.
    8) NON SUCCEDERA MAI……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 5 mesi fa

      9) dimenticavo…PER TROVARE UN COMPRATORE NON SERVE ANDARE A CERCARLO NEI BAR DELLA ZONA, BISOGNA AFFIDARSI ALLE SOCIETA INTERMEDIARIE SPECIALIZZATE E CHE OPERANO ALL ESTERO. L imprenditoria italiana e’ ridotta all osso (il lusso e l alimentare e’ stato rilevato dai francesi, l energetico ed il finanziario ai tedeschi. A noi restano i villacchi turistici ed il prosecco.)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iard68 - 5 mesi fa

        Tu vuoi assolutamente un compratore e ogni giorno vuoi parlare di futuro. La mia priorità è stare coi piedi ben piantati per terra e godermi il Toro in A senza patemi per ancora un bel po’ di stagioni… (pazienza se non si vince nulla, siamo in ottima compagnia!) Tu saresti disposto a finire in mano ai cinesi, agli arabi e magari anche agli albanesi pur di levarti Cairo di torno. Io non mi fido e mi tengo Cairo (con tutti i limiti che vedo benissimo). Se poi arrivasse Ferrero, Lavazza o lo Sceicco di Dubai a metter tutti d’accordo, ben venga anzi strabene! Ma non possiamo ripetercelo tutti i santi giorni, sei d’accordo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bilancio - 5 mesi fa

          Ciao Iard,
          Ti rispondo:
          Rispetto il tuo punto di vista. Il mio invece e’ che sarei disposto, ma tanto ad andare in mano ai Cinesi, agli Arabi, ai Russi od alla Red Bull. Io rispetto il tuo punto di vista e ne capisco le ragioni.
          Cerca di rispettare il mio.
          A me, una societa gestita cosi non piace, oggi come oggi, se tornassi indietro a 40 anni fa NON sarei diventato un tifoso del torino.
          Dopo 40 anni e’ dura staccarsene.
          Capisco che il toro NON e’ mio. Ma allora a questo punto, permettimi, NON e’ neanche tuo. E’ di un signore che ha un idea di calcio/finanza che NON condivido e per cui non faccio il tifo.
          Per me NON c e’ nessun orgoglio, perdere 20 derby, scansarsi, o non lottare, o aggrapparsi allo
          0-0.
          Per me NON c’ e’ nessun orgoglio a perdere a Frosinone o a lasciare partire uno come Immobile.
          Io voglio un toro piu FORTE.
          Se la societa puo spendere 40 perche con altri 60/62 di diritti puo coprire la gestione, io “vorrei” che spenda 39, non 20 su 40.
          E due sono le cose che mi irritano.:
          A) far passare l idea che bisogna sacrificare uno buono, per prenderne un altro (perche mancano i soldi, quando invece ci sono) e
          B) far passare l idea che Cairo sta facendo sacrifici….?? (Quando si prende 1 milione di euro di stipendio, + i suoi investimenti sono gia rientrati + il bilancio consolidato gli permette di non pagare tasse sui ricavi del toro in quanto rengono detratti dalle perdite su RCS (e questo lo presumo, ma non lo dichiaro).
          Ripeto, massimo rispetto per il tuo essere tifoso. Ma io la penso cosi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. iard68 - 5 mesi fa

            Io rispetto eccome la tua opinione che per molti aspetti condivido. La differenza sta principalmenteo nel salto nel buio che tu sei disposto a fare ed io meno. Tu e tanti altri sostenete che ci sarebbero tanti soldi da spendere. Può darsi abbiate ragione, ma su questo non mi sento di seguirvi perché mangiando bilanci per lavoro… so quanto sia complesso barcamenarsi tra plusvalenze, minusvalenze, liquidità, patrimonio, il criterio di competenza eccetera (per dire solo cose semplici)! Di sicuro sono tutte sbagliate le somme algebriche che di ogni giorno si leggono a riprova (??!?!) delle “malefatte” di Cairo. Ma ancora una volta, non è questo il punto. Su questo ognuno è libero di avere la propria opinione (giusta o sbagliata non importa), ci mancherebbe. Ma io torno a chiedervi, con la speranza che qualcuno voglia finalmeente rispondere a questo interrogativo… COSA CI GUADAGNAMO a passare ore a questionare sul CAIRO SI, CAIRO NO, in continuazione, su qualsiasi forum, su qualsiasi post? Penserete mica di convincerlo a vendere così facendo (posto di volerlo mandare via, cosa che come ho gia detto, io per esempio non farei, se non per un nuovo presidente solidissimo e possibilmente un po’ più granata)? Capisci quello che voglio dire? Io non contesto affatto il vostro punto di vista, ma il fatto di doverlo rileggere centinaia di volte, fino alla nausea. Questo è il punto.

            Mi piace Non mi piace
          2. gior_425 - 5 mesi fa

            Il “tuo” toro in mano alla red bull giocherebbe in maglia a scacchi blu e rossa… il “mio” TORO è GRANATA.

            Mi piace Non mi piace
        2. Athletic - 5 mesi fa

          Anche perché compratori non ce ne sono, il Toro ha una storia unica ma a livello internazionale il brand vale poco o niente. È da dopo Pianelli e Rossi che sento parlare di Ferrero, della Coca-Cola, della Redbull, del magnate russo del gas, di Etihad e cazzabubbole del genere.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. granata - 5 mesi fa

            Caro iard68, visto che dici che mangi bilanci per lavoro, ti sottolineo solo quello che emerge dal bilancio 2017 del Toro: circa 20 milioni di euro in cassa, nessun debito di nessun genere, attivo di quasi 38 milioni di euro messo a patrimonio come gli altri attivi precedentiche così arrivano a 60 milioni di euro. So benissimo che è la fotografia al 31 dicembre e che quindi certi esborsi non sono stati contabilizzati, ma neanche certi introiti. Inoltre, il Toro ha avuto 51 milioni di euro dai diritti tv, cui aggiungere pubblicità e sponsor. E’ sicuro che con i nuovi diritti tv salirà ancora (diciamo una sessantina di milioni). D’ altronde non è un caso che abbia vinto l’ Oscar del bilancio. La situazione è sana e permetterebbe di fare investimenti per il tanto auspicato salto di qualità. Non ho detto spese folli, ma qualcosa che somigli “in lontananza” a quello che ha fatto la Juve con Cristiano Ronaldo e che possa essere poi compensato da introiti maggiori grazie alla qualificazione all’ EL. Ti pare chiedere troppo?

            Mi piace Non mi piace
          2. iard68 - 5 mesi fa

            Ciao granata!! Anche tu mi hai risposto sulla questione bilancio… rispetto alla quale ognuno ha il suo punto di vista perché certezze ce ne sono poche. Alla questione che pongo io, ancora una volta, neanche tu hai risposto.

            Mi piace Non mi piace
          3. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

            Ciao Athletic.Consentimi di non condividere la tua opinione circa il poco\nullo valore del ns. brand a livello internazionale.Vorrei rammentare che a cavallo degli anni 20\30 il Toro di quel lungimirante imprenditore e Presidente che fu il Conte Marone Cinzano, fu il primo club europeo ad affrontare la, per quei tempi, lunga trasferta in “piroscafo” per una tournèe in Sud America.Ancor oggi nel Brasile “gaucho”, in Uruguay ed in Argentina nelle aree di Mendoza,Rosario e Baires( qui con gli zeneize del Boca) sono esistenti dei Toro clubs molto attivi!Intendo dire che con l’attuale globalizzazione senza confini il ns. brand è simile ad un fuocherello che cova sotto la cenere dell’oblio e basterebbe accendere la miccia per riportarlo al livello che gli competerebbe,cosa che Cairo non si è mai sognato di fare!FVCG!!!

            Mi piace Non mi piace
  14. ALEgranataALE - 5 mesi fa

    Prova

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

    Sul mercato molti sono i dubbi ancora da sciogliere, vedremo anche se non mi faccio particolari illusioni essendo ben noto il trend di Cairo.Sarà poi il campo ad emettere il verdetto in merito al ruolo che potremo avere in Campionato anche in relazione a cosa faranno “le medie” con le quali ci dovremo confrontare.Qui vorrei però evidenziare un altro aspetto e cioè ” la prospettiva” che, d’ora innanzi più che mai, il Torino FC avrà in ambito cittadino e non solo. Da un lato una Holding che aspira ad una sorta di NBA del calcio avendo,tra gli altri, punti di forza nell’immagine globale e nel marketing e dall’altro una “azienda periferica” di un imprenditore “Milano centrico”che in questi anni, al di là degli investimenti,ha purtroppo dimostrato di non aver recepito le variegate sfumature del “Mondo Toro” e quindi pur essendo un leader nel ramo non ha sfruttato le molteplici possibilità offerte da un Brand unico al mondo.A mio modo di vedere poiché un confronto in termini sportivi è ormai improponibile penso che la carta da giocare dovrebbe essere quella di “perimetrare” la ns. Visibilità sul territorio realizzando “fisicamente” alcuni baluardi: una roccaforte nella quale difenderci dallo strapotere degli innominabili!I baluardi sono noti e se per taluni( Robaldo e Lotto 2 Fila) per le ben note ragioni la costruzione dipenderà anche da altri e dall’ondivago mondo della politica locale resta intatta la possibilità di realizzare il Museo della ns. Storia.Non è più accettabile che resti allocato in una struttura in comodato fuori Città che comunque grazie all’impegno di tanti volontari svolge una lodevole attività promozionale!!Con un investimento di 2\3 mln. potrebbe essere realizzato da subito senza attendere tempi piuttosto lunghi e collocato in modo consono nella naturale ubicazione del Fila.Per taluni forse potrebbe essere considerata una questione marginale ma invece sarebbe “l’animus loci” della ns. DIVERSITA’. Una Storia iniziata nel 1906 e fatta di vittorie e sconfitte,gioie e delusioni a volte cocenti,sorrisi e lacrime: proprio una “storia” nella quale ciascuno di noi in qualche modo potrebbe identificarsi.E’ questa similitudine alla vita reale che alimenta la ns. diversità!Ed allora Cairo “passi il Rubicone”,dissipi i dubbi circa la sua sudditanza nei confronti della “Famiglia”ed abbia un minimo afflato di quel “granatismo”che aveva la Mamma!Doni alla Città di Torino il Museo e lo faccia senza ulteriori indugi! Realizzi un GRANDE SOGNO con un investimento ampiamente sostenibile(al limite si liberi di qualche oneroso ed inutile ingaggio)Qualora perseverasse nel suo disinteresse..beh allora a mio parere sarebbe un Presidente anche peggiore di chi ci ha portato al fallimento in quanto ,a differenza di quelli,questo potrebbe fare se ne avesse la VOLONTA.L’ignavia e una “brutta bestia” invisa anche “nell’Inferno”!!!Mi attendo una marea di not like e magari insulti, ma andrebbe bene anche così. Piuttosto riterrei più costruttivo aprire un civile dibattito sul tema e perché no fare “fronte comune fra tutti noi tifosi al di là delle diverse scuole di pensiero” per sollecitare Cairo a “darsi una mossa”Vedremo!!FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALEgranataALE - 5 mesi fa

      Sei grande fratello , sinceramente penso come tanti altri fratelli sia colpire il presidentissimo nel suo smisurato ego . Sinceramente boicotterò tutto ciò che è Cairese , abbonam , partite , pay tv in modo civile ed educato in attesa che il mio toro torni . Ciao !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. dennislaw - 5 mesi fa

    Io penso che Cairo a fronte di una buona offerta venderebbe: naturalmente per fare una super plsuvalenza. Ma questo non vuole dire cifra folle. Ha pagato il Toro 180 mila Euro. probabilmente intorno ai 100-120 milioni lo darebbe via. Lo vedo un pò stanco e forse appagato, nel senso che dopo aver rischiato l’osso del collo con il Torino nei primi 7-8 anni, ora è economicamente tranquillo. Così non si sogna più. Senza tornare ai tempi di Borsano , che fece una grande squadra ma la lasciò piena di debiti, si può fare meglio di Cairo, con più competenza e professionalità nello staff tecnico. ma bisogna vigilare: 1) perchè non venda al primo affarista ( come fu Calleri) 2) Perchè non speculi oltre misura a fronte d una buona offerta di un compratore o di una cordata seria. Su questo i tifosi possono qualcosa: Cairo si ricordi di Giovannone e di come ci si rivoltò contro l’ennesima misteriora offerta stile Vidulich e soci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 5 mesi fa

      Ma che centra col titolo della discussione? Borsano, Calleri e Giovannone sono giovani promettenti? e Vidulich fa parte della rosa della Croazia vicecampione del mondo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bilancio - 5 mesi fa

        Si parla di futuro non di presente…se il presente e’ grigio e’ meglio pensare al futuro che nascondersi nel passato…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. SiculoGranataSempre - 5 mesi fa

    Propongo un mini sondaggio ai fratelli granata, per quel che vale al 16 luglio:
    1-alla data odierna sei soddisfatto del mercato?
    2-alla data odierna, ritieni che la squadra si sia rafforzata rispetto all’anno scorso?
    Così, tanto per capire se sono l’unico magari incompetente. Il tutto senza polemiche e offese. Grazie. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Orson - 5 mesi fa

      Ritengo che ad oggi siamo ugali all’anno scorso (dentro Izzo fuori Burdisso dagli 11 titolari) quindi sono deluso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ALEgranataALE - 5 mesi fa

      Squadra identica all’anno scorso forse pure più scarsa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. iard68 - 5 mesi fa

      Giusto, al 16 luglio. Abbiamo preso un difensore valido (al posto di burdisso) e un centrocampista giovane e promettente sul quale mi sento di essere ottimista. Per ora non abbiamo perso Burdisso e venduto il panchinaro Barreca. Non siamo molto più forti. Non siamo sicuramente più deboli. Se Belotti ripete la sua stagione migliore e le concorrenti non fanno miracoli ce la giochiamo per l’EL, diversamente… Per migliorare in modo importante occorre un centrocampista di spessore (che oggi costa non meno di 25 mln), una punta affidabile e veloce (come minimo altrettanto), e un esterno titolare al posto di De Silvestri (per laxalt ne vogliono 20). In uscita Niang non può portare più di una quindicina di mln, Boye è trattato per 4/5, da Acquah oppure Obi potrebbero arrivarne altrettanti. Solo in cambio di una punta davvero importante si potrebbe sacrificare uno fra Ljiaic e Iago. Adesso giochiamo un po’: io prenderei Johannes Geis dal Siviglia (via Schalke 04), Laxalt tutta la vita e sacrificherei Iago per prendere Ahmed Musa. Con una sessantina di mln in uscita si potrebbe riuscirci. Se poi si volesse addirittura sfiorare la zona champions… allora prenderei Victor Wanyama a centrocampo, ma per lui ci vorrebbero una diecina di mln in più! Ogni tanto sogno anch’io!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 5 mesi fa

        uah! 60 milioni? Non ci pensare neppure. Magari, sarebbe bello. ma così saremmo dal 4° posto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. SemperFidelis - 5 mesi fa

      Al 16 di luglio sono soddisfatto 4 acquisti da verificare, finalmente i nostri giovani della primavera in ritiro insieme alla prima squadra ( che quando non ci sono ci si lamenta quando ci sono Cairo il solito braccino ), unica cessione Barreca

      Non ritengo sia più forte ma al 16 di luglio solo la gobba e l’inter sono più forti dell’anno scorso preci nulla di strano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. dennislaw - 5 mesi fa

    Oggi sulla Stampa leggo che il Torino ha ancora nel mirino Zaza e Pereyra, Questo cambierebbe il giudizio su una campagna acquisti finora modesta. Ma si ribadisce che il primo obiettvo è vendere. Nell’elenco ,in testa, ci sono Niang ( e va bene) ma anche Ljajic, Baselli e Iago Falque.Ovvio. Il vero problema è vendere i surplus: Boyè, Valdifiori, Parigini, Aquah , Obi… Chi li vuole? A che prezzi? Penso che se si vende Falque per Zaza ci può stare , a patto di valorizzare Ederea sulla destra e di giocare con due punte vere. Si può vendere anche Baselli, mettendo Ljajic a fare il Pianic dietro le punte.Insomma ancora tutto da fare o quasi. ma Cairo è ancora così appassionato di Toro? Mi pare un pò stanco e in attesa di una buona offerta: potrebbe sì fare la plusvalenza che sogna.Certo bisogna stare attenti alle bidonate estere stile Milan per non cadere dalla padella nella brace.Ma un vantaggio Cairo ce l’ha , ha dimostrato che nel calcio ( oggi) si può competere senza perdere soldi, e ( senza i troppi errori del suo scalcagnato staff) stare stabilmente in Europa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. SiculoGranataSempre - 5 mesi fa

    Se Meité e Bremer sono riserve va da sé che ad oggi c’è di fatto un solo acquisto, in un reparto che non era male l’anno scorso. Poi non riesco a capire: se si compra Pereira è lecito immaginare che il centrocampo si rinforzi; tuttavia ciò potrebbe capitare se parte qualcuno dei centrocampisti presenti. Poi c’è la questione esterni. Se compri Laxalt ti rinforzi, se prendi Martella no. Ergo, mi spiace e senza polemiche, devo ad oggi 16 luglio concludere che la squadra 2018/2019 non è migliore della precedente, o se lo è la differenza la dovrebbe fare Izzo. Se va via Baselli e prendi Crunic peggiori se prendi Pereira forse migliori. Se tieni Baselli vendi Obi e acquah e prendi Crunic e Pereira migliori. Il resto è immutato nei titolari. Questo mi dispiace molto e spero che qualcosa cambi, altrimenti siamo di nuovo dove abbiamo finito: 9 posto. Sigh.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. piroldo64 - 5 mesi fa

      Non credo proprio che Meité sia una riserva

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SiculoGranataSempre - 5 mesi fa

        Me lo auguro veramente e mi auguro anche che sia buono come mi sembra

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. piroldo64 - 5 mesi fa

          Speriamo :-)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. GlennGould - 5 mesi fa

    Ad oggi. Radiografia?

    Se sirigu si becca un raffreddore siamo fottuti.

    Con Lyanco, difesa ottima. Senza,ad oggi, deve giocare Moretti. (Non conosco l’acquisto Brasiliano, so quanto Mazzarri al momento consideri Bonifazi: 0.)

    Il centrocampista di livello, dalla piazza tanto atteso, non c’è ancora. Meraviglioso se Meite si rilevasse tale.

    In attacco sono troppi.

    Nota personale. Ripartire con De Silvestri titolare, vista anche la grande importanza degli esterni nel gioco del mister, è per me una delusione.
    Come detto, non mi sbilancio sino a fine luglio. Radiografia quindi parziale. Aspettiamo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. granata - 5 mesi fa

    Come mi sforzo di dire da tempo (repetita iuvant), questi forum hanno una funzione: sono luoghi di dibattito e di pressione sulla società affinchè sia stimolata a fare meglio. Ma a una condizione: che non si trasformino in uno sfogatoio becero di frustrazioni, in una piazza mediatica di insulti e di invettive. Sono convinto dell’ efficacia 100 volte maggiore dell’ analisi e della critica raziocinante, lucida, argomentata. E sì, perchè sono anche arciconvinto che la società forum come questi li tiene d’ occhio per avere il polso dei tifosi. Ma se fossero solo l’ espressione delle frange più becere e irrazionali del tifo, li ignorerebbe.
    Invece, è importante portare avanti il confronto anche con Cairo. Lui abbiamo e con lui (per ora) dobbiamo avere a che fare. Credo che anche il più sfegatato dei filo Cairo lo abbandonerebbe di fronte a un imprenditore serio, solido, veramente appassionato di calcio e di Toro. A Torino e in Piemonte ce ne sono. Magari se ne potrebbero mettere insieme alcuni. Operazione non facile, ma se qualcuno dei più anticairoti, invece di abbaiare alla luna, operasse in questo senso avrebbe il mio plauso e sostegno. Operazione da 200 milioni di euro (comrpeso l’ investimento per una vera cmapagna di rafforzamento), la cifra che la Juventus ha investito per un solo giocatore. Chissà. Intanto pungoliamo e pretendiamo in modo civile. Il primo messaggio da mandare è che una squadra senza appeal fra i suoi tifosi perde di appetibilità da parte di pubblicità e sponsor e, se i suoi risultati sportivi calano, perde anche quote di diritti televisivi. Il secondo messaggio è che il Torino è debole come staff dirigenziale. Al di là della potenza economica, il gap professionale nei confronti della Juventus è abissale. Per carità, per una squadra che punti a una tranquilla salvezza Petrachi può andare bene. Ma prende troppe cantonate. Cito solo alcuni nomi, i più recenti di una lunghissima serie: Carlao, Ajeti, Sadic, Boyè, e non ci metto ancora Niang, Berenguer e Ljanco perchè sono un superottimista e spero che, dopo una stagione sfortunata, possano riprendersi. Sicuramente avere un presidente come Cairo non aiuta. Però, non aiuta nemmeno avere presidenti come Lotito, De Laurentis o i fratelli Della Valle (lasciamo perdere Atalanta, Udinese o Genoa società sportivamente ed economicamente al di sotto di noi). I paragoni fra il Toro degli ultini 14 anni e Napoli, Lazio e Fiorentina sono impietosi. E allora caro presidente per riguardagnare un po’ di stima da parte dei tifosi ci sono solo due strade: allestire uno staff tecnico di più alto livello e una campagna acquisti con obiettivi più ambiziosi del solo Oscar di bilancio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. robertozanabon_821 - 5 mesi fa

    Ipotesi non fantascentifica: via Lijaic e Baselli per Pereyra + esterni + punta.
    Niang in bilico e varie cessioni minori e prestiti di giovani a farsi le ossa in giro per l’Italia.
    Penso che il mercato del Toro non sia affatto finito, anzi credo che Mazzarri voglia plasmare una squadra solida ma volitiva composta da gente affidabile e dal rendimento costante. Basta scommesse o gente adattata in ruoli non idonei e sono d’accordo con lui.
    Diamo fiducia a Mazzarri che ha le idee chiare, sperando che la Società lo assecondi come si deve!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Theblizzard - 5 mesi fa

    Più che una radiografia mi sembra un eeg piatto! Nessuna idea nessuna news solo “ Cairo vuole spender meno” .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 5 mesi fa

      Che Cairo sia il vecchio che raccatta la frutta marcia al mercato all’orario di chiusura non è certo una NEWS, ormai siamo riconosciuti per quello che siamo dalla Serie A e dagli altri campionati.

      Perfino nelle favelas brasiliane andiamo con i soldi contati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. carlo - 5 mesi fa

    Allora ragazzi, questo è il solito pippone mio di riflessione interna sul forum, di stampo intelligente buonista. Eccolo:

    Rispondo ad @Athelich, per poi dirla tutta. Athetich dice, anche giustamente, che bisogna innanzitutto smetterla di dividere in Cairo e anticairo.

    E’ vero, Athletic, ed è vero specialmente nel tuo caso. Ma si fa per semplificare, altrimenti non si sa come esprimere le due fazioni, che ci sono (pur con le dovute sfumature diverse). E comunque è vero quello che dici.

    Hanno ragione – li chiamo “cairisti” sempre per capirci e per comodità -quando dicono che, in ogni articolo, salta fuori uno che dice “Cairo vattene”, “Cairo porco” o robe del genere. Hanno ragione di dire che qualsiasi cosa succede è colpa di Cairo. Anche le più piccole. E’ vero. E intervengono così come i bulli nel cortile, poi magari nemmeno aspettano le risposte e manco vanno a vedere se qualcuno ha risposto. Avete ragione. In molti non hanno trovato il modo di entrare veramente in questo forum ampio e molto fornito di critica contro gli anticairo. Nemmeno io ci sono entrato bene, ma al contrario di molti, avevo, ed ho, la volontà di farlo. (che, come sempre, sappiamo che è decisiva).

    Avete ragione su diverse cose, e va detto. Ieri si parlava che noi vendiamo i migliori da anni. L’Atalanta vende anche più di noi, perché li ha, e perché non aspetta un secondo a venderli. Credo siano prenotati anche i Giovanissimi, dalle strisciate varie, i Giovanissimi che giocano a Zingonia. La Samp vende regolarmente i migliori. Esattamente come noi. E solo, forse, una volontà del giocatore (un giocatore particolare e migliore di altri su tutti i punti di vista: o molti) ha impedito alla Viola di vendere Chiesa, dopo Bernardeschi. Fanno tutti come Cairo. Quindi inutile piangere e dare colpe a Cairo. Anzi, Cairo, non so per quale ragione, ma forse sì, non ha venduto Belotti quando poteva farlo bene (“bene” nel senso di prendere un pozzo di soldi). Quindi cerchiamo di svegliarci. O meglio cerchiamo di capire le ragioni di chi ci critica (sto in questo momento parlando da anticairo). C’è da chiedersi, ora, il perché non abbiamo risultati sportivi. Io ho qualche idea. Ma, in ogni caso, queste mi sembrano le cose oggettive.

    Cairo ha doti imprenditoriali superiori, perché disperato, di tutti gli altri (o di molti). “Disperato” lo spiego venerdì pomeriggio (ma non sono cose gravi, sono cose umane, cose di tutti i giorni). Poi si è scontrato con la tradizione granata; forse si è scontrato col calcio tutto. E non ha reso come poteva.

    Cerchiamo di essere oggettivi: obiettivi, diciamo. Questo non vuole dire: non dire ciò che si pensa, ma dirlo con uno rispetto diverso, e alla persona a cui si scrive (e a tutte, quindi, che leggono), e alla verità. Tralasciando che siamo in guerra. Facciamo una specie di resa generale. Lasciamo le asce e il resto. Ogni parte sa che la parte avversa ha delle ragioni. Io ne ho dette alcune in questo bel pippone intelligente e buono da morire. Ma vero. Perché non faccio finta di fare niente. Mai fatto finta.

    E se hanno ragione i cairisti di molti difetti degli interventi a caso, da bulli, da pretestuosi, degli anticairo, devo dire che ai cairisti manca obiettività nel giudicare beceri solo i cairisti. Voi, se mi leggete, avete visto che sono anni luce dall’essere aggressivo e mi guardo bene dall’essere sgradevole (o almeno cerco). Poi posso essere noioso, fuori di testa eccetera. Ma nessuno mi ha ancora detto che manco di rispetto. Mi fa piacere che sono tornati @pepe (scusa non avevo letto che te ne eri andato), @Athletic e altri (idem). Ma vi posso assicurare che in questi anni di forum granata ho ricevuto tonnellate di offese personali, dirette a me. Quindi, posso assicurarvi che i beceri non sono solo gli anticairo. E lo vedete tutti i giorni. Prendetene le distanze. Siamo onesti tutti. Io per primo. Prendiamo le distanze da chi sbaglia: a prescindere dalla sponda fazione in cui è. E qui suonano le campane. Quasi finito il sermone.

    Secondo me, sei ci pensiamo bene, a meno che non siate dei ragazzini – e allora non ci fate niente qui a fare la muffa sul forum, in un sito (se pur onesto e ben fatto) di “problematiche” Granata per “Granata Anonimi Ex “Alcoolisti” che cercano la Gioventù – be’ si fa anche per ridere -: se non siete ragazzini, dicevo, il vero problema è un altro. E’ stare qui bene. E non è chi tifa chi. Chi dice cosa. E’ avere, non dico amicizia, ma un ambiente per essere accettati e da avere piacere di leggere e scrivere (e varie eventuali). ciao e scusate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-13782778 - 5 mesi fa

    Ma quelli che hanno partecipato al mondiale quando rientrano?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy