Le ammissioni di Pulvirenti e il mercato del Torino: possibili ripercussioni sulle uscite in prestito

Le ammissioni di Pulvirenti e il mercato del Torino: possibili ripercussioni sulle uscite in prestito

Calciomercato / Il numero uno del Catania ammette di aver comprato le partite con Livorno e Trapani: prima di mandare in prestito Rosso e Morra i granata preferirebbero vederci chiaro

Le ammissioni di Pulvirenti di questa mattina possono avere delle ripercussioni anche sul mercato del Torino. Il presidente del Catania ha confermato di aver comprato cinque partite della Serie B da poco terminata per salvare dalla retrocessione il suo Catania: di conseguenza, stessero così le cose, esistono società e squadre che avrebbero venduto i match in questione.

LIVORNO E TRAPANI COINVOLTEVarese, Trapani, Latina, Ternana e Livorno. Queste le avversarie che Pulvirenti ha ammesso apertamente di aver corrotto, inducendole a regalare i punti salvezza che servivano al Catania. E’ chiaro che adesso questi club avranno il loro bel da fare per cercare di evitare condanne pesanti anzitutto in sede sportiva. Difficile fare previsioni su come potrà finire questa brutta storia ma è facile invece intuire che il mercato in entrata delle suddette società sarà bloccato finchè non sarà fatta luce sulle loro posizioni. E così, il Torino che era già avanti nelle trattative col Livorno per il prestito di Simone Rosso e col Trapani per quelli di Claudio Morra e Mattia Aramu sarà il primo a temporeggiare, prima di mandare i migliori prodotti del proprio Settore Giovanile in società che potrebbero essere gravemente pregiudicate dagli esiti delle indagini.

CARPI, QUELLO 0-0 SOSPETTO – Anche il Carpi, che si era mosso con largo anticipo per avere Vittorio Parigini, potrebbe essere immischiato. Alcune intercettazioni telefoniche a carico del DS del Catania Delli Carri sembrano infatti poter mettere a repentaglio la posizione di Cristiano Giuntoli, DS degli emiliani appena passato al Napoli. Certamente ancora nulla c’è di certo e anche su questo andrà fatta luce: intanto, il Frosinone a questo punto sembra tornare in gioco.

Un nuovo scandalo, quello emerso in questi giorni, che senza dubbio mina la già traballante immagine del calcio italiano; e che potrebbe – è giusto usare il condizionale – far saltare alcune trattative già in fase avanzate riguardanti anche il Torino, che vuole mandare i propri migliori giovani a fare esperienza. Senza dubbio, il club granata, che cura il percorso di crescita dei vari Aramu, Rosso, Morra e Parigini nei minimi dettagli, utilizzerà le cautele dovute.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy