Chiuso il mercato di gennaio

Chiuso il mercato di gennaio

I tifosi del Toro mugugnano, gli esperti danno l’insufficienza a Cairo per come s’è mosso, ma prima di giudicare è meglio vedere all’opera i due nuovi acquisti: Coco e Bovo. La grossa incognita è rappresentata dal fatto che non è arrivato nessun centrocampista a sostituire la partenza improvvisa di Stefano Fiore. L’addio dello stesso è stata probabilmente una scelta economica:…

I tifosi del Toro mugugnano, gli esperti danno l’insufficienza a Cairo per come s’è mosso, ma prima di giudicare è meglio vedere all’opera i due nuovi acquisti: Coco e Bovo. La grossa incognita è rappresentata dal fatto che non è arrivato nessun centrocampista a sostituire la partenza improvvisa di Stefano Fiore. L’addio dello stesso è stata probabilmente una scelta economica: il trequartista, oltre a non essersi integrato, aveva un alto ingaggio che Cairo ha preferito risparmiare, visto il suo impiego part time.

Guardando in casa d’altri la palma del miglior mercato di riparazione spetta senza dubbio al Milan, l’unica squadra che ha preso due nomi altisonanti: Oddo in difesa e Ronaldo in attacco. Fiore è andato a rinforzare una concorrente scomoda, il Livorno, senza contare che in amaranto sono arrivati anche Cesar, uno dei tanti nomi accostati al Toro, Coppola dal Messina e Bergvold dal Copenaghen. Spinelli ha ceduto a sua volta Vigiani alla Reggina, che si è privata di Leon, passato al Genoa. Il Siena, zitto, zitto, si è preso Maccarone, un altro candidato alla maglia granata e Galloppa, il centrocampista dell’Under 21. I bianconeri hanno a loro volta ceduto Candela al Messina, Bogdani al Chievo e D’Aversa al Messina.

La Roma non ha agito male: ha preso Tavano, in prestito dal Valencia, e Wilhelmsson dal Nantes, ceduto Montella al Fulham. La Reggina sulla carta si è rinforzata anch’essa: tra i buoni colpi ricordiamo Foggia, il forte centrocampista ex Lazio, Vigiani dal Livorno e Gazzi dal Bari. Il Parma ha preso il giovane talento Rossi, che ha già avuto modo di castigare il Toro, Parravicini dal Palermo, dov’è finito a sua volta Ciaramitaro.

Per salire su di classifica la Lazio ha sì perso Oddo, ma ha preso Jimenez, il forte centrocampista cileno. Il Chievo ha fatto delle buone correzioni: Italiano, Bogdani e Cozzolino. Operazioni leggere per la Fiorentina, che ha ceduto Do Prado allo Spezia e Lobont alla Dinamo Bucarest, però Corvino si è assicurato il giovane talento svizzero Kuzmanovic, soffiato a Palermo e Juve con tante polemiche. Ma il ds viola sornione ha commentato: “Meglio avvoltoio che pollo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy