Niente Torino per Pozzi. Lo cerca il Bologna

Niente Torino per Pozzi. Lo cerca il Bologna

di Valentino Della Casa

 

Il Toro non guarda alla Sampdoria. Sicuramente finchè non avrà capito in quale serie i granata giocheranno, e allora potrebbe essere troppo tardi per accaparrarsi i giocatori della società blucerchiata, per i quali già fioccano le richieste da parte di club di Serie A. Tra questi giocatori c’è anche Nicola Pozzi, punta classe ’86, di recente…

di Valentino Della Casa

 

Il Toro non guarda alla Sampdoria. Sicuramente finchè non avrà capito in quale serie i granata giocheranno, e allora potrebbe essere troppo tardi per accaparrarsi i giocatori della società blucerchiata, per i quali già fioccano le richieste da parte di club di Serie A. Tra questi giocatori c’è anche Nicola Pozzi, punta classe ’86, di recente (nuovamente) accostata al club granata.

L’attaccante fu infatti nel 2008 (l’ultimo anno in A per i granata) cercato da Urbano Cairo, quando ancora militava nell’Empoli. Ma questioni relative al prezzo del giocatore fecero saltare la trattativa con la società del presidente Corsi. L’estate successiva, proprio allo scadere di mercato, si concretizzò il trasferimento alla Sampdoria. Male il primo anno, con 18 presenze e sole 2 reti, meglio quest’ultimo, in cui ha collezionato finora 20 gettoni, andando in goal in 6 occasioni, quasi tutte sul finire della stagione.

Al di là che non è escluso il fatto che la Samp (insieme con Palombo che resterà sicuramente) voglia proprio ripartire dal giocatore per costruire la prossima stagione, sembra il Bologna la squadra più decisa ad acquistare la punta, per affiancarla a Marco Di Vaio (negativa in rossoblu è stata l’esperienza di Meggiorini). Non il Toro, visti anche i rapporti non proprio idilliaci – ma neanche pessimi – tra i granata e l’agente del giocatore, Tullio Tinti, ancora “scottato” per la brutale (ma oggettivamente, meritata) esclusione di Aimo Diana dalla rosa del Torino.

Per ora, dunque si dovrà ancora aspettare: il Toro non può raggiungere accordi con giocatori adatti alla massima serie finchè non avrà la certezza della categoria in cui giocherà l’anno prossimo. Non appena questo accadrà, dovrà mettersi subito al lavoro, per recuperare il gap con le altre squadre che già stanno pianificando il proprio futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy