Calciomercato Torino, Parigini si avvicina all’Udinese: possibile cessione definitiva

Calciomercato Torino, Parigini si avvicina all’Udinese: possibile cessione definitiva

In uscita / Il club bianconero ha messo gli occhi sul giovane classe ‘96, al Benevento nell’ultima stagione

di Alberto Giulini, @albigiulini

Il futuro di Vittorio Parigini sarà molto probabilmente lontano da Torino: rientrato dal prestito al Benevento, l’esterno classe 1996 non sembrerebbe rientrare nei piani della società granata. E sul giocatore, a questo punto in uscita, c’è l’interesse dell’Udinese che sta cercando di rinforzare la propria rosa con giocatori giovani e italiani.

TITOLO DEFINITIVO – Questa volta, però, potrebbe cambiare la formula del trasferimento. Il club bianconero è infatti interessato a prelevare il giocatore a titolo definitivo, ma tutte le ipotesi sono ancora in ballo. È dunque previsto un incontrontra le parti, per approfondire i discorsi e valutare quali ipotesi siano percorribili.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 3 mesi fa

    Parigini quando ha giocato nell’under 21 ha dimostrato di avere classe da vendere, quando invece indossa maglie di club si perde nel marasma generale. E’ po’ dottor Jekyll e Mr Hyde. Il futuro svelerà l’arcano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

    Ne riparleremo quando sarà diventato come e più di Verdi.

    D’altronde con bracciamozze e petracchio, con una società di lacchè yesmen e con degli allenatori che sene fottono dei giovani e che “prediligono” scarti, bolliti, fine carriera, “esperienzati”, parametri zero e così via, per i nostri Giovani alla Cairese c’è solo tanta cacca da mangiare.

    Avrei proprio voluto vedere che cosa sarebbe successo ai nostri Ragazzi se cifosse stato Di Francesco o Gasperini…!!!

    …e invece abbiamo avuto “il nulla serbo” e ora abbiamo il fenomeno del 3-5-2″.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. joe69 - 3 mesi fa

      Ti ricordo che Verdi ha fatto per 2 anni di fila la riserva di Saponara con un tecnico che sicuramente non è un coglione
      Sicuramente con alcuni giocatori ci va più tempo che con altri ma non possono essere aspettati tutti…. comunque sia Parigini non è un fenomeno come non lo è Barreca mentre Edera si capisce che farà strada
      Indubbiamente ci sono allenatori come il formidabile Gasperini che riescono a far esplodere i giovani molto meglio che altrove ( Infatti li fu la migliore annata di Niang )

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

        ..eh si…assomigliano agli “allenatori fenomeni” che ha la Cairese, per i quali i Giovani sono solo bidoni e carne da macello…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. policano1967 - 3 mesi fa

    parigini nn e un fenomeno da strapparsi i capelli ad ora un domani chissa.discorso uguale pèer barreca.son giovani si ma nn e che abbiano dimostrato chissa che cosa.il problema sara nel caso che li vendi entrambi e prendi giocatori ultratrentenni o magari rinnovi a molinaro sulla fascia sinistra.li diamo la dimostrazione di una societa senza programmi e senza obbiettivi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 3 mesi fa

      Dicevano così anche di bobo Vieri, pellissier, Sorrentino,….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FaustoGranata - 3 mesi fa

    Non ha dimostrato nulla fino ad ora , giusta la cessione a titolo definitivo… spero per lui che altrove trovi una fortuna migliore , in bocca al lupo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Michele Nicastri - 3 mesi fa

    A questo punto, se pur a malincuore, scelta logica.
    In bocca al lupo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gianTORO - 3 mesi fa

    Devo associarmi a quanto scritto da altri fratelli granata…dobbiamo essere razionali e nn solo emotivi. Nn tutti quelli che escono dal ns vivaio sn fenomeni come nn lo sn tutti quelli che escono dai vivai delle altre squadre…merdentus inclusa….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13657710 - 3 mesi fa

    Madama granata: amareggiata. Lo stesso commento che ho già scritto nell’articolo sulla vendita di Barreca!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13874355 - 3 mesi fa

    Caro Balon noi tutti vorremmo vedere esplodere con la maglia granata tutti i prodotti dei nostri vivai ma dobbiamo anche accettare il fatto che forse, se diversi allenatori e non uno soltanto, non li ritengono così bravi e duttili, anche la società che li ha cresciuti possa decidere di vederli definitivamente. Senza per questo pensare che la cessione sia segno di rovina. Semmai essa deriva da altre scelte e incoerenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gud_74 - 3 mesi fa

    Non è certo la cessione di Parigini che determina la “qualità” della società, quello che aspettiamo con ansia per giudicare sono gli ingressi….

    Parigini come Aramu sono stati valutati in 2 ritiri precampionato, girati in prestito più volte per farli crescere in società in cui potessero giocare e non mi sembra che abbiano convinto poi più di tanto.

    Chiaro che se poi “eslpodono” come Verdi c’è rammarico ma non è che li può dare in prestito per 6/7 anni consecutivamente ed aspettarli per sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ospunda - 3 mesi fa

      Commento equilibrato. Parigini ha avuto diverse occasioni anche in prestito; non credo che gli allenatori che l’hanno potuto valutare lo abbiano “boicottato” per sola antipatia personale. Se esploderà a Udine, contento per il ragazzo, avrà trovato la dimensione giusta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Balon - 3 mesi fa

    Questa dirigenza sta rovinando il Toro e c’è gente che è ancora dalla parte di Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy